Verstappen fa retromarcia: "Vettel in RB? Sono felice con Albon"

Max non si nasconde e afferma: "Il team è felice con me e Albon. Il motore Honda è progredito, ma Mercedes ha fatto anche meglio di noi".

Verstappen fa retromarcia: "Vettel in RB? Sono felice con Albon"

La notizia del pomeriggio al Red Bull Ring è l'apertura di Vettel a un ritorno in Red Bull a 6 anni di distanza dall'ultima stagione fatta difendendo i colori del team di Milton Keynes. Nel corso della settimana Max Verstappen, ospite in tv al pari di Vettel (i due erano vicini), ha fatto sapere di non aver nulla in contrario all'approdo del 4 volte iridato a Milton Keynes.

Questa versione, però, è durata sino a questo pomeriggio. Poco fa la stella olandese del team austro-britannico ha letteralmente ritrattato quanto detto in televisione, sostenendo non solo di non voler lasciare il team, ma anche di volere Alexander Albon come compagno di squadra.

"In TV ho detto quelle cose perché ho cercato di essere carino, per altro ero vicino a Vettel. Io però credo che al momento il team sia felice con Albon e me. E io devo ammettere di essere molto felice con Albon come compagno di squadra".

"Per prima cosa, Alex è un ragazzo molto gentile e lo è con tutti. E' capace a fare gli assetti e sono simili ai feedback che do io al team. inoltre è molto veloce. Non vedo i motivi per cambiare, non so perché Horner e Marko dovrebbero farlo. Alla fine, però, non sono io che prendo decisioni del genere".

Tornando a parlare del fine settimana scorso, in cui è andato in scena il primo gp del Mondiale 2020 di F1, Verstappen ha continuato a difendere Albon. Il thailandese, lo ricordiamo, è finito fuori dai punti dopo un contatto con Hamilton. Il pilota della Red Bull aveva fatto un'ottima manovra nei confronti del 6 volte iridato (aiutato dalle gomme Soft fresche), ma un contatto tra le due monoposto gli ha fatto perdere l'opportunità di cogliere il suo primo podio della carriera e, forse, anche la prima vittoria.

"Credo che Lewis non intendesse colpire Alexander. E' stato solo un caso sfortunato. Certo Alex aveva fatto davvero un gran sorpasso all'esterno in quel punto. Non credo che tante persone siano riuscite a farlo".

"Credo che sia normale aver dato penalità per quel tipo di incidente. E' certo che quel contatto ha letteralmente rovinato la gara di Alex, mentre Lewis, nonostante la penalità, è comunque riuscito ad arrivare quarto. Alex è stato penalizzato molto di più dall'accaduto, ma è successo così e non si può più fare nulla".

Come capitolo conclusivo di un'intervista certamente ricca di contenuti. Max ha sottolineato come i miglioramenti al motore fatti da Honda siano evidenti, ma purtroppo non sufficienti se paragonati a quelli fatti in inverno da Mercedes.

"Credo che sul motore Honda abbia fatto un buon passo avanti, ma penso che Mercedes abbia fatto passi avanti più grossi dei nostri. Per questo dobbiamo continuare a spingere, perché c'è performance da estrapolare dal motore. Credo però che sia un discorso che possa essere fatto anche sulla macchina. Dobbiamo spingere su entrambe queste vie. E' chiaro però che Mercedes nel corso dell'inverno abbia fatto davvero un gran lavoro".

Il team, secondo Max, dovrà lavorare intensamente anche sulla RB16. La monoposto è nata bene, ma gli ingegneri dovranno aiutarlo a trovare un bilanciamento migliore in ingresso curva per poter recuperare un paio di decimi al giro, specialmente in qualifica.

"Certo, se guardate i dati potrete notare che non ci sono tante curve dove siamo più lenti. Nella maggior parte di esse siamo veloci, ma non sono ancora contento del tutto riguardo il bilanciamento della macchina in curva. Soffro soprattutto in ingresso e centro curva. Devo trovare il modo di trovare un bilanciamento migliore, che possa aiutarmi. Non voglio dire che saremmo in grado di battere la Mercedes, ma alla fine potremmo certamente guadagnare 2 o 3 decimi in Qualifica".

Verstappen, inoltre, sfoggerà un nuovo casco in questo fine settimana. Potete vedere la nuova livrea nella gallery che trovate proprio qui sotto.

Casco di Max Verstappen, Red Bull Racing
Casco di Max Verstappen, Red Bull Racing
1/7

Foto di: Red Bull Content Pool

Casco di Max Verstappen, Red Bull Racing
Casco di Max Verstappen, Red Bull Racing
2/7

Foto di: Red Bull Content Pool

Casco di Max Verstappen, Red Bull Racing
Casco di Max Verstappen, Red Bull Racing
3/7

Foto di: Red Bull Content Pool

Casco di Max Verstappen, Red Bull Racing
Casco di Max Verstappen, Red Bull Racing
4/7

Foto di: Red Bull Content Pool

Casco di Max Verstappen, Red Bull Racing
Casco di Max Verstappen, Red Bull Racing
5/7

Foto di: Red Bull Content Pool

Casco di Max Verstappen, Red Bull Racing
Casco di Max Verstappen, Red Bull Racing
6/7

Foto di: Red Bull Content Pool

Casco di Max Verstappen, Red Bull Racing
Casco di Max Verstappen, Red Bull Racing
7/7

Foto di: Red Bull Content Pool

condivisioni
commenti
Vettel: "Trovati due problemi a freno e ammortizzatori"
Articolo precedente

Vettel: "Trovati due problemi a freno e ammortizzatori"

Prossimo Articolo

Protocolli COVID: warning in arrivo per Mercedes e Ferrari

Protocolli COVID: warning in arrivo per Mercedes e Ferrari
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021