Ufficiale: Fernando Alonso ha rinnovato con la McLaren

Alla fine il pilota spagnolo ha deciso di intraprendere insieme alla squadra di Woking la nuova avventura con il motore Renault. Anche l'anno prossimo sarà il compagno di squadra di Stoffel Vandoorne.

L’ufficialità dell’accordo tra Fernando Alonso e la McLaren, prolungamento dato per scontato dopo il passaggio del team inglese dalla power unit Honda a quella Renault, apre un nuovo capitolo nella carriera del pilota spagnolo. Nel paddock si dice (abbozzando un sorriso) che Alonso abbia due talenti: uno in pista ed uno al di fuori, contrapponendo la sua solida posizione di top driver, che resiste col passare degli anni, alle scelte di carriera che lo hanno portato ad ottenere molto meno di quanto le sue doti di guida gli avrebbero consentito.

Ed ancora una volta è stato proprio Alonso a influire non poco nelle scelte effettuate dalla squadra in cui corre. Dopo tre stagioni di sofferenza Fernando ha dato l’out-out: o io o la Honda, e la McLaren ha scelto Alonso. Da qui il rinnovo del contratto tra le due parti. Una vittoria sul fronte politico che lo spagnolo spera possa essere il primo passaggio verso il ritorno ad un successo in pista.

"È fantastico poter continuare il mio rapporto con la McLaren – ha commentato Alonso senza chiarire la durata del nuovo contratto - il mio cuore mi ha consigliato di rimanere qui, e mi sento davvero a casa. Questa è una squadra fantastica, piena di persone incredibili, con un calore umano che non ho mai incontrato in precedenza in Formula 1. Un altro aspetto altrettanto importante è che la McLaren ha le risorse tecniche e la forza finanziaria per poter tornare a vincere rapidamente, siale gare che i campionati del mondo. Anche se negli ultimi anni è stata dura, non abbiamo mai dimenticato come vincere e penso che possiamo riuscire a tornare vincenti in tempi brevi".

Quella del binomio McLaren-Renault sembra proprio essere l’ultima chance per Alonso, andato vicino all’addio alla Formula 1 ma di fatto incapace di lasciare il Circus senza una rivincita. A fine stagione saranno 90le gareconsecutive senza vittorie, seguite a quel Gran Premio di Spagna del 2013 che videil suo ultimo successo in assoluto nel Mondiale.

Negli ultimitre anni il bi-campione del Mondo è stato in Formula 1 senza esserci. Un lampo ogni tanto, ma di fatto Alonso ha vissuto lontano dalle tensioni che esistono solo nelle prime file, ansienelle quali ‘Nando’ ci ha sempre sguazzato alla grande. Ora arriva la chance per riavvicinarsi alla Formula 1 che conta, per preparare la valigia prima di una trasferta senza la certezza matematica di fare la comparsa.

Sarà ancora Fernando Alonso? Negli ultimi anni gli schiaffi ricevuti sono stati molti, soprattutto nel prendere atto che la Formula 1, anche se con dispiacere, può sopravvivere a tutti, anche allo stesso Alonso. “I piloti passano, le squadre restano”, si ricorda spesso ai ragazzi che militano nelle formule minori, ed è verità. La Ferrari è tornata a vincere senza “Nando”, probabilmente un giorno lo farà anche la McLaren, e non è detto che non ci riuscirà anche la stessa Honda.

Non è questo contro cui un pilota deve combattere. Il peggior nemico di “Nando” è la sua storia, e per ripartire è necessario prendere le distanze dal passato, cosa che non ha mai saputo fare molto bene. C’è da reinventarsi, smussando un po’ gli angoli, perché a furia di sbattere le porte poi la vita presenta il conto, come Fernando ha avuto modo di verificare in prima persona. Ora avrà una McLaren tutta per lui ed una Renault che di sicuro non lo collocherà sotto nessun’altro dei suoi piloti, e la voglia di riscatto non mancherà di certo. Potrebbe essere questa la storia a sorpresa (neanche poi tanto) del Mondiale 2018.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso
Team McLaren
Articolo di tipo Ultime notizie