Verstappen: "Le critiche a Renault? Pretendo il massimo da tutti e non negozio su questo aspetto!"

condivisioni
commenti
Verstappen:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
11 dic 2018, 11:35

L'olandese ha spiegato a Ziggo Sport i motivi delle critiche reiterate all'ormai ex fornitrice di power unit della Red Bull fatte piovere nel corso della stagione 2018 di F1.

Inutile negarlo, le ultime stagioni in cui Red Bull Racing e Renault hanno collaborato hanno fatto nascere malcontento e critiche da parte di entrambi i fronti. Quelle più pesanti, però, sono arrivate senza dubbio da parte del team che ha sede a Milton Keynes.

Il 2018 è stato probabilmente l'anno in cui la frustrazione dovuta alle performance non all'altezza della situazione della RB14 ha dato vita ai commenti più duri e spietati da parte di alcuni uomini della Red Bull.

Addirittura anche Max Verstappen non ha voluto esimersi dal lanciare frecciate al veleno alla Casa francese, che alla Red Bull forniva le power unit e lo faceva da anni (non senza profitto, ricordando gli 8 titoli in soli 4 anni).

Il pilota olandese è stato spietato in alcuni team radio, ma anche ai microfoni della stampa. A qualche settimana dal termine del Mondiale 2018, sono arrivate però dichiarazioni distensive, quando ormai la partnership tra il team diretto da Christian Horner e Renault è ormai sciolta.

"Non è stata mai mia intenzione offenderli, ma io voglio fare meglio", ha dichiarato Verstappen a Ziggo Sport, programma mandato in onda da un'emittente televisiva olandese. "Guarda, ora abbiamo un contratto con Honda, ma se avessimo continuato a correre con Renault nel 2019, avrei solo voluto fare progressi. Sono sempre stato chiaro in quello che dico".

"Posso anche dire che possono prendersela con calma, ma io non sono così. Si può e si deve migliorare e voglio sempre che ci sia impegno massimo da parte di tutti. Tuttavia, bisogna anche essere aperti alle critiche, è così che io sono cresciuto".

"Mi spiace che non si possa negoziare su questo aspetto, ma io sono qui per vincere, voglio vincere e tutti quelli che lavorano con me devono essere impegnati al massimo".

Accantonata l'era Renault, Red Bull si sta immergendo in quella che la legherà alla Honda. "Spero sia una collaborazione a lungo termine tra le parti", ha dichiarato Verstappen. "Non mi aspetto che sia tutto facile all'inizio, non si può pensare fili tutto liscio".

"Sarà sempre concentrato, ma dovrò anche credere nel progetto ed essere paziente. Non mi aspetto di poter lottare per il mondiale all'inizio della stagione, ma se saremo solo un po' più competitivi rispetto al 2018 allora potremo essere più vicini alla vetta e fare una stagione consistente".

"Questo sarebbe già un miglioramento per quanto riguarda il Mondiale. Non dobbiamo necessariamente avere la macchina migliore".

Prossimo Articolo
Carica commenti