Verstappen: "Cosa si aspettava Leclerc con quella manovra?"

Il pilota della Red Bull ha finito la propria gara dopo pochi metri a causa dell'incidente provocato da Leclerc ed ha chiesto spiegazioni al monegasco per una manovra troppo aggressiva.

Verstappen: "Cosa si aspettava Leclerc con quella manovra?"

La penultima gara stagionale non resterà certamente nel libro dei ricordi di Max Verstappen. Per il pilota della Red Bull, infatti, il GP di Sakhir è durato poche centinaia di metri prima di andare a muro in curva 4.

Tutto è accaduto subito dopo la partenza quando Verstappen e Perez sono arrivati appaiati proprio alla staccata di curva 4. Leclerc, scattato dalla quarta casella, ha completamente sbagliato la frenata andando a bloccare l’anteriore destra per poi colpire con l’anteriore sinistra la Racing Point di Sergio Perez.

Il messicano è finito in testacoda e per evitare la vettura #11 Verstappen ha girato largo sulla via di fuga per poi perdere il controllo della propria monoposto ed impattare contro le protezioni.

Sceso dalla Red Bull, Max ha sfogato tutta la sua rabbia dando un calcio al muretto per poi subito dopo andare da Leclerc e chiedere spiegazioni al pilota della Ferrari per una manovra oggettivamente esagerata.

“La partenza è stata buona, Valtteri ha chiuso la porta come è giusto che sia ed io ho dovuto alzare il piede. Da quel momento ho soltanto cercato di non riportare danni in mezzo alle altre auto”.

Leggi anche:

Max ha spiegato la dinamica del caos che l’ha portato contro le barriere di protezione in curva 4.

“Checo non poteva vedere cosa accadeva all’interno. Charles ha bloccato l’anteriore destra, ha avuto sottosterzo e ha colpito Perez. Io ho cercato di evitare la Racing Point quando si è girata così da non danneggiare la mia vettura, ma sono finito in ghiaia e non c’è stato niente da fare”.

Verstappen ha poi indicato in Leclerc il responsabile per il caos del primo giro. Secondo Max il monegasco non ha ragionato con lucidità quando al termine della corsa mancavano ben 86 giri.

“Onestamente non capisco perché tutti sono stati così aggressivi. Eravamo tutti nelle posizioni di vertice e ci siamo trovati con tre vetture danneggiate di cui due in modo serio. Non capisco perché Charles si sia tuffato in curva 4 in quel modo frenando così tardi. Che cosa si aspettava?”.

Ritrovata la calma, Max ha poi voluto gettare acqua sul fuoco…

“Non sono arrabbiato ma è frustrante ritirarsi così presto in una gara nella quale avevamo ottime possibilità di fare bene. Rispetto Charles, è un grande pilota, ma ha esagerato in quella occasione”.

Max Verstappen, Red Bull Racing, e Charles Leclerc, Ferrari, parlano dopo il ritiro
Max Verstappen, Red Bull Racing, e Charles Leclerc, Ferrari, parlano dopo il ritiro
1/7

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing, si allontana dalla sua auto dopo il ritiro
Max Verstappen, Red Bull Racing, si allontana dalla sua auto dopo il ritiro
2/7

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing, e Charles Leclerc, Ferrari, si allontanano dalle loro auto dopo il ritiro
Max Verstappen, Red Bull Racing, e Charles Leclerc, Ferrari, si allontanano dalle loro auto dopo il ritiro
3/7

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing, e Charles Leclerc, Ferrari, dopo il ritiro
Max Verstappen, Red Bull Racing, e Charles Leclerc, Ferrari, dopo il ritiro
4/7

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing, Charles Leclerc, Ferrari, a bordo pista dopo il ritiro
Max Verstappen, Red Bull Racing, Charles Leclerc, Ferrari, a bordo pista dopo il ritiro
5/7

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing, sale sopra uno scooter dopo il ritiro
Max Verstappen, Red Bull Racing, sale sopra uno scooter dopo il ritiro
6/7

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing, a bordo pista dopo il ritiro
Max Verstappen, Red Bull Racing, a bordo pista dopo il ritiro
7/7

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Leclerc onesto: "Mi piace dirlo quando commetto un errore"
Articolo precedente

Leclerc onesto: "Mi piace dirlo quando commetto un errore"

Prossimo Articolo

Impresa Perez: il licenziato vince il GP di Sakhir regalato da Mercedes

Impresa Perez: il licenziato vince il GP di Sakhir regalato da Mercedes
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021