Toro Rosso ha firmato un contratto triennale con Honda per i V6

condivisioni
commenti
Toro Rosso ha firmato un contratto triennale con Honda per i V6
Di:
14 set 2017, 10:40

Motorsport.com è in grado di anticiparvi che il team faentino ha sottoscritto un contratto di 3 anni con il produttore di motori giapponese. L'ufficialità dovrebbe arrivare tra le Libere 1 e le Libere 2 di Singapore.

Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR12
Daniil Kvyat, Scuderia Toro Rosso STR12, Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32
Daniil Kvyat, Scuderia Toro Rosso STR12
Daniil Kvyat, Scuderia Scuderia Toro Rosso STR12
Daniil Kvyat, Scuderia Toro Rosso STR12
Daniil Kvyat, Scuderia Toro Rosso STR12

L'annuncio ufficiale dovrebbe arrivare a cavallo tra le Libere 1 e le Libere 2 del Gran premio di Singapore, dunque nella giornata di domani, ma Motorsport.com è in grado di anticiparvi che la Scuderia Toro Rosso e Honda hanno sottoscritto un accordo pluriennale.

Honda fornirà i propulsori al team di Faenza a partire dalla prossima stagione e lo farà sino al termine del 2020, perché il contratto firmato tra le parti sarà triennale.

Questo cambiamento di fornitore di propulsori è significativo per la Toro Rosso, perché si tratta del terzo in altrettanti anni.

Ricordiamo infatti che nel 2016 le monoposto romagnole erano equipaggiate da power unit Ferrari del 2015, mentre in questa stagione da unità motrici e sistemi di recupero energia della Renault.

Honda così rimarrà in Formula 1 nonostante la separazione dalla McLaren, che, a sua volta, passerà ai motori Renault a partire dalla prossima stagione.

L'accordo tra Toro Rosso e Honda apre anche interessanti scenari che potrebbero coinvolgere un team di punta del Mondiale di F.1. Se il V6 giapponese dovesse dimostrarsi competitivo e affidabile già l'anno prossimo, Red Bull potrebbe valutare di lasciare Renault proprio per le power unit Honda dal 2019.

Informazioni aggiuntive di Lawrence Barretto

Prossimo Articolo
Red Bull costretta ai motori Honda nel 2019 dall'addio Renault?

Articolo precedente

Red Bull costretta ai motori Honda nel 2019 dall'addio Renault?

Prossimo Articolo

Ferrari: torna l'ala anteriore per il massimo carico aerodinamico

Ferrari: torna l'ala anteriore per il massimo carico aerodinamico
Carica commenti