Verstappen: "Fortunati con la pioggia? No, opportunisti!"

Il pilota olandese è riuscito a conquistare il secondo gradino del podio grazie all'arrivo della pioggia nel finale, ma ha sottolineato che oggi più che di fortuna si debba parlare di una grande chiamata del muretto.

Verstappen: "Fortunati con la pioggia? No, opportunisti!"

Un secondo posto che vale quanto una vittoria. Max Verstappen è riuscito a minimizzare i danni a Sochi e concludere in modo inatteso sul secondo gradino del podio alle spalle di Lewis Hamilton.

Scattato dall’ultima posizione in griglia a causa della penalità per l’utilizzo della quarta power unit, Max è stato baciato dalla fortuna quando la pioggia è arrivata a bagnare il tracciato nei giri conclusivi della corsa trasformando quello che ormai sembrava essere un piazzamento a punti in un incredibile secondo gradino del podio.

Verstappen ha vissuto una giornata senza dubbio complicata. Il graining, infatti, si è subito palesato rendendo la sua Red Bull inguidabile. Poi l’improvviso arrivo della pioggia non ha colto impreparato il muretto che ha chiamato nel momento perfetto Max ai box per montare le intermedie.

Grazie a questo secondo posto Verstappen ha così potuto limitare i danni ed adesso, nonostante sia tornato daccapo alle spalle di Hamilton in classifica, insegue il sette volte iridato con soli due punti di ritardo.

Leggi anche:

“È stato complicato trovare il giro giusto per capire quando rientrare” ha dichiarato Verstappen una volta abbandonato l’abitacolo della sua Red Bull.

“Ad un certo punto la pista era davvero scivolosa ma siamo stati bravi con la chiamata. Se avessimo scelto un altro giro meno avremmo rischiato di distruggere le intermedie”.

Max, come detto, ha vissuto una corsa complicata. Il passaggio dalle mescole hard alle medie ha bloccato la rimonta dell’olandese e soltanto la pioggia ha consentito a Verstppen di lasciare Sochi con un risultato che nessuno si sarebbe mai immaginato possibile.

“La gara non è stato affatto semplice. È stato difficile superare chi mi precedeva anche perché ho sofferto sin da subito di graining e non avevo aderenza. Siamo riusciti a prendere la decisione giusta ed abbiamo ottenuto il secondo posto che per noi è un risultato incredibile”.

L’olandese ha però rifiutato di aver avuto un aiuto dalla dea bendata. Secondo Max, infatti, più che fortuna oggi è stato l’opportunismo del team  a decretare questo risultato.

 “Forse la pioggia ci ha aiutati, ma siamo stati bravi a prendere la decisione giusta. Credo che siamo stati bravi ad approfittare della situazione”.

Questo secondo gradino del podio ha il sapore di una vittoria? Max ne è certo.

“Con la penalità che ho dovuto scontare arrivare secondo non è un brutto risultato. Questa mattina avrei messo la firma per un podio”.

Lewis Hamilton, Mercedes, 1a posizione, e Max Verstappen, Red Bull Racing, 2a posizione
Lewis Hamilton, Mercedes, 1a posizione, e Max Verstappen, Red Bull Racing, 2a posizione
1/15

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes, 1a posizione, spruzza Max Verstappen, Red Bull Racing, 2a posizione, con Champagne
Lewis Hamilton, Mercedes, 1a posizione, spruzza Max Verstappen, Red Bull Racing, 2a posizione, con Champagne
2/15

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing, 2a posizione, arriva sul podio
Max Verstappen, Red Bull Racing, 2a posizione, arriva sul podio
3/15

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing, 2a posizione, e Lewis Hamilton, Mercedes, 1a posizione, festeggiano con Champagne sul podio
Max Verstappen, Red Bull Racing, 2a posizione, e Lewis Hamilton, Mercedes, 1a posizione, festeggiano con Champagne sul podio
4/15

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing, 2a posizione, festeggia con la sua ragazza Kelly Piquet e il team Red Bull Racing
Max Verstappen, Red Bull Racing, 2a posizione, festeggia con la sua ragazza Kelly Piquet e il team Red Bull Racing
5/15

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing, 2a posizione, Lewis Hamilton, Mercedes, 1a posizione, e Carlos Sainz Jr, Ferrari, 3a posizione, sul podio
Max Verstappen, Red Bull Racing, 2a posizione, Lewis Hamilton, Mercedes, 1a posizione, e Carlos Sainz Jr, Ferrari, 3a posizione, sul podio
6/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing, 2a posizione, spruzza Champagne sul podio
Max Verstappen, Red Bull Racing, 2a posizione, spruzza Champagne sul podio
7/15

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari, 3° posizione, il rappresentante del team Mercedes, Lewis Hamilton, Mercedes, 1° posizione, e Max Verstappen, Red Bull Racing, 2° posizione, sul podio
Carlos Sainz Jr., Ferrari, 3° posizione, il rappresentante del team Mercedes, Lewis Hamilton, Mercedes, 1° posizione, e Max Verstappen, Red Bull Racing, 2° posizione, sul podio
8/15

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari, 3a posizione, Max Verstappen, Red Bull Racing, 2a posizione, e Lewis Hamilton, Mercedes, 1a posizione, spruzzano Champagne sul podio
Carlos Sainz Jr., Ferrari, 3a posizione, Max Verstappen, Red Bull Racing, 2a posizione, e Lewis Hamilton, Mercedes, 1a posizione, spruzzano Champagne sul podio
9/15

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, ai box
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, ai box
10/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Charles Leclerc, Ferrari SF21
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Charles Leclerc, Ferrari SF21
11/15

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, lascia il suo box dopo una sosta
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, lascia il suo box dopo una sosta
12/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02, and Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C41
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02, and Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C41
13/15

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Valtteri Bottas, Mercedes W12
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Valtteri Bottas, Mercedes W12
14/15

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT02, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, e Valtteri Bottas, Mercedes W12
Pierre Gasly, AlphaTauri AT02, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, e Valtteri Bottas, Mercedes W12
15/15

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Sainz: "La pioggia è arrivata quando stavo finendo le gomme"

Articolo precedente

Sainz: "La pioggia è arrivata quando stavo finendo le gomme"

Prossimo Articolo

Chinchero: "Hamilton, quota 100 dolceamara"

Chinchero: "Hamilton, quota 100 dolceamara"
Carica commenti
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021
Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher" Prime

Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi commentano i voti stilati per il Gran Premio di Turchia. Tanti promossi e tante bocciature in un weekend in cui protagonista negativa è stata l'impulsività...

Formula 1
11 ott 2021