Formula 1
02 lug
-
05 lug
Gara in
14 Ore
:
34 Minuti
:
56 Secondi
G
GP di Stiria
09 lug
-
12 lug
Prove Libere 1 in
5 giorni
G
GP 70° Anniversario
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
32 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
117 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
131 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
145 giorni

Mercedes: un sensore dell'ibrido ha dato l'allarme motore

condivisioni
commenti
Mercedes: un sensore dell'ibrido ha dato l'allarme motore
Di:
23 feb 2020, 12:32

La squadra campione del mondo ha spedito a Brackley la power unit che è stata sostituita giovedì pomeriggio dopo lo stop di Bottas nei test di Barcellona, a causa di un surriscaldamento nell'ibrido segnalato da un sensore. Il guaio è stato individuato e non preoccupa i tecnici della Stella.

Anche l’imprendibile Mercedes non è esente da problemi: come abbiamo anticipato ieri sulla W11 guidata da Valtteri Bottas giovedì pomeriggio nei test di Barcellona è scattato un allarme che ha obbligato il finlandese a rientrare ai box.

Un sensore del sistema ibrido avrebbe segnalato un surriscaldamento e la power unit sarebbe andata in protezione, consigliando poi i tecnici diretti da Andy Cowell di sostituire il motore per spedire precauzionalmente l’unità a Brixworth dove poi effettuare tutti i controlli del caso.

Come la Ferrari, che ha accusato nell'ultimo giorno di test lo sfilamento di una fascetta dall’impianto di lubrificazione dello 065, mentre la Honda ha effettuato un controllo, il giorno prima, dopo che il remote garage della Casa giapponese a Sakura aveva indicato un valore di telemetria fuori dai parametri che ha costretto nella sosta pranzo di smontare l’unità RA620 H, prima di tornare in pista nel pomeriggio con il propulsore di scorta. La power unit 1, però, è sarebbe stata riproposta al venerdì dopo che i controlli avevano dato esito positivo.

È curioso che i guai di power unit abbiano colpito in particolare le squadre ufficiali, mentre i team clienti sono usciti quasi indenni dai problemi legati al motopropulsore (la Williams ha rotto un secondo motore Mercedes), segno che le tre squadre che si giocano il mondiale adottano soluzioni più estreme.

Ecco il motore Mercedes montato sulla Racing Point RP20

Ecco il motore Mercedes montato sulla Racing Point RP20

Photo by: Giorgio Piola

Qui sopra si osserva il motore Mercedes che è stato montato sulla Racing Point RP20: pur essendo l'unità omologata 2020 è stato installato sul telaio che richiama la W10, vale a dire la stella d'argento che ha vinto il mondiale l'anno scorso. Lo si osserva dal telaio del team di Silverstone che è un clone di quello Mercedes 2019 con la bocca dei radiatori ancora sotto al cono anti intrusiamo laterale.

Prossimo Articolo
Horner: "Le vetture clone? Un bene per la Formula 1"

Articolo precedente

Horner: "Le vetture clone? Un bene per la Formula 1"

Prossimo Articolo

Mercedes: la campana forata per soffiare a centro ruota

Mercedes: la campana forata per soffiare a centro ruota
Carica commenti