Verstappen attacca Bottas: "Ha fatto una ca....a enorme!"

L'olandese ha concluso il GP di Ungheria con il solo punto del decimo posto dopo essere stato coinvolto nel crash iniziale dall'errore clamoroso di Bottas ed a fine corsa ha rivolto parole di fuoco al pilota della Mercedes.

Verstappen attacca Bottas: "Ha fatto una ca....a enorme!"

In occasione della conferenza stampa del sabato, subito dopo le qualifiche, Max Verstappen era sbottato all’ennesima domanda su un ipotetico contatto in curva 1 in Ungheria. L’olandese, piuttosto nervoso dopo i fatti di Silverstone, aveva interrotto il giornalista che gli aveva posto la domanda chiedendo di smetterla di tornare sempre sulla stessa questione.

Forse, però, quel giornalista aveva la sfera di cristallo. Anche oggi, infatti, al primo giro il pilota della Red Bull è stato coinvolto in un contatto, ma questa volta ad innescare il caos è stato Valtteri Bottas.

Il finlandese è stato autore di un avvio pessimo. Valtteri ha pattinato eccessivamente con le gomme intermedie su asfalto bagnato e dalla seconda posizione è subito scivolato in quarta alle spalle di Verstappen e Norris.

Giunto alla staccata di curva 1 il pilota della Mercedes ha commesso un errore da debuttante. Bottas ha completamente sbagliato il punto di frenata ed ha impattato contro il retrotreno della McLaren di Norris.

L’inglese, ormai senza controllo della sua vettura, è andato a scontrarsi contro la fiancata destra della Red Bull di Verstappen danneggiando seriamente il bargeboard ed il fondo, mentre Bottas ha proseguito la sua carambola contro la monoposto di Perez costringendo il messicano al ritiro.

Max è riuscito a tornare ai box e grazie alla bandiera rossa i suoi meccanici sono stati in grado di intervenire sulla carrozzeria cambiando le parti danneggiate, ma non è stato possibile intervenire sul fondo e sui deviatori di flusso.

Quando le operazioni sono riprese, Max ha faticato visibilmente nel gestire una vettura aerodinamicamente squilibrata e dopo aver trascorso l’intera gara a remare è riuscito nel finale a beffare un Ricciardo sempre più in crisi per strappare all’australiano il punto del decimo posto.

Una volta giunto davanti ai microfoni della stampa, Max ha subito attaccato duramente Bottas senza troppi giri di parole.

“Sono stato buttato fuori pista ancora una volta da una Mercedes. È stata completamente colpa di Bottas, ha fatto una cazzata enorme. Ha frenato troppo tardi, è andato a finire addosso a Lando e Norris non poteva fare nulla”.

Dopo lo zero di Silverstone, l’olandese oggi ha raccolto un solo punto e si è visto scavalcare in classifica da Hamilton, oggi terzo. Il vantaggio che Max aveva accumulato sino all’appuntamento inglese è improvvisamente svanito ed a Spa sarà necessario fare un reset e cercare di avere tra le mani una Red Bull daccapo dominante.

Oggi Verstappen è stato passeggero della sua monoposto. Per buona parte della gara è stato in silenzio via radio, forse per cercare di smaltire la rabbia, per poi comunicare ai box di non riuscire a guidare a causa dei numerosi danni riportati.

“Fa male aver avuto così tanta sfortuna in due gare consecutive. Oggi non ho potuto fare nulla, è stata una gara dove ho avuto bloccaggi continui causati dagli enormi danni riportati. Soffrivo di sottosterzo e di sovrasterzo. Ad ogni modo ho voluto finire la corsa per cercare di prendere qualche punto”.

“Ovviamente cerchi sempre di fare il meglio che puoi, ma questo è possibile se hai una vettura intera che ti può consentire di lottare per le posizioni di vertice. Oggi con quello che avevo era difficile”.

La delusione sul volto dell’olandese è enorme e giustificata, ma Verstappen non ha perso lo spirito da combattente che ha infiammato le folle.

“Avrei preferito andare in vacanza in modo diverso, ma nulla è ancora perso. Dovremo continuare ad attaccare”.

condivisioni
commenti
Sainz: "Costretto a fare fuel saving negli ultimi 10 giri"

Articolo precedente

Sainz: "Costretto a fare fuel saving negli ultimi 10 giri"

Prossimo Articolo

Binotto: "Stroll è un professionista, manovra incomprensibile!"

Binotto: "Stroll è un professionista, manovra incomprensibile!"
Carica commenti
Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021