Verstappen furioso spintona Ocon alla pesa e lo attacca anche a parole: "E' un idiota!"

condivisioni
commenti
Verstappen furioso spintona Ocon alla pesa e lo attacca anche a parole:
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
11 nov 2018, 19:15

Il pilota della Red Bull era letteralmente furioso per l'incidente con il pilota della Force India in una fase di doppiaggio che gli è costato la vittoria del GP del Brasile. E dopo l'arrivo ci sono stati momenti di tensione...

Max Verstappen, Red Bull Racing RB14 Tag Heuer, supera Esteban Ocon, Force India VJM11 Mercedes, prima del contatto
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09, supera un Max Verstappen, Red Bull Racing RB14 Tag Heuer, in testacoda dopo un contatto con Esteban Ocon, Force India VJM11 Mercedes
Max Verstappen, Red Bull Racing, nella drivers parade
Max Verstappen, Red Bull Racing RB14 supera Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09 EQ Power+ e prende il comando
Max Verstappen, Red Bull Racing RB14 e Valtteri Bottas, Mercedes-AMG F1 W09
Max Verstappen, Red Bull Racing
Max Verstappen, Red Bull Racing RB14

Max Verstappen è un po' il vincitore morale del GP del Brasile. Anche se sotto alla bandiera a scacchi è transitato per primo Lewis Hamilton, il pilota della Red Bull è stato letteralmente scippato del successo da una manovra scellerata di Esteban Ocon, che in fase di doppiaggio si è difeso come se fosse in lotta per la posizione, speronando l'olandese e mandandolo in testacoda.

Anche se il pilota della Force India è stato penalizzato con uno stop & go di dieci secondi, a pagarla più cara è stato senza dubbio Verstappen, che si era da poco portato al comando della corsa, con una rimonta clamorosa a suon di sorpassi dopo aver preso il via dalla quinta posizione.

Nonostante il fondo danneggiato, Max è ripartito e si è rimesso anche a caccia di Hamilton, chiudendo a meno di 2" dal vincitore. Un risultato finale che probabilmente non fa altro che aumentare il rammarico per quella che poteva essere la sua seconda vittoria consecutiva dopo quella del Messico.

Leggi anche:

Appena transitato sotto al traguardo, Verstappen ha lanciato un messaggio chiaro ad Ocon, parlando via radio con la sua squadra: "Spero di non trovarlo nel paddock, altrimenti...".

E una volta arrivato al parco chiuso ha rincarato la dose quando ha dovuto rispondere alle domande di rito di Paul di Resta: "Mi trovavo molto bene con la macchina, avevo ottime sensazioni, stavo facendo una gara perfetta e per colpa di un idiota sono stato buttato fuori. Un idiota che oltrettutto era anche doppiato".

E quell'altrimenti Ocon l'ha capito quando i due si sono incontrati alle operazioni di peso dei piloti, perché Verstappen gli ha rifilato due spintoni, con il francese che poi ha invitato gli addetti della Federazione ad intervenire. Una reazione comprensibile, ma che a questo punto rischia di avere degli strascichi anche per lo stesso pilota della Red Bull, che forse avrebbe dovuto provare a tenersi più a freno. La cosa certa, è che di questo caso quindi se ne parlerà a lungo...

 

Prossimo Articolo
F1, GP Brasile: Hamilton batte Verstappen grazie al "regalo" di Ocon

Articolo precedente

F1, GP Brasile: Hamilton batte Verstappen grazie al "regalo" di Ocon

Prossimo Articolo

Verstappen e Ocon convocati dai commissari sportivi dopo il tentativo di rissa

Verstappen e Ocon convocati dai commissari sportivi dopo il tentativo di rissa
Carica commenti