Verstappen: "La vittoria di Ricciardo? La conseguenza di alcuni miei errori"

L'olandese è tornato sul GP della Cina ritenendo necessarie le scuse a Vettel per il contatto con la Ferrari, mentre ha definito leale il corpo a corpo con Hamilton: "Lewis si è comportato proprio come avrei fatto io".

Max Verstappen ha ammesso che i suoi incidenti con Lewis Hamilton e Sebastian Vettel nel Gran Premio di Cina hanno una spiegazione: "…volevo troppo la vittoria".

La strategia della Red Bull a Shanghai ha dato i suoi frutti con la vittoria di Daniel Ricciardo, ma Verstappen era davanti al compagno di squadra quando è uscito dalla pit lane alla conclusione del doppio pit stop magistralmente gestito dal team di Milton Keynes e alla fine si è dovuto accontentare del quinto posto dopo aver tentato di passare Hamilton all’esterno (finendo nella via di fuga) e dopo aver speronato Vettel…

"Certo, non ero lì per finire quinto con la monoposto di cui disponevo in quel momento. Forse ho cercato troppo la vittoria e mi è costato”.

L’olandese poi ha definito la vittoria di Ricciardo "…la conseguenza di alcuni errori da parte mia”. Insomma non è stato un successo conquistato dall’australiano, ma un suo lascito per l’eccessiva aggressività.

Verstappen è tornato a parlare anche delle scuse presentate a Vettel dopo la collisione, visto che l’incidente è costato al leader del mondiale un misero ottavo posto. Max ha ammesso che "non è accaduto troppo spesso di fare delle scuse ai rivali, ma a volte vanno fatte".

E la responsabilità della sua uscita con Hamilton la lascia alla Mercedes, ma Max sapeva che il suo avversario non lo avrebbe lasciato passare la Red Bull all'esterno della Curva 7.

"Era una buona occasione, ma Lewis si è comportato come io avrei fatto al suo posto", ha detto Verstappen “e così a metà curva sono andato lungo, ma è stata una sfida leale".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP Azerbaijan
Sub-evento Giovedì
Circuito Baku City Circuit
Piloti Max Verstappen
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Intervista