F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Toro Rosso: raffinato il Monkey seat con le seghettature

La Toro Rosso sulla STR11 non ha portato solo il flap verticale sul braccio della sospensione anteriore: ci sono interessanti modifiche anche nel posteriore con 15 slot sul fondo e un Monkey seat con quattro flap e tre slot.

La Toro Rosso è particolarmente attiva nello sviluppo della STR11 per il GP di Monaco. Ieri vi avevamo mostrato l'aletta verticale che è stata montata sul braccio inferiore della sospensione anteriore che, in realtà, è ancora parte della brake duct, sotto, ma la squadra di Faenza non si è limitata a questo interessante particolare visto che ha agito anche nel retrotreno della monoposto curta da James Key.

 

Toro Rosso STR11: il profilo nel braccio della sospensione
Toro Rosso STR11: il profilo nel braccio della sospensione

Photo by: Giorgio Piola

 

Sotto, è possibile osservare la modifica al fondo che mostra una zona a Coca Cola più estesa (il tirante della sospensione posteriore pull rod è quasi totalmente a vista dopo che la carrozzeria della fiancata nella parte inferiore è stata ulteriormente svasata), ma a colpire sono certamente le 15 aperture sul bordo di attacco a cui si aggiunge lo slot a L finale che è più grande, proprio in prossimità della ruota posteriore.

La Toro Rosso cerca di riprodurre, per quanto, sia possibile, una sorta di "minigonna" d'aria generando dei vortici che dovrebbero incanale il flusso versoil diffusore posteriore.

Da notare anche le due bavette verticali che fanno convergere l'aria in una zona molto critica della monoposto visto che l'area è condizionata dalle deformazioni della gomma sotto carico.

 

Scuderia Toro Rosso STR11
Toro Rosso STR11: modifiche al fondo con 15 slot

Photo by: Giorgio Piola

 

L'esigenza di cercare il massimo carico aerodinamico ha portato gli aerodinamici della Toro Rosso a elaborare un Monkey seat particolarmente raffinato che cerca di sfruttare per quanto è possibile la (poca) energia emessa dallo scarico centrale.

Il Monkey seat della STR11 non si infulcra sulla struttura deformabile del cambio, ma si attacca al monopilone dell'ala posteriore. E' formato da quattro elementi arcuati con tre soffiaggi, ma l'aspetto che carattertizza questa soluzione è che le paratie laterali adottano tre seghettature orizzontali simili a quelle che si possono notare più in alto nell'endplate dell'alettone.

 

Scuderia Toro Rosso STR11, l'ala posteriore e il monkey seat
Toro Rosso STR11, l'ala posteriore e il monkey seat multi piano

Photo by: Giorgio Piola

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Monaco
Sub-evento Giorgio Piola technical analysis
Circuito Montecarlo
Piloti Carlos Sainz Jr. , Daniil Kvyat
Team Toro Rosso
Articolo di tipo Analisi
Tag piola, toro rosso
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola