Stoffel Vandoorne
Topic

Stoffel Vandoorne

Vandoorne: "Che gusto il doppio sorpasso delle Williams dopo il pit"

condivisioni
commenti
Vandoorne: "Che gusto il doppio sorpasso delle Williams dopo il pit"
Di:
4 ott 2017, 13:19

Il della McLaren ci racconta come ha costruito il settimo posto nel GP della Malesia che gli ha permesso di superare Alonso nel mondiale piloti. Stoffel è fiducioso anche per Suzuka, una pista che conosce bene grazie alla SuperFormula.

Lance Stroll, Williams e Stoffel Vandoorne, McLaren firmano autografi ai fan
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32, lascia la pit lane dopo una sosta al box
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32, Lance Stroll, Williams FW40, Felipe Massa, Williams FW40
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32, Lance Stroll, Williams FW40, Felipe Massa, Williams FW40
Stoffel Vandoorne, McLaren
Stoffel Vandoorne, McLaren
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32
Stoffel Vandoorne, McLaren, saluta nella drivers parade
Stoffel Vandoorne, McLaren
Stoffel Vandoorne, McLaren
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32 e Sergio Perez, Sahara Force India VJM10 battle
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08, Max Verstappen, Red Bull Racing RB13, Daniel Ricciardo, Red Bul
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32

Dopo i buoni riscontri arrivati dal weekend di Singapore, eravamo convinti che il fine settimana di Sepang sarebbe stato più difficile rispetto a Marina Bay. La conformazione della pista malese, caratterizzata da due lunghi rettilinei, non rappresentava il contesto ideale per la nostra monoposto, quindi le aspettative della vigilia non erano delle migliori.

Le previsioni non sono variate al termine della giornata di venerdì, dove a causa della pioggia e di una bandiera rossa abbiamo girato molto meno rispetto a quanto avevamo programmato.

Nei pochi giri percorsi non ho trovato un gran feeling con la MCL32, ma sabato tutto è drasticamente migliorato.

Non avevo le ultime novità aerodinamiche

Sono state fatte delle modifiche di setup che sono andate decisamente nella giusta direzione. La mia configurazione aerodinamica era differente rispetto a quella di Fernando non avendo a disposizione le ultime novità aerodinamiche portate in Malesia, quindi ho dovuto cercare un setup che si sposasse meglio con la mia vettura.

Nell’ultima sessione di prove libere ho avuto subito una feeling positivo, ed ho iniziato a credere che ci sarebbe stato il potenziale per puntare alla top-10 in qualifica. Previsione che è stata confermata già dai primi giri della sessione Q1, e successivamente in Q2 e Q3.

Settimo in qualifica meglio del previsto!

Ho spinto al massimo possibile, nella speranza di provare a metterci alle spalle le Williams e le Force India, ed alla fine solo Sergio Perez ci ha preceduti. Il settimo posto sulla griglia di partenza è stata una bellissima sorpresa.

Domenica mattina abbiamo valutato nel consueto briefing che non sarebbe stato facile tenere alle nostre spalle le solite Williams e Force India. Normalmente hanno un passo di gara più costate rispetto al nostro, ma le cose si sono messe subito molto bene grazie ad una buona partenza ,che mi ha permesso di sfilare in quinta posizione diventata poi sesta dopo l’attacco di Perez.

Momento chiave? Il doppio sorpasso Williams

Sapevo che una fase cruciale della corsa sarebbe stata quella del pit-stop, ed una volta completata l’operazione sono uscito dai box trovandomi alla staccata della prima curva con le due Williams. E’ stato un momento chiave della gara, perché sono riuscito a sfilare davanti a loro in modo un po’ aggressivo, prendendo qualche metro di vantaggio che si è rivelato cruciale. Era infatti fondamentale tenere Stroll fuori dalla zona DRS, quindi sapevo di non poter permettermi il minimo errore, anche perché ero al limite sia con l’usura delle gomme che con il consumo di carburante.

Ho scavalcato Fernando nel mondiale piloti

I punti arrivati grazie al settimo posto finale mi hanno consentito di scavalcare Fernando nella classifica piloti, un aspetto che tanti addetti ai lavori hanno commentato dopo la corsa, ma non credo che sia un passaggio fondamentale per la mia stagione, visto che non stiamo lottando per il titolo.

Sappiamo però che per noi non è semplice conquistare punti in ogni gara, ed era importante cogliere questa opportunità a Sepang. Dopo il risultato malese c’è stato un cauto ottimismo, che ci fa credere che possa esserci ancora la possibilità di puntare alla top-10 nelle cinque gare restanti. Se poi a fine anno mi confermerò davanti a Fernando, non sarà una cattiva notizia, ovviamente.

Mi sono subito trasferito in Giappone

E’ stato un po’ particolare correre a Sepang sapendo che sarebbe stata l’ultima edizione del Gran Premio. Non avevo mai corso su questa pista, ed ho avuto modo di apprezzare la partecipazione del pubblico nell’arco di tutto il weekend. Terminata la gara ci siamo trasferiti subito in Giappone, in vista del prossimo fine settimana.

Non vedo l’ora di essere a Suzuka, credo che sia una delle piste migliori al mondo, ed ho avuto l’opportunità di trascorrere molto tempo su questo tracciato ed in generale in Giappone nel 2016, quando ho disputato il campionato Super Formula.

Sarà molto interessante scendere in pista a Suzuka con questa generazione di monoposto di Formula 1, ma al di là di questo aspetto che mi incuriosisce molto, non so cosa attendermi dal weekend giapponese. Mi auguro che possa arrivare una bella sorpresa, proprio come a Sepang, e spero di poter fare la mia parte per offrire il miglior spettacolo possibile agli incredibili fans giapponesi!

Prossimo Articolo
Suzuka da brivido: la curva 130R sarà affrontata a una velocità di 326 km/h!

Articolo precedente

Suzuka da brivido: la curva 130R sarà affrontata a una velocità di 326 km/h!

Prossimo Articolo

ESPN sostituisce NBC come emittente TV della F.1 negli Stati Uniti Dal 2018

ESPN sostituisce NBC come emittente TV della F.1 negli Stati Uniti Dal 2018
Carica commenti