F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Toro Rosso: deviatori di flusso negli sfoghi ai lati dell'abitacolo

James Key continua a proporre soluzioni interessanti: sulla STR11 sono apparsi dei flap verticali per indirizzare l'aria calda che viene sfogata dai radiatori. Si ricerca l'efficienza aerodinamica in ogni dettaglio.

La Toro Rosso è una delle monoposto più interessanti dal punto di vista aerodinamico: il direttore tecnico James Key è riuscito a sviluppare una macchina che punta molto sull'efficienza aerodinamica, penalizzando un po' lo sfogo dell'aria calda del motore Ferrari.

La squadra di Faenza, in attesa di tornare a collaborare con la Renault, utilizza la power unit 2015 del Cavallino rampante che ha mostrato un'affidabilità invidiabile l'anno scorso e che l'abile tecnico inglese ha cercato di sfruttare per realizzare una STR11 molto snella.

Non deve sorprendere, quindi, se la Toro Rosso deva aprire le feritoie ai lati dell'abitacolo per smaltire il calore dei radiatori su una pista cittadina come quella di Baku che associa tratti molto veloci ad un altro molto lento.

Nell'immagine che pubblichiamo è possibile osservare che sulla vettura di Daniil Kvy si è cercato di gestire anche l'evacuazione dell'aria calda dalle pance per cercare di indirizzare i flussi verso il retrotreno. Ai lati dell'abitacolo nello sfogo dell'aria calda sono comparsi interessanti deviatori di flusso che sono orientati e curvilinei...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Europa
Sub-evento Venerdì, prove libere 2
Circuito Streets of Baku
Piloti Carlos Sainz Jr. , Daniil Kvyat
Team Toro Rosso
Articolo di tipo Analisi
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola