Vasseur: "Il taglio dei costi ha salvato l'Alfa Romeo"

Fred Vasseur ha sottolineato l'importanza delle misure adottate in questa stagione segnata dalla pandemia per consentire all'Alfa Romeo Sauber di poter continuare a correre anche in futuro.

Vasseur: "Il taglio dei costi ha salvato l'Alfa Romeo"

L’impatto della pandemia da COVID-19 ha avuto effetti importanti anche sulle finanze dei team di Formula 1. Tutte le squadre hanno accettato di posticipare l’adozione del nuovo regolamento tecnico al 2022 e di schierarsi in griglia quest’anno con le monoposto 2020 utilizzando un sistema di gettoni per gli sviluppi.

Parlando a Motorsport.com, Vasseur ha dichiarato come queste misure siano state cruciali per mantenere a galla l'ex Sauber ed ringraziato tutti i team di F1 per aver raggiunto un accordo.

“Non è mai semplice prendere una decisione simile perché hai paura di dare un vantaggio ad un altro team”.

“Ci trovavamo in una situazione molto complicata ed abbiamo dovuto accettare un congelamento degli sviluppi ed un tetto massimo per il budget cap ridotto. Ci saremmo immaginati che altri team sarebbero stati contrati a questa proposta”.

“Quando capisci sin dai test di Barcellona di non avere una vettura competitiva non hai mai voglia di congelare gli sviluppi per i prossimi 18 mesi. Fortunatamente, però, nessuno si è opposto. Se così non fosse stato non sono sicuro che saremmo riusciti a sopravvivere”.

L’Alfa Romeo Sauber ha vissuto un 2020 complicato finendo ottava nel Costruttori. Nonostante ciò, Vasseur si è detto convinto che lo scorso anno abbia segnato una rivoluzione per la Formula 1 da un punto di vista politico con tutti i team che hanno spinto nella stessa direzione a causa della pandemia.

“Sicuramente è anche nei momenti difficili che si può vedere la solidarietà del gruppo”.

“In un paio di settimane siamo riusciti a fare molto di più di quanto abbiamo fatto negli ultimi 10 anni. E’ stata approvato il tetto massimo di spesa ed il cambiamento del regolamento, ed inoltre la FOM è stata in grado di creare un incredibile calendario di 17 gare in un paio di settimane con tutte le squadre che non hanno avuto problemi nel passare da un calendario all'altro”.

“Sono successe così tante cose in un periodo così breve che penso sia stata come una rivoluzione nella mentalità della F1”.

“Ora dobbiamo mantenere questa mentalità perché penso che in futuro dovremo affrontare nuove sfide e quando lavoriamo insieme siamo in grado di trovare le soluzioni piuttosto velocemente”.

Anche per il 2021 il team svizzero godrà del legame con Alfa Romeo e questo avrà un impatto anche per lo sviluppo delle vetture stradali del brand italiano.

Vasseur ha spiegato cone la partnership con Alfa Romeo vada ben oltre la semplice sponsorizzazione.

“Per noi è un aspetto fondamentale. Non voglio parlare del lato finanziario quanto della motivazione che un legame del genere può  dare al team. Il fatto che Alfa Romeo abbia deciso di estendere l’accordo è una bella ricompensa, ma anche un passo avanti per noi”.

“Stiamo collaborando molto sul fonte automotive e penso che questa sia una buona partnership per la nostra azienda”.

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
1/23

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Nicholas Latifi, Williams FW43, in battaglia con Kevin Magnussen, Haas VF-20 e Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
Nicholas Latifi, Williams FW43, in battaglia con Kevin Magnussen, Haas VF-20 e Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
2/23

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
3/23

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
4/23

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
5/23

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
6/23

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
7/23

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39, in battaglia con Kevin Magnussen, Haas VF-20
Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39, in battaglia con Kevin Magnussen, Haas VF-20
8/23

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39, sulla griglia
Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39, sulla griglia
9/23

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
10/23

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
11/23

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
12/23

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
13/23

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
14/23

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
15/23

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
16/23

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
17/23

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
18/23

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
19/23

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
20/23

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
21/23

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
22/23

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
23/23

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Aston Martin: basta livrea rosa, c'è un nuovo title sponsor
Articolo precedente

Aston Martin: basta livrea rosa, c'è un nuovo title sponsor

Prossimo Articolo

Vettel: "Orgoglioso di far parte di Aston Martin"

Vettel: "Orgoglioso di far parte di Aston Martin"
Carica commenti
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021