Verstappen: "Ho sottostimato il grip e voltato troppo presto"

Il giovane pilota olandese della Red Bull si prende tutta la colpa per l'incidente di cui si è reso protagonista alle Piscine nella Q1 del GP di Monaco, che molto probabilmente ha compromesso il suo weekend: domani scatterà solo 21esimo.

Oggi Max Verstappen ha provato sulla sua pelle quanto sia tutto amplificato quando si difendono i colori di un top team, non solo quando le cose vanno bene, ma anche quando prendono una piega negativa. In Q1 ha commesso il suo primo errore da quando è passato alla Red Bull, sbattendo alle Piscine e compromettendo le sue qualifiche.

Domani quindi dovrà prendere il via dalla 21esima posizione e nel GP di Monaco questo è un handicap davvero importante. Con grande onestà il giovane olandese però si è preso la colpa dell'accaduto: "Ho sterzato troppo presto ed ho toccato la barriera all'interno, rompendo la sospensione e finendo dritto contro il muretto all'esterno".

Max è dispiaciuto, perché fino a quel punto la sua RB12 gli era sembrata davvero ben bilanciata. Anzi, forse è stato tradito dal fatto che gli ha garantito più grip di quanto potesse aspettarsi.

"Mi sentivo molto bene e infatti stavo andando forte nel mio primo giro lanciato. Anche il bilanciamento della vettura era buono, infatti avevo fatto il miglior T2 per ben due decimi. Poi però nella chicane ho sottostimato il grip di cui disponevo, ho voltato troppo presto e quindi è andato tutto storto" ha aggiunto infatti Verstappen.

Una cosa però ora è certa, ripetere l'exploit della vittoria ottenuta a Barcellona ora è praticamente impossibile: "Vedremo cosa succederà domani, ma se si parte 21esimi qui diventa tutto molto difficile".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Monaco
Sub-evento Sabato, le qualifiche
Circuito Montecarlo
Piloti Max Verstappen
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Intervista