F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Test Hungaroring: la Toro Rosso lancia la doppia T-wing sulla STR12

Nel retrotreno della STR12 si osserva che alla radice della pinna esce un pilone in carbono che sostiene una doppia T-wing che è posizionata davanti al profilo principale dell'ala posteriore. A Faenza lanciano un nuovo concetto: verrà copiato?

La Toro Rosso guidata da Sean Gelael ha portato alcune interessanti novità al retrotreno della STR12 che sta girando nella prima giornata di test all'Hungaroring: in cima alla pinna del cofano motore si osserva la T-wing monoplano che è caratterizzata da una forma ad ala di gabbiano già vista nel weekend di gara magiaro. Si tratta di un elemento molto scarico, ma la modifica più curiosa è sicuramente quella che si vede più in basso.

Come mostra la foto di Lat Images sopra, c'è una seconda T-wing, questa volta biplano, che è sostenuta da un supporto arcuato che va inserirsi alla radice della pinna. Il concetto, guarda caso, è un po' quello della Mercedes: sulla W08, infatti, la T-wing è sostenuta da uno specifico supporto in carbonio che poi è stato carenato dalla pinna.

Gli aerodinamici diretti da James Key che operano a Bicester, dove la squadra ha la galleria del vento, hanno sviluppato un'idea che modifica quella della Williams che aveva posizionato un profilo poco sopra lo scarico centrale: sulla STR12, infatti la T-wing aggiuntiva si trova poco sopra il punto di attacco del profilo principale dell'alettone posteriore.

Molte soluzioni studiate dalla Toro Rosso negli ultimi tempi hanno fatto scuola: sarà anche questo il caso?

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Hungaroring, test di agosto
Sub-evento Giorgio Piola, analisi tecnica
Circuito Hungaroring
Piloti Sean Gelael
Team Toro Rosso
Articolo di tipo Test
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola