Tilke non si aspettava le velocità record registrate a Baku

L'architetto che ha progettato il tracciato cittadino dell'Azerbaigian spiega che erano stimate punte di 345, massimo 350 km/h. I 378 km/h toccati dalla Williams di Bottas in scia hanno spiazzato un po' tutti quanti.

Andare a 378 km/h deve essere davvero impressionante, ma farlo su un circuito cittadino probabilmente alza ulteriormente l'asticella. Questa è la velocità che la Williams di Valtteri Bottas è arrivata a toccare durante le qualifiche di Baku, sfruttando la scia della Red Bull di Max Verstappen.

Le rilevazioni ufficiali parlavano di una già elevatissima velocità di 366,1 km/h, ma la squadra di Grove poi ha rivelato di aver letto in telemetria un valore di addirittura 378 km/h. Questo perchè la "speed trap" era fissata sulla linea del traguardo, ma poi c'è ancora un tratto di rettilineo di prima arrivare al punto di staccata.

Il finlandese ha quindi battuto il precedente primato della storia del Circus, che apparteneva a Juan Pablo Montoya: nel 2005 il colombiano era sfrecciato a 372,6 km/h con la sua McLaren. Peccato però che questo record fosse stato ottenuta su un tempio della velocità come Monza e non su in cittadino.

La performance della Williams ha stupito anche l'ideatore del tracciato cittadino dell'Azerbaigian, l'architetto Hermann Tilke, che non si aspettava di vedere velocità così elevate: "Il nostro computer che utilizziamo per le simulazioni del giro e delle velocità si ferma a 340 km/h, perché non si può mai sapere cosa utilizzeranno le squadra a livello di ali e set-up".

"Molti team dicevano che sarebbe stata intorno a 345 o 350 km/h, ma alla fine è stata più elevata. Penso che sia un record per la Formula 1" ha concluso.

Informazioni aggiuntive di Jonathan Noble

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Europa
Sub-evento Domenica, gara
Circuito Streets of Baku
Piloti Valtteri Bottas
Team Williams
Articolo di tipo Ultime notizie