Formula 1
30 apr
-
03 mag
Canceled
21 mag
-
24 mag
Canceled
04 giu
-
07 giu
Postponed
11 giu
-
14 giu
Postponed
25 giu
-
28 giu
Postponed
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
106 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
149 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
163 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
176 giorni

Verstappen: "Se non ci lasciano gareggiare, allora dovrebbe chiudere la F1!"

condivisioni
commenti
Verstappen: "Se non ci lasciano gareggiare, allora dovrebbe chiudere la F1!"
Di:
30 giu 2019, 15:57

L'olandese ha centrato il successo sul tracciato di casa della Red Bull ma è finito sotto investigazione per il contatto avvenuto nel finale con Leclerc. Max spera che i commissari non prendano provvedimenti.

Come dodici mesi fa, anche quest’anno Max Verstappen è riuscito a conquistare il Gran Premio d’Austria. Sul tracciato di proprietà della Red Bull il pilota olandese ha fornito una prestazione splendida, deliziando il pubblico con una rimonta incredibile dalla settima posizione dove era precipitato subito dopo il via.

Verstappen, dopo aver ereditato la seconda casella in griglia a seguito della penalità di Hamilton, ha completamente sbagliato la partenza ed ha rischiato così di vanificare tutti gli sforzi compiuti in qualifica.

Max, tuttavia, non ha perso la calma e grazie ad una Red Bull tornata a splendere tra le sue mani, e ad una strategia particolarmente indovinata dal suo box, è riuscito a recuperare posizioni sino a sferrare l’attacco decisivo, e contestato, ai danni di Leclerc a due giri dal termine.

Quando ha raggiunto il ring delle interviste, Verstappen ha voluto raccontare la sua incredibile gara. L’olandese pensava di aver compromesso tutto con quel pessimo avvio, ma quando ha passato Bottas ha capito che aveva una possibilità di vittoria.

 

“Dopo una partenza come quella pensavo che la corsa fosse già compromessa. Poi  ho iniziato a recuperare con calma, ma quando sono arrivato al secondo posto ho iniziato a credere di poter vincere. Sinceramente non me l’aspettavo”.

“Sapevo che stavo recuperando ma credevo che fosse dura. Tutto poi dipendeva da quanto velocemente sarei riuscito a passare Bottas e da quanto avrei stressato le gomme. E’ andata bene”.

L’episodio che ha caratterizzato il GP d’Austria è arrivato al penultimo giro di gara. Verstappen, dopo aver annullato il gap da Leclerc, ha sfruttato il vantaggio del DRS ed ha affiancato il monegasco della Ferrari all’interno di curva 3.

I due sono arrivati affiancati alla svolta e l’anteriore sinistra dell’olandese è andata a colpire l’anteriore destra di Leclerc costringendo il pilota Ferrari ad allargare la propria traiettoria e finire nella via di fuga.

Il contatto ha deciso le sorti del GP, ma è stato subito messo sotto investigazione da parte dei commissari di gara. Al termine della corsa Leclerc è apparso scuro in volto e parecchio infastidito per la manovra di Verstappen, mentre l’olandese non ha esitato nel definire l’episodio un normale duello.

“E’ stata una semplice lotta. A parti invertite sarei stato deluso di aver perso il primo posto. Abbiamo lottato col coltello tra i denti ma non credo ci sia stato nulla di scorretto. E’ stata una battaglia normale, il risultato dovrebbe essere confermato. Abbiamo semplicemente duellato. Se non ci lasciano gareggiare, allora dovrebbe chiudere la F1!”.

Verstappen, infine, ha voluto dedicare il successo alla Honda. Il costruttore giapponese, dopo anni di bocconi amari in McLaren, è finalmente riuscito a tornare sul gradino più alto del podio.

“Sono estremamente contento per il team e per la Honda. Abbiamo iniziato a collaborare quest’anno e vincere qui è incredibile”.

Scorrimento
Lista

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, precede Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15, Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38, e Kevin Magnussen, Haas F1 Team VF-19

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, precede Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15, Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38, e Kevin Magnussen, Haas F1 Team VF-19
1/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, precede Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, precede Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
2/22

Foto di: Andrew Hone / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90, precede Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Charles Leclerc, Ferrari SF90, precede Max Verstappen, Red Bull Racing RB15
3/22

Foto di: Andrew Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, e Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, e Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15
4/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL34, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, e Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15

Lando Norris, McLaren MCL34, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, e Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15
5/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing firma un autografo ai fan

Max Verstappen, Red Bull Racing firma un autografo ai fan
6/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Il vincitore della gara Max Verstappen, Red Bull Racing festeggia sul podio

Il vincitore della gara Max Verstappen, Red Bull Racing festeggia sul podio
7/22

Foto di: Andrew Hone / Motorsport Images

Il vincitore della gara Max Verstappen, Red Bull Racing festeggia sul podio

Il vincitore della gara Max Verstappen, Red Bull Racing festeggia sul podio
8/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Il vincitore della gara Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Il vincitore della gara Max Verstappen, Red Bull Racing RB15
9/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Max Verstappen, Red Bull Racing RB15
10/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, precede Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, precede Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15
11/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38, precede Lando Norris, McLaren MCL34, Sebastian Vettel, Ferrari SF90, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38, precede Lando Norris, McLaren MCL34, Sebastian Vettel, Ferrari SF90, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB15
12/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38, precede Lando Norris, McLaren MCL34, Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, e Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38, precede Lando Norris, McLaren MCL34, Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, e Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15
13/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, precede Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38, Lando Norris, McLaren MCL34, Sebastian Vettel, Ferrari SF90, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, precede Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38, Lando Norris, McLaren MCL34, Sebastian Vettel, Ferrari SF90, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB15
14/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL34, precede Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Lando Norris, McLaren MCL34, precede Max Verstappen, Red Bull Racing RB15
15/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL34, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, e Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15

Lando Norris, McLaren MCL34, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, e Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15
16/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10, precede Lando Norris, McLaren MCL34, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38, Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, e il resto delle auto all'inizio della gara

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10, precede Lando Norris, McLaren MCL34, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38, Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, e il resto delle auto all'inizio della gara
17/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38, precede Lando Norris, McLaren MCL34, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38, precede Lando Norris, McLaren MCL34, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB15
18/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38, precede Lando Norris, McLaren MCL34, Sebastian Vettel, Ferrari SF90, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38, precede Lando Norris, McLaren MCL34, Sebastian Vettel, Ferrari SF90, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB15
19/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL34, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, e Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15

Lando Norris, McLaren MCL34, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, e Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15
20/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38, precede Lando Norris, McLaren MCL34, Sebastian Vettel, Ferrari SF90, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38, precede Lando Norris, McLaren MCL34, Sebastian Vettel, Ferrari SF90, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB15
21/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, arriva sulla griglia

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, arriva sulla griglia
22/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Prossimo Articolo
Binotto: "Leclerc portato fuori pista, le regole sono chiare. La decisione è semplice"

Articolo precedente

Binotto: "Leclerc portato fuori pista, le regole sono chiare. La decisione è semplice"

Prossimo Articolo

Leclerc aspetta il giudizio: "Non è stato corretto perché Max non mi ha lasciato spazio"

Leclerc aspetta il giudizio: "Non è stato corretto perché Max non mi ha lasciato spazio"
Carica commenti