F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Toro Rosso: sul flap dell'ala mobile ci sono due incurvature

condivisioni
commenti
Toro Rosso: sul flap dell'ala mobile ci sono due incurvature
Giorgio Piola
Di: Giorgio Piola
14 apr 2016, 09:18

La Toro Rosso adotta un nuovo flap dell'ala posteriore caratterizzato da due incurvature a schiena d'asino, mentre al centro è visibile una forma a V. La STR11 cerca di bilanciare con l'efficienza aerodinamica la carenza di cavalli del Ferrari 049/4.

La Toro Rosso è sicuramente una delle squadre più attive nello sviluppo dei particolari aerodinamici. Del resto il team principal Franz Tost è stato chiaro nei giorni scorsi: "Dobbiamo bilanciare la mancanza di potenza del motore Ferrari in versione 2015 con una migliore efficienza aerodinamica".

E i tecnici diretti da James Key che lavorano in galleria del vento a Bicester non stanno deludendo le attese: per una pista di alto carico la squadra di Faenza ha presentato sulla STR11 un nuovo flap dell'ala mobile.

Guardando l'immagine si può notare come il bordo di uscita sia caratterizzato da due incurvature a schiena d'asino che si riducono al centro dove è visibile una forma a V e ai due lati, verso le paratie.

La minore sezione del flap verso i bordi esterni è funzionale a cercare di controllare la forma del vortice che si genera fra la giuntura del profilo con l'endplate.

La paratia laterale dell'alettone posteriore è caratterizzata da quattro feritoie orizzontali (quella più bassa è la più corta) che sono aperte verso l'anteriore: la soluzione a... pettine, infatti, è stata solo rinforzata da piccoli supporti che non c'erano nella sessione dei test invernali a Barcellona.


Prossimo articolo Formula 1
I piloti di F.1 a cena a Shanghai per una riunione della GPDA

Articolo precedente

I piloti di F.1 a cena a Shanghai per una riunione della GPDA

Prossimo Articolo

Marchionne: "La Sauber? L'Alfa la prende se c'è chi paga i debiti!"

Marchionne: "La Sauber? L'Alfa la prende se c'è chi paga i debiti!"
Carica commenti