Tsunoda: "Impressionato da potenza e frenata di una F1"

Il pilota giapponese ha completato ad Imola il 300 Km di test al volante di una monoposto di F1 e si è detto stupito dalla potenza del motore Honda, dalla frenata e dalla quantità di regolazioni al volante richieste.

Tsunoda: "Impressionato da potenza e frenata di una F1"

E’ arrivato il giorno del battesimo in Formula 1 per Yuki Tsunoda. Il pilota giapponese, vera e propria rivelazione del campionato 2020 di F2, oggi ha avuto la possibilità di scendere in pista sullo splendido tracciato di Imola al volante di una Toro Rosso TR12 “vestita” con i colori AlphaTauri.

Tsunoda ha affrontato un test di 300 Km fondamentale per poter avere la possibilità di disputare almeno una sessione di FP1 entro la fine della stagione.

Yuki ha rotto il ghiaccio questa mattina, scendendo in pista con pneumatici Pirelli full wet demo, per poi montare gomme slick medie una volta che l’umidità è sparita dall’asfalto ed incrementare il feeling con la monoposto ed il tracciato.

Per Tsunoda questo test non è stato soltanto l’occasione di coronare il sogno di una vita. Il giapponese,infatti, è il candidato numero 1 per prendere il posto di Daniil Kvyat il prossimo anno, ma per riuscirci dovrà conquistare i punti necessari per ottenere la Superlicenza.

Yuki, attualmente, occupa la terza posizione in classifica piloti in Formula 2, ma per avere la matematica certezza di poter compiere il salto di categoria dovrà concludere almeno al quarto posto in campionato.

Leggi anche:

Al termine di questa giornata, che rimarrà comunque indelebile nei sui ricordi, Tsunoda ha voluto esprimere tutta la propria felicità per essere riuscito a guidare una vettura della massima categoria.

“Oggi, per la prima volta, ho avuto la possibilità di disputare una sessione al volante di una Formula 1 ed è stato molto divertente. E’ un mondo completamente diverso rispetto a quello della Formula 2, soprattutto per quel che riguarda la potenza del motore e dell’impianto frenante”.

“Soprattutto per quel che riguarda la frenata devo ancora imparare qualcosa. La potenza è maggiore di quanto mi aspettassi, ma cercherò di arrivare preparato alla prossima occasione”.

“Non mi sono preoccupato di cercare i tempi sul giro, ma mi sono concentrato sull’abituarmi alla vettura e completare i 300 Km di test previsti. Sono molto soddisfatto di esserci riuscito”.

La prima differenza che ha notato Yuki rispetto ad una vettura di F2, oltre al maggiore impegno fisico richiesto per portare al limite una monoposto di Formula 1, è la notevole quantità di regolazioni sul volante da effettuare durante la guida.

“Ho svolto un allenamento fisico mirato per essere pronto, ma anche con questo training specifico sono arrivato a fine giornata un po' stanco. Ad ogni modo sono davvero contento di questa esperienza. All’interno di una monoposto di Formula 1 un pilota è impegnato nel gestire numerose funzioni mentre è alla guida, ma mi ero già preparato al simulatore”.

Uno dei grandi scogli da superare per il pilota nipponico sarà quello di migliorare il suo inglese. Yuki, a fine giornata, ha affermato di aver dialogato nella sua lingua madre con i tecnici Honda per una migliore comprensione.

“Ho iniziato a parlare con gli ingegneri AlphaTauri già dallo scorso mese, quando mi sono recato in fabbrica per preparare il sedile. Abbiamo subito stabilito un buon rapporto. Ovviamente quando ho dovuto parlare delle prestazioni della power unit Honda mi sono espresso in giapponese, così da avere meno difficoltà”.

Yuki ha poi raccontato un retroscena curioso. Prima del test il pilota giapponese avrebbe avuto la possibilità di correre a Spa in occasione dell’appuntamento dell’Euroformula Open, ma Helmut Marko gli ha impedito di scendere in pista.

“Ero stato invitato dal team Carlin per correre a Spa ed ho chiesto il permesso ad Helmut. Lui mi ha risposto negativamente invitando a concentrarmi solo sul test in Formula 1 senza altre distrazioni”.

Finito il test, per Tsunoda è daccapo il momento di concentrarsi sulla realtà e di focalizzarsi esclusivamente sulle ultime quattro gare della stagione in Formula 2.

“Nel complesso questa giornata è stata molto divertente ed una parte del merito va alla pista di Imola che l’ha resa ancora più interessante”.

“Adesso mi aspettano altri due round di Formula 2, ed altre quattro gare da disputare. Mi concentrerò su ogni singola sessione e poi vedremo quale sarà il risultato alla fine della stagione”.

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project lascia il garage
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project lascia il garage
1/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project lascia il garage
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project lascia il garage
2/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project nel garage
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project nel garage
3/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project nel garage
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project nel garage
4/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project nel garage
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project nel garage
5/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project nel garage
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project nel garage
6/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project parla con un ingegnere
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project parla con un ingegnere
7/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project parla con un ingegnere
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project parla con un ingegnere
8/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
9/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
10/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
11/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
12/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
13/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
14/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
15/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
16/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
17/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project
18/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project esce dall'auto
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project esce dall'auto
19/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project, sull' AlphaTauri
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project, sull' AlphaTauri
20/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project, sull' AlphaTauri
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project, sull' AlphaTauri
21/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project, sull' AlphaTauri
Yuki Tsunoda, Honda Formula Dream Project, sull' AlphaTauri
22/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Liuzzi positivo al COVID era ricoverato in ospedale a Chieti

Articolo precedente

Liuzzi positivo al COVID era ricoverato in ospedale a Chieti

Prossimo Articolo

Tost impressionato da Tsunoda: "Forte in tutte le condizioni"

Tost impressionato da Tsunoda: "Forte in tutte le condizioni"
Carica commenti
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021