Retroscena Toro Rosso: Marko ha trovato la strada per portare Ticktum in F1?

condivisioni
commenti
Retroscena Toro Rosso: Marko ha trovato la strada per portare Ticktum in F1?
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
15 set 2018, 09:08

L'austriaco non ha rinunciato all'idea di avere sulla Toro Rosso al fianco di Kvyat il giovane emergente del vivaio Red Bull. Ecco il piano molto complicato ma non impossibile di Helmut, altrimenti c'è libero Wehrlein che ha rotto il contratto con la Mercedes.

Conferenza stampa, Dan Ticktum, Motopark Dallara F317 - Volkswagen
Dan Ticktum, Motopark Dallara F317 - Volkswagen
Brendon Hartley, Toro Rosso STR13
Pierre Gasly, Scuderia Toro Rosso STR13
Dr Helmut Marko, Consulente Red Bull Motorsport e Brendon Hartley, Scuderia Toro Rosso
Pascal Wehrlein, Mercedes-AMG Team HWA
Sebastien Buemi, Red Bull Racing

Helmut Marko ha annunciato delle novità sul fronte piloti della Toro Rosso 2019 nel weekend di Sochi. È molto probabile che sarà ufficializzato il ritorno di Daniil Kvyat, cosa ormai certa, ma non è affatto sicuro che venga comunicato anche il nome del secondo pilota.

Nel weekend di Singapore si è appreso che Marko sta ancora cercando delle vie per consentire al diciannovenne Dan Ticktum (pilota di vertice del vivaio Res Bull) di arrivare alla fatidica soglia dei 40 punti necessari per ottenere la Superlicenza.

In caso di vittoria nella serie Europea di Formula 3 che lo vede attualmente leader, Ticktum salirebbe a quota 30 (al momento è a quota zero) ma Marko ha sondato anche quanti punti potrà assegnare la nuova F3 Asia Winter Series, che si disputerà in tre gare tra gennaio e febbraio prossimi, sui circuiti di Buriram e Sepang.

La decisione in merito sarà presa dalla prossima “single seater commission”, ma difficilmente il punteggio per il vincitore supererà 7 o 8 punti. Ma per Ticktum c’è sempre la speranza che la ASN britannica possa assegnargli ulteriori 5 punti per buona condotta (che sarebbero cruciali per il raggiungimento di quota 40), per quanto appaia difficile che questa possibilità possa concretizzarsi poiché Dan in passato è stato squalificato per ben un anno proprio per comportamento anti-sportivo a causa di un grave episodio accaduto nel 2015.

Durante una gara della serie MSA Formula, Ticktum finì in fondo al gruppo dopo un contatto con Ricky Collard. Dopo aver superato dieci monoposto in regime di safety-car, Dan raggiunse Collard per poi speronarlo fuori pista. Da qui la squalifica per due stagioni, poi ridotta ad una. Un precedente grave, che rende difficile ipotizzare un premio della ASN per buona condotta a meno che...

La "coincidenza" Wehrlein

Nella giornata di ieri la Mercedes e Pascal Wehrlein hanno comunicato la fine dell’accordo che li legava dal 2012. Il 23enne tedesco ha lasciato la Formula 1 al termine dello scorso Mondiale, dopo una stagione tra alti e bassi alla Sauber, ma non ha mai perso la speranza di poter rientrare nel Circus.

Aver rescisso il contratto con la Mercedes (condizione indispensabile per poter ambire ad un sedile nell’orbita Red Bull) è una coincidenza curiosa, perché arriva proprio in un momento in cui Helmut Marko ha dichiarato di non aver valutato Esteban Ocon poiché vincolato al gruppo tedesco. Ora per Wehrlein, non esistono quindi più vincoli per potersi candidare ad affiancare Kvyat. L’ultima alternativa resta la conferma di Brendon Hartley, a cui Marko non ha ancora comunicato nulla in merito al suo futuro, mentre il nome di Sebastien Buemi non rientra nella lista Toro Rosso, visto che continuerà a collaborare come pilota di sviluppo al simulatore per la Red Bull e a correre nel WEC e in FE.

Prossimo articolo Formula 1
La FIA modifica l'uscita di curva 7 per prevenire l'abuso dei track limits

Articolo precedente

La FIA modifica l'uscita di curva 7 per prevenire l'abuso dei track limits

Prossimo Articolo

Video: vi piace il rendering della Ferrari 2021 oppure preferite la SF71H? Fateci sapere...

Video: vi piace il rendering della Ferrari 2021 oppure preferite la SF71H? Fateci sapere...
Carica commenti