Verstappen: "L'errore? Ho affrontato la curva troppo forte con le gomme dure"

condivisioni
commenti
Verstappen:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
06 lug 2018, 17:14

Il pilota olandese è stato costretto a parcheggiare la RB14 nelle Libere 1 a causa di un guasto al cambio, mentre nelle Libere 2 ha commesso un errore che lo ha spedito a muro e, anche oggi pomeriggio, ha terminato la sessione anzitempo.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB14
Max Verstappen, Red Bull Racing RB14
Max Verstappen, Red Bull Racing
Max Verstappen, Red Bull Racing RB14

Max Verstappen è stato protagonista in negativo di una giornata disastrosa. Se nelle Libere 1 del Gran Premio di Gran Bretagna svolte stamattina non ha potuto fare altro che prendere atto di un guasto che lo ha costretto a parcheggiare la RB14 a bordo pista (problema al cambio, anche se non ancora specificato), nel pomeriggio ha firmato un errore non certo consueto per un pilota al quarto anno in Formula 1.

L'olandese, affrontata la Curva 7, in uscita ha perso il controllo della sua RB14 numero 33. Il tentativo di recuperarlo è stato vano, perché la monoposto ha trovato grip dopo un primo scarto verso destra e ha fiodato Max contro le barriere esterne.

"Nelle Prove Libere 1 di questa mattina mi sono dovuto fermare per un problema al cambio, ma non so di preciso quale sia stato il guasto. O, comunque, non me lo hanno ancora comunicato. Nelle Prove Libere 2, invece, sono andato troppo veloce per le condizioni in cui ero", ha affermato il 20enne della Red Bull.

Leggi anche:

Nell'impatto contro le barriere esterne della Curva 7 Verstappen ha rovinato la sospensione posteriore destra, divelta dall'impatto con le protezioni. Max ha dato una spiegazione a questo errore che lo ha costretto a guardare i colleghi terminare le libere seduto nel proprio box.

"Nella curva in cui ho sbattuto sono andato troppo veloce rispetto alle gomme che avevo in quel momento. Montavo le dure. Ho cercato di prendere forte la curva ma ho perso la monoposto".

Certo, Verstappen oggi ha davvero girato poco rispetto ai diretti rivali, eppure ha affermato di aver comunque ricevuto buone sensazioni. Il vero problema, ha ribadito, è la mancanza di velocità nei rettilinei a fare la vera differenza tra le monoposto di Milton Keynes e Ferrari e Mercedes.

"Ho avuto buone sensazioni. La RB14 funziona bene. Peccato però che sui rettilinei perdiamo davvero troppo nei confronti dei nostri diretti avversari...".

Prossimo articolo Formula 1
Ferrari: è l'estate di Silverstone a far fiorire la Rossa nel giardino Mercedes?

Previous article

Ferrari: è l'estate di Silverstone a far fiorire la Rossa nel giardino Mercedes?

Next article

Pirelli, Isola: "Il divario tra le mescole è leggermente più elevato rispetto alle previsioni"

Pirelli, Isola: "Il divario tra le mescole è leggermente più elevato rispetto alle previsioni"