Verstappen: "Le F1 2022? Non siamo ai livelli della IndyCar"

Il pilota della Red Bull non ha apprezzato i regolamenti restrittivi previsti per le monoposto 2022, ma ha sottolineato come la prossima generazione di vetture non sarà paragonabile alle IndyCar.

Verstappen: "Le F1 2022? Non siamo ai livelli della IndyCar"

Lo scorso fine settimana di Silverstone la Formula 1 ha offerto una visione del suo futuro. Nella pomeriggio di giovedì, infatti, è stata mostrata una show car che ha anticipato le linee delle vetture ad effetto suolo che saranno protagoniste il prossimo anno.

L’obiettivo dei vertici della categoria è quello di rendere le gare più entusiasmanti concedendo ai piloti la possibilità di seguire in scia chi li precede senza perdere carico aerodinamico come avviene attualmente.

Quando sono stati tolti i veli dalla show car, in molti hanno però storto il naso. Il design della vettura, infatti, ha ricordato da vicino quello delle IndyCar. Tra i piloti che hanno voluto esprimere un parere in merito al futuro tecnico che sta inseguendo la Formula 1 c’è stato Max Verstappen.

L’olandese, che domenica sarebbe stato protagonista sfortunato del controverso contatto con Hamilton alla Copse, ha subito spento sul nascere ogni polemica in merito alla standardizzazione delle future vetture di F1.

“Credo che siamo ancora distanti dalla IndyCar, ma dovremo vedere nel corso dei prossimi anni come le monoposto si evolveranno, cosa sarà consentito e cosa no. Non ritengo corretto esprimere delle critiche allo stato attuale. Dobbiamo aspettare e vedere cosa accadrà”.

Le vetture 2022 ad effetto suolo dovrebbero essere sensibilmente più lente delle monoposto attuali, ma nelle intenzioni dei legislatori lo spettacolo dovrebbe aumentare perché il carico aerodinamico non sarà compromesso qualora si segua in scia un’altra vettura.

Anche su questo aspetto l’olandese della Red Bull si è mostrato positivo, specie nel valutare la possibilità di superare più facilmente rispetto a quanto avviene attualmente.

“Ovviamente noi come piloti vogliamo andare il più veloce possibile ad ogni giro, ma adesso è tremendamente difficile superare”.

“Non importa se saremo più lenti tre, quattro o cinque secondi. L’importante è avere gare più divertenti. C’è sempre un qualcosa da sacrificare per ottenere dell’altro in cambio”.

“Con le monoposto attuali se porti troppa velocità in curva e freni troppo tardi diventa davvero difficile provare a superare qualcuno. Alla fine siamo stati proprio noi piloti a chiedere delle auto differenti per poter correre meglio e la Formula 1 è arrivata a questa soluzione”.

“Sono davvero curioso di vedere come saranno le corse il prossimo anno”.

Confronto: 2021 F1 vs. 2022 F1
Confronto: 2021 F1 vs. 2022 F1
1/5

Foto di: FOM

F1 2022
F1 2022
2/5

Foto di: Formula 1

F1 2022
F1 2022
3/5

Foto di: Formula 1

F1 2022
F1 2022
4/5

Foto di: Formula 1

F1 2022
F1 2022
5/5

Foto di: Formula 1

condivisioni
commenti
Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita

Articolo precedente

Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita

Prossimo Articolo

Ferrari SF21: il... cambio di passo nasce dal differenziale più alto

Ferrari SF21: il... cambio di passo nasce dal differenziale più alto
Carica commenti
Ecco come la pandemia tormenta ancora la Formula 1 Prime

Ecco come la pandemia tormenta ancora la Formula 1

L'incertezza che ancora regna sul calendario di F1 non è un problema soltanto per team, piloti, addetti ai lavori e fan. Mark Gallagher spiega le difficoltà finanziarie che stanno attraversando anche i promoter del gran premi.

Formula 1
3 ott 2021
Perez: l'anno della verità in Red Bull sarà il 2022 Prime

Perez: l'anno della verità in Red Bull sarà il 2022

Il messicano ha sofferto particolarmente in questi ultimi appuntamenti, complici episodi sfortunati ed una vettura creata sulle esigenze di Verstappen. Il 2022, con auto ad effetto suolo, potrà essere l'occasione del riscatto.

Formula 1
2 ott 2021
Formula 1: ecco perché ha senso continuare con i V6 turbo Prime

Formula 1: ecco perché ha senso continuare con i V6 turbo

Le power unit V6 da 1.6 litri di cubatura hanno fatto il loro esordio nel 2014, in Formula 1. A fronte dell'imminente - ed immane - cambio regolamentare previsto per il 2022, cerchiamo di spiegare perché abbia senso continuare ancora con questo tipo di unità propulsive

Formula 1
2 ott 2021
Lotus: le alterne fortune tra gli anni 90 e i 2000 Prime

Lotus: le alterne fortune tra gli anni 90 e i 2000

Nei primi anni 90 la Lotus è stata una lontana parente del team vincente del passato ed i numerosi tentativi di riportare in auge il marchio negli anni seguenti si sono sempre rivelati un buco nell'acqua.

Formula 1
1 ott 2021
Tsunoda: "Consigli al giovane Yuki? Di essere più concentrato" Prime

Tsunoda: "Consigli al giovane Yuki? Di essere più concentrato"

Abbiamo intervistato Yuki Tsunoda, pilota AlphaTauri. La stagione d'esordio in Formula 1, per il giapponese, è iniziata sugli scudi dopo una prestazione importante in quel del Bahrain, per poi andar via via in calando. Ecco cosa ci ha rivelato direttamente Yuki e, soprattutto, quali consigli darebbe a sé stesso più giovane per avere un approccio migliore al mondo delle corse.

Formula 1
1 ott 2021
GP Russia: la centesima vittoria di Hamilton in questa photostory Prime

GP Russia: la centesima vittoria di Hamilton in questa photostory

Lewis Hamilton ha conquistato la centesima vittoria in carriera in un Gran Premio di Russia che definire "emozionante" è riduttivo. Andiamo a ripercorrere i momenti salienti del fine settimana

Formula 1
30 set 2021
Mercedes: ecco perché la partita mondiale si gioca sul motore Prime

Mercedes: ecco perché la partita mondiale si gioca sul motore

La squadra campione ha sbagliato i tempi per fermare troppo presto lo sviluppo della W12 e per dedicare a tempo pieno staff tecnico e risorse alla monoposto 2022, mentre in Rud Bull hanno continuato a progredire con la RB16B. Per contrastare l'ascesa di Verstappen, la Stella ha dovuto cominciare a spremere la power unit, mettendo a rischio la proverbiale affidabilità in una sfida che non è solo fra i due campioni, ma anche tecnica.

Formula 1
29 set 2021
Norris: l'errore fatale è presunzione o inesperienza? Prime

Norris: l'errore fatale è presunzione o inesperienza?

Lando Norris è protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. L'inglese è il vero sconfitto del Gran Premio di Russia di Formula 1: dopo aver condotto buona parte della gara, il pilota McLaren sbaglia a proseguire con gomma slick mentre la pista andava asciugandosi. La troppa voglia di fare bene, spesso, è cattiva consigliera

Formula 1
28 set 2021