Verstappen deluso: "Sembrava di guidare sul ghiaccio!"

L'olandese ha centrato il terzo tempo a soli 2 decimi di ritardo dalla pole firmata Hamilton, ma ha lamentato una costante carenza di grip nel corso di tutto il weekend.

Verstappen deluso: "Sembrava di guidare sul ghiaccio!"

Ancora una volta Max Verstappen si è confermato il migliore degli altri. Il pilota della Red Bull, infatti, è stato l’unico in grado di far sudare freddo i due portacolori della Mercedes e nelle fasi finali della qualifica, prima che Hamilton siglasse la pole numero 97 in carriera con un giro spettacolare, era riuscito a portarsi alle spalle di Valtteri Bottas.

Le speranze di Max di partire dalla seconda fila sono svanite quando Hamilton ha tagliato il traguardo. Il sei volte campione del mondo ha dimostrato ancora una volta tutta la propria forza fermando il cronometro sul tempo di 1’16’’652 rifilando 1 decimo al suo compagno di team e 252 millesimi a Verstappen.

Il terzo tempo non ha certamente deluso il pilota della Red Bull, ma ciò che ha lasciato perplesso l’olandese sono stati i problemi di aderenza patiti sin dalla giornata di ieri. Max, infatti, è riuscito ad ottenere il suo miglior crono del pomeriggio soltanto in occasione della Q1, quando ha centrato il tempo di 1’16’’879, ma non è poi stato in grado di abbassare il riferimento né in Q2 né in Q3 .

“Durante tutto il weekend è stato complicato riuscire a far funzionare le gomme. Oltre a questo fattore bisogna anche considerare come l’asfalto sia molto scivoloso è si è obbligati a seguire una sola traiettoria”.

“Ad ogni modo il terzo tempo è un buon risultato anche se la mia qualifica è stata strana. Ho ottenuto il mio miglior giro nel Q1 e poi non sono più riuscito a replicarmi perché non avevo la stessa aderenza”.

Se si guarda al confronto interno in Red Bull si capisce come, ancora una volta, Verstappen sia riuscito a guidare oltre i problemi della vettura. Albon, infatti, ha ottenuto soltanto il sesto riferimento accusando mezzo secondo di gap dal compagno di team, ma le difficoltà nel mandare subito in temperatura le gomme hanno limitato Max.

“Nel Q2 e nel Q3 hai meno minuti a disposizione e questo ha reso difficile riuscire a fare entrare le gomme nella corretta finestra di temperature. Purtroppo non è stato piacevole guidare in queste condizioni”.

Verstappen non ha poi usato giri di parole quando ha dichiarato di aver avuto la sensazione di guidare sul ghiaccio quando ha spiegato le difficoltà vissute sino ad oggi.

“Ho girato su questo tracciato a gennaio ed ho subito pensato che sarebbe stato fantastico guidare qui con una Formula 1 considerando il livello di aderenza che c’era all’epoca. Purtroppo, adesso, non riesco a spingere. E’ come se guidassi sul ghiaccio!”.

I due decimi di ritardo dal tempo di Hamilton possono lasciar sperare di aver ormai raggiunto le performance delle Mercedes dell’inglese e di Bottas? Secondo Max è ancora presto per parlare di un gap annullato.

“Se guardiamo i tempi possiamo dire di esserci avvicinati alle Mercedes, ma è difficile trarre conclusioni a causa dei problemi con il grip. Per effettuare una valutazione equilibrata dovremmo andare su un tracciato dove abbiamo già girato in passato e che conosciamo bene”.

Kevin Magnussen, Haas VF-20, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Kevin Magnussen, Haas VF-20, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
1/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
2/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
3/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
4/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
5/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
6/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
7/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
8/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
9/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
10/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
11/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
12/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
13/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
14/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Volano scintille dall'auto di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Volano scintille dall'auto di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
15/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
16/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
17/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Volano scintille dall'auto di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Volano scintille dall'auto di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
18/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
19/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Volano scintille dall'auto di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Volano scintille dall'auto di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
20/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
21/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
22/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Vettel ammette: "Leclerc ora è su un altro pianeta"
Articolo precedente

Vettel ammette: "Leclerc ora è su un altro pianeta"

Prossimo Articolo

Fotogallery F1: le belle qualifiche del GP di Portogallo

Fotogallery F1: le belle qualifiche del GP di Portogallo
Carica commenti
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021