Tutti con Wehrlein: anche Toto Wolff lo difende

Malgrado i due piazzamenti in top 10 ottenuti nel 2017, il pilota scuola Mercedes è stato appiedato dalla Sauber che gli ha preferito il campione F.2 Charles Leclerc e per ragioni politiche Marcus Ericsson

Attualmente in fase di stand-by, in attesa di sapere che cosa farà nel 2018, Pascal Wehrlein ha incassato il sostegno di molti rappresentanti del paddock, tra cui quelli della sua ex team principal ad Hinwil, Monisha Kaltenborn, e adesso quello del boss di Stoccarda Toto Wolff.

“Si trova in una situazione difficile perché se la Williams dovesse chiudergli le porte non vedo altri posti liberi”, ha confidato il manager a Motorsport.com. “Pascal è un ottimo pilota e si meriterebbe un sedile in Formula 1. Le sue performance in pista sono state eccezionali, ma per ragioni che vanno ben oltre la guida, non si sono aperte le possibilità che avremmo sperato. A mio avviso ha il potenziale per ottenere successi”.

Nonostante le difficoltà incontrate con il 23enne di Sigmaringen, il dirigente delle Frecce d’Argento si è detto soddisfatto del programma junior del marchio tedesco, che vanta tra le sue fila nomi come Esteban Ocon e il nuovo talento George Russell.

 

“Il nostro obiettivo è scovare il prossimo Lewis Hamilton. Un compito non semplice essendo ad un livello incredibile”, ha proseguito il viennese. “La scelta che abbiamo preso è di agevolare driver veloci e d’esperienza. Chi arriva da noi deve essere già abbastanza completo. La Mercedes non è il posto giusto per imparare”.

“Per il momento sono contento di come sta procedendo. Chissà, forse fra due o tre anni avremo un giovanissimo su una Freccia d’Argento dopo aver fatto il percorso dalla Formula 4 o la Formula Renault come Esteban o George”, ha quindi argomentato.

“Il francese, oggi, ha un volante alla Force India ed è sicuramente un pezzo pregiato della serie visto il grande interesse suscitato, mentre il britannico è all’inizio del suo viaggio verso il Circus e ha già centrato il target del titolo in GP3”.



E ancora: “Vedremo come andrà in F.2. Il suo test con la Force India è stato positivo, tuttavia i tempi per una promozione sono ancora acerbi. Dovrà dimostrare di meritare la Formula 1 ed è qui che comincia la parte complicata”, ha concluso Wolff.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Pascal Wehrlein
Articolo di tipo Ultime notizie