Verstappen deluso: "Sembrava di guidare sul ghiaccio!"

L'olandese ha centrato il terzo tempo a soli 2 decimi di ritardo dalla pole firmata Hamilton, ma ha lamentato una costante carenza di grip nel corso di tutto il weekend.

Verstappen deluso: "Sembrava di guidare sul ghiaccio!"

Ancora una volta Max Verstappen si è confermato il migliore degli altri. Il pilota della Red Bull, infatti, è stato l’unico in grado di far sudare freddo i due portacolori della Mercedes e nelle fasi finali della qualifica, prima che Hamilton siglasse la pole numero 97 in carriera con un giro spettacolare, era riuscito a portarsi alle spalle di Valtteri Bottas.

Le speranze di Max di partire dalla seconda fila sono svanite quando Hamilton ha tagliato il traguardo. Il sei volte campione del mondo ha dimostrato ancora una volta tutta la propria forza fermando il cronometro sul tempo di 1’16’’652 rifilando 1 decimo al suo compagno di team e 252 millesimi a Verstappen.

Il terzo tempo non ha certamente deluso il pilota della Red Bull, ma ciò che ha lasciato perplesso l’olandese sono stati i problemi di aderenza patiti sin dalla giornata di ieri. Max, infatti, è riuscito ad ottenere il suo miglior crono del pomeriggio soltanto in occasione della Q1, quando ha centrato il tempo di 1’16’’879, ma non è poi stato in grado di abbassare il riferimento né in Q2 né in Q3 .

“Durante tutto il weekend è stato complicato riuscire a far funzionare le gomme. Oltre a questo fattore bisogna anche considerare come l’asfalto sia molto scivoloso è si è obbligati a seguire una sola traiettoria”.

“Ad ogni modo il terzo tempo è un buon risultato anche se la mia qualifica è stata strana. Ho ottenuto il mio miglior giro nel Q1 e poi non sono più riuscito a replicarmi perché non avevo la stessa aderenza”.

Se si guarda al confronto interno in Red Bull si capisce come, ancora una volta, Verstappen sia riuscito a guidare oltre i problemi della vettura. Albon, infatti, ha ottenuto soltanto il sesto riferimento accusando mezzo secondo di gap dal compagno di team, ma le difficoltà nel mandare subito in temperatura le gomme hanno limitato Max.

“Nel Q2 e nel Q3 hai meno minuti a disposizione e questo ha reso difficile riuscire a fare entrare le gomme nella corretta finestra di temperature. Purtroppo non è stato piacevole guidare in queste condizioni”.

Verstappen non ha poi usato giri di parole quando ha dichiarato di aver avuto la sensazione di guidare sul ghiaccio quando ha spiegato le difficoltà vissute sino ad oggi.

“Ho girato su questo tracciato a gennaio ed ho subito pensato che sarebbe stato fantastico guidare qui con una Formula 1 considerando il livello di aderenza che c’era all’epoca. Purtroppo, adesso, non riesco a spingere. E’ come se guidassi sul ghiaccio!”.

I due decimi di ritardo dal tempo di Hamilton possono lasciar sperare di aver ormai raggiunto le performance delle Mercedes dell’inglese e di Bottas? Secondo Max è ancora presto per parlare di un gap annullato.

“Se guardiamo i tempi possiamo dire di esserci avvicinati alle Mercedes, ma è difficile trarre conclusioni a causa dei problemi con il grip. Per effettuare una valutazione equilibrata dovremmo andare su un tracciato dove abbiamo già girato in passato e che conosciamo bene”.

Kevin Magnussen, Haas VF-20, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Kevin Magnussen, Haas VF-20, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
1/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
2/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
3/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
4/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
5/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
6/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
7/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
8/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
9/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
10/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
11/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
12/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
13/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
14/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Volano scintille dall'auto di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Volano scintille dall'auto di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
15/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
16/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
17/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Volano scintille dall'auto di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Volano scintille dall'auto di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
18/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
19/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Volano scintille dall'auto di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Volano scintille dall'auto di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
20/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
21/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
22/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Vettel ammette: "Leclerc ora è su un altro pianeta"
Articolo precedente

Vettel ammette: "Leclerc ora è su un altro pianeta"

Prossimo Articolo

Fotogallery F1: le belle qualifiche del GP di Portogallo

Fotogallery F1: le belle qualifiche del GP di Portogallo
Carica commenti
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021