Vandoorne: "Concentrarmi nella sfida con Alonso sarebbe sbagliato"

Stoffel Vandoorne, alla prima stagione completa in McLaren, pensa che sarebbe un grave errore impostare il campionato con il solo obiettivo di cercare di battere Fernando Alonso. Il belga dopo il debutto in Bahrain non sente troppa pressione.

Vandoorne: "Concentrarmi nella sfida con Alonso sarebbe sbagliato"
Stoffel Vandoorne, collaudatore e pilota di riserva, McLaren, scherza con Ciaron Pilbeam, Capo ingeg
Stoffel Vandoorne, McLaren MP4-31 Test and Reserve Driver
Fernando Alonso, McLaren, Stoffel Vandoorne, McLaren
Stoffel Vandoorne, collaudatore e pilota di riserva McLaren con Zak Brown, Direttore Esecutivo McLar
Stoffel Vandoorne, Dandelion
Eric Boullier, McLaren Racing Director and Stoffel Vandoorne, McLaren
Stoffel Vandoorne, McLaren
Stoffel Vandoorne, McLaren MP4-31

Nella seconda parte del Mondiale 2016, Stoffel Vandoorne ha iniziato un lungo conto alla rovescia. Impegnato nel poco attivo ruolo di terzo pilota, e come commentatore televisivo per la Tv Belga, Vandoorne ha trascorso gli ultimi Gran Premi della scorsa stagione con le scadenze di un countdown verso il suo ritorno in pista al volante di una Formula 1.

Il ghiaccio era stato rotto nell’animata vigilia del Gran Premio del Bahrain 2016, in cui il belga è stato chiamato in extremis dalla McLaren (era in Giappone per la prova della serie Superformula) per sostituire Fernando Alonso.

“Un’esperienza molto utile – assicura oggi Vandoorne – c’era un sacco di attenzione su di me, molta più di quella che ci sarà a Melbourne il prossimo marzo. E’ andata molto bene, ed è stato il primo passo della mia carriera in Formula 1”.

Stoffel, almeno in apparenza, non sembra proprio sentire la pressione. Tra poche settimane inizierà la sua avventura nel Circus a tempo pieno, al fianco di un compagno di squadra tra i più scomodi in assoluto. Ma Vandoorne lo ha chiarito: per lui non sarà una stagione da vivere sul confronto con Fernando Alonso.

“Mi trovo molto bene con Fernando - ha chiarito Stoffel in un'intervista esclusiva con Motorsport.com – ho avuto la possibilità di vederlo lavorare negli ultimi due anni, e a volte sono stato coinvolto con lui nel lavoro di squadra. E’ un pilota molto competitivo e tutti conoscono bene le sue capacità, non per niente è considerato uno dei migliori in circolazione".

"La certezza per me è che sarà un ottimo punto di riferimento. Ma sarebbe un errore concentrarsi solo su Fernando. Il nostro obiettivo principale come gruppo di lavoro è quello di portare nelle prime file la McLaren-Honda, ed è per questo obiettivo che ci concentreremo”.

Vandoorne ha ben chiaro cosa si attenderà la squadra da lui:
“Fare il massimo in ogni situazione, evitando errori stupidi. La pressione c’è sempre in Formula 1, è un ambiente competitivo e credo che lo sia sempre stato. Ma in passato mi è già stato chiesto di svolgere un certo lavoro e di cogliere certi obiettivi, in ogni campionato in cui ho militato. La Formula 1 è un altro passo avanti nella mia carriera, dove cui sono più media che dopo un errore non ti fanno sconti. Ma le regole le conosco da tempo e sono ben chiare”.

Anche se Vandoorne sarà di fatto un esordiente al via del suo primo mondiale completo di Formula 1, i dubbi maggiori su quelli che realisticamente potranno essere i suoi obiettivi sembrano essere più legati alla performance della monoposto.

Gli interrogativi sul lavoro di McLaren e Honda troveranno una risposta solo dopo le prime gare stagionali.
“Io non ho ancora alcuna aspettativa - ha spiegato – è difficile per me capire oggi dove ci potremo collocare in termini di prestazioni, e credo che anche per gli altri team sia un po' lo stesso. Per me nel breve periodo la cosa più importante è arrivare ai test di Barcellona e iniziare il mio lavoro dando il massimo contributo alla squadra, con l’introduzione dei nuovi regolamenti ci sono tanti aspetti con cui si dovrà familiarizzare”

Intervista di Jonathan Noble

condivisioni
commenti
Il peso minimo delle Formula 1 2017 cresce di 6 kg per le gomme

Articolo precedente

Il peso minimo delle Formula 1 2017 cresce di 6 kg per le gomme

Prossimo Articolo

Ferrari: Giovinazzi ha fatto il suo debutto sulla SF15-T a Fiorano

Ferrari: Giovinazzi ha fatto il suo debutto sulla SF15-T a Fiorano
Carica commenti
Condizionamenti F1: Wolff e Horner, attenti a quei due! Prime

Condizionamenti F1: Wolff e Horner, attenti a quei due!

Lewis Hamilton e Max Verstappen se le sono suonate in pista a Silverstone, mentre Toto Wolff e Christian Horner continuano a beccarsi a livello mediatico. I due team principal stanno alimentando la rivalità sportiva con comportamenti e dichiarazioni che andrebbero misurati. Quali saranno gli effetti in Ungheria di questi atteggiamenti aggressivi e utilitaristici?

F1 '96 e GP2: dove sono nati i videogames di Formula 1 Prime

F1 '96 e GP2: dove sono nati i videogames di Formula 1

Grand Prix 2 e Formula 1 '96 sono due giochi che hanno segnato un'era a cavallo della metà degli anni '90. Titoli di riferimento al momento dell'uscita, possono essere riconosciuti come veri e propri precursori del genere arcade e simulativo che ha aperto la strada ai videogames odierni

Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari Prime

Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari

Nonostante la giovane età Callum Ilott ha vissuto numerose esperienze nel motorsport. Dopo essere stato scaricato da Helmut Marko, l'inglese ha trovato una seconda opportunità con la Ferrari e adesso punta con decisione ad un ruolo da titolare in F1 nel 2022.

Formula 1
26 lug 2021
F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring Prime

F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring

Piquet, Senna, Schumacher, Vettel... questi sono solo quattro dei tanti nomi che hanno contribuito a fare la storia del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1. Riviviamo insieme alcuni degli episodi più significativi della gara ungherese.

Formula 1
26 lug 2021
Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita Prime

Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita

A Silverstone la Scuderia ha sfiorato una clamorosa vittoria con Charles Leclerc. La SF21 è molto migliorata nella gestione delle gomme Pirelli (specie con la mescola media), ma per estrarre il massimo dalla Rossa i due piloti devono portarla il più avanti possibile in qualifica.

Formula 1
24 lug 2021
F1 2021: piloti dal salotto di casa Prime

F1 2021: piloti dal salotto di casa

Andiamo ad analizzare da vicino F1 2021, il videogame dedicato alla stagione attuale di Formula 1 realizzato da Codemasters

Formula 1
24 lug 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top

16esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 2).

Formula 1
22 lug 2021
Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia Prime

Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia

La storia della Formula 1 è ricca di incidenti, toccatine maliziose e vere e proprie vendette all'arma bianca entrate nell'immaginario collettivo di chi ama questo sport. E quanto visto domenica a Silverstone tra Hamilton e Verstappen sembra non essere destinato a rimanere un caso isolato...

Formula 1
22 lug 2021