Toro Rosso: Sainz parte con il motore sostituito venerdì

Dopo l'esplosione del motore Ferrari numero quattro in qualifica, la Toro Rosso ha deciso di rimontare a Sainz il motore tolto dalla STR11 dello spagnolo dopo le prove libere di ieri. Pare sia stato risolto il problema elettrico.

Alla Toro Rosso fanno la danza della pioggia: con Carlos Sainz 15esimo e Daniil Kvyat 18esimo in griglia, la squadra di Faenza deve sperare in una gara anomala sotto l'acqua per sperare di tornare in zona punti dopo una qualifica molto travagliata.

Il pilota russo ha strappato la sospensione posteriore destra della STR11 su un cordolo della temuta curva 8, anche se sarebbe emerso che Daniil avrebbe scordolato in precedenza sui temutissimi salsicciotti gialli che delimitano la pista oltre i cordoli tradizionali, provocando, forse, una cricca alla sospensione che poi ha ceduto alla sollecitazione successiva.

Diversa la situazione di Carlos Sainz: lo spagnolo alla conclusione della Q1 ha visto esplodere il suo motore Ferrari (pistone?) alla ripartenza dopo la bandiera rossa che è stata causata dal suo compagno di squadra. Qualcuno sostiene che l'iberico abbia dovuto sostare più a lungo del previsto in pit lane al restart, mentre secondo il team il pilota avrebbe atteso meno degli altri essendo stato fra gli ultimi a uscire dal box.

Fatto sta che Carlos ha visto andare letteralmente in fumo il quarto motore (dei cinque concessi in stagione dalla FIA) per cui si schiererà al via della gara con il 6 cilindri turbo che è stato smontato alla conclusione delle libere 3 di sabato dopo l'allarme per un problema elettrico all'impianto di alimentazione. I motoristi della Ferrari, aggregati alla Toro Rosso, hanno risolto il guaio per cui rimonteranno l'unità numero 3 per il GP d'Austria...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Austria
Sub-evento Domenica, Gara
Circuito Red Bull Ring
Piloti Carlos Sainz Jr.
Team Toro Rosso
Articolo di tipo Ultime notizie