Verstappen: "In gara possiamo essere più vicini alle Mercedes"

Il leader del campionato non è riuscito a brillare in qualifica ed ha chiuso con il terzo tempo a 4 decimi da Bottas, ma si è detto certo che in gara la Red Bull potrà essere più vicina alla Mercedes.

Verstappen: "In gara possiamo essere più vicini alle Mercedes"

“Non credo che riusciremo a giocarcela alla pari con la Mercedes”. Aveva esordito così Max Verstappen nel corso della conferenza stampa del giovedì che ha dato il via al weekend di Monza.

L’olandese sembrava avesse fatto pretattica davanti ai media, magari per minare le certezze della Mercedes, ma la realtà ha evidenziato come la previsione di Max fosse corretta.

In occasione della sessione di qualifica che ha determinato la griglia di partenza della Sprint Qualifying di domani, Verstappen ha chiuso il turno con il terzo tempo col crono di 1’19’’996 ed un gap dalla Mercedes del “king of speed” Valtteri Bottas di 4 decimi.

Che Monza fosse il terreno di caccia ideale per la Mercedes era cosa nota, ma oggettivamente ci si attendeva qualcosa di più da una Red Bull che negli ultimi appuntamenti (incidenti a parte) è sempre stata la monoposto di riferimento.

A stupire, più che il distacco rimediato dalle Mercedes, è stato il margine minimo di Verstappen sulle McLaren. L’olandese avrà la possibilità di scattare domani dalla terza casella per soli 23 millesimi di vantaggio su Lando Norris e 29 su un ritrovato Daniel Ricciardo.

Chi si attendeva una Verstappen deluso a fine qualifica, però, è rimasto deluso. Quando è giunto davanti al microfono di Felipe Massa, oggi conduttore delle interviste di fine sessione, Max ha parlato di un turno comunque positivo considerando le premesse.

“Per noi Monza è sempre difficile. Abbiamo faticato più del previsto nelle FP1, ma in qualifica siamo riusciti a fare un buon lavoro ed a recuperare un po' di terreno”.

“Il terzo tempo è comunque positivo e credo che in gara potremmo essere più vicini alle Mercedes. Poi non sai mai cosa potrà accadere nel corso del weekend”.

Ancora una volta in qualifica in casa Red Bull è mancato Sergio Perez. La Mercedes, solo per la Sprint Qualifying del sabato, potrà contare su entrambe le sue punte, mentre il team di Milton Keynes ha potuto fare affidamento sul solo Verstappen dato che il messicano non è riuscito a fare meglio di un deludente nono crono.

Perez avrà la possibilità di riscattarsi cercando di rimontare nella Sprint Qualifying e migliorare la posizione di partenza in gara, mentre Bottas, complice l’installazione della quarta power unit, dovrà prendere il via della gara di domenica dal fondo della griglia.

Max è sembrato non curarsi di tutte queste vicende ed ha preferito restare concentrato sulla sua missione: tenere botta in un weekend che lo vedrà necessariamente giocare in difesa.

“Domani avremo un’ultima sessione di libere e vedremo cosa riusciremo a fare per migliorare il passo gara. Sarà difficile, ma credo che potremo portare a casa un buon bottino di punti”.

condivisioni
commenti
F1, GP Italia: pole di Bottas, prima fila tutta Mercedes

Articolo precedente

F1, GP Italia: pole di Bottas, prima fila tutta Mercedes

Prossimo Articolo

Bottas fulmine a Monza: "Ora sono sereno". Ma Hamilton sorride

Bottas fulmine a Monza: "Ora sono sereno". Ma Hamilton sorride
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021