Verstappen: "Non siamo ancora da prima fila, ma possiamo migliorare"

L'olandese non si è detto pienamente contento della propria Red Bull dopo le prime libere a San Paolo del Brasile, ma i margini di crescita ci sono e la speranza di fare un altro sgambetto alle Mercedes si profila all'orizzonte.

Verstappen: "Non siamo ancora da prima fila, ma possiamo migliorare"
Max Verstappen, Red Bull Racing RB13
Max Verstappen, Red Bull Racing RB13
Max Verstappen, Red Bull Racing RB13
Max Verstappen, Red Bull Racing RB13
Max Verstappen, Red Bull Racing RB13 con la vernice aerodinamica sul diffusore posteriore
Max Verstappen, Red Bull Racing RB13
Max Verstappen, Red Bull Racing RB13

Max Verstappen ha un mezzo sorriso sul volto al termine delle prove libere odierne in Brasile, dove con la sua Red Bull ha ottenuto un quarto ed un quinto posto nelle due sessioni andate in scena a San Paolo.

L' "olandese volante" non è pienamente soddisfatto del rendimento della sua RB13 sul tracciato di Interlagos, ma non si abbatte e vede il bicchiere mezzo pieno consapevole che si può fare di più e meglio.

"Al momento non siamo da prima fila, dobbiamo migliorare ancora la macchina in vista delle qualifiche, ma i margini per crescere ci sono e sono tranquillo - ha dichiarato il 20enne - Si dovrà far rendere il motore molto meglio nelle ultime prove libere di domani, questo è certo".

Se in qualifica la Red Bull probabilmente ha ancora qualcosa da recuperare, nelle ultime uscite alla domenica ha dimostrato di essere molto competitiva, tant'è che Verstappen è reduce dalla vittoria in Messico. Un buon auspicio per il Gran Premio...

"Nelle ultime gare siamo stati i più veloci e la macchina ha dimostrato di essere molto cresciuta, però oggi siamo ancora indietro e dobbiamo darci da fare se vogliamo ottenere un bel risultato nel weekend. I long run sono andati bene, dobbiamo però migliorare ancora la monoposto in vista di domani e della gara. Non siamo molto lontani comunque, con le supersoft andiamo bene, mentre le Mercedes vanno più forte con le soft. Per ora non so se potrò giocarmela con loro per la vittoria, dunque aspettiamo a tirare le somme".

condivisioni
commenti
Fotogallery: le Libere 1 e 2 del GP del Brasile 2017 di F.1

Articolo precedente

Fotogallery: le Libere 1 e 2 del GP del Brasile 2017 di F.1

Prossimo Articolo

Renault: se si rompe un'altra MGU-H non c'è più nemmeno una scorta!

Renault: se si rompe un'altra MGU-H non c'è più nemmeno una scorta!
Carica commenti
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021