Mercedes: un sensore dell'ibrido ha dato l'allarme motore

La squadra campione del mondo ha spedito a Brackley la power unit che è stata sostituita giovedì pomeriggio dopo lo stop di Bottas nei test di Barcellona, a causa di un surriscaldamento nell'ibrido segnalato da un sensore. Il guaio è stato individuato e non preoccupa i tecnici della Stella.

Mercedes: un sensore dell'ibrido ha dato l'allarme motore
Carica lettore audio

Anche l’imprendibile Mercedes non è esente da problemi: come abbiamo anticipato ieri sulla W11 guidata da Valtteri Bottas giovedì pomeriggio nei test di Barcellona è scattato un allarme che ha obbligato il finlandese a rientrare ai box.

Un sensore del sistema ibrido avrebbe segnalato un surriscaldamento e la power unit sarebbe andata in protezione, consigliando poi i tecnici diretti da Andy Cowell di sostituire il motore per spedire precauzionalmente l’unità a Brixworth dove poi effettuare tutti i controlli del caso.

Come la Ferrari, che ha accusato nell'ultimo giorno di test lo sfilamento di una fascetta dall’impianto di lubrificazione dello 065, mentre la Honda ha effettuato un controllo, il giorno prima, dopo che il remote garage della Casa giapponese a Sakura aveva indicato un valore di telemetria fuori dai parametri che ha costretto nella sosta pranzo di smontare l’unità RA620 H, prima di tornare in pista nel pomeriggio con il propulsore di scorta. La power unit 1, però, è sarebbe stata riproposta al venerdì dopo che i controlli avevano dato esito positivo.

È curioso che i guai di power unit abbiano colpito in particolare le squadre ufficiali, mentre i team clienti sono usciti quasi indenni dai problemi legati al motopropulsore (la Williams ha rotto un secondo motore Mercedes), segno che le tre squadre che si giocano il mondiale adottano soluzioni più estreme.

Ecco il motore Mercedes montato sulla Racing Point RP20

Ecco il motore Mercedes montato sulla Racing Point RP20

Photo by: Giorgio Piola

Qui sopra si osserva il motore Mercedes che è stato montato sulla Racing Point RP20: pur essendo l'unità omologata 2020 è stato installato sul telaio che richiama la W10, vale a dire la stella d'argento che ha vinto il mondiale l'anno scorso. Lo si osserva dal telaio del team di Silverstone che è un clone di quello Mercedes 2019 con la bocca dei radiatori ancora sotto al cono anti intrusiamo laterale.

condivisioni
commenti
Horner: "Le vetture clone? Un bene per la Formula 1"
Articolo precedente

Horner: "Le vetture clone? Un bene per la Formula 1"

Prossimo Articolo

Mercedes: la campana forata per soffiare a centro ruota

Mercedes: la campana forata per soffiare a centro ruota

F1 | Bandiera nero-arancio: da usare solo quando c'è pericolo

La FIA vuole ridefinire quando deve essere usata la bandiera nera con il disco arancio, che obbliga una monoposto in pista con un danno a fermarsi ai box per la riparazione per evitare una situazione di pericolo. Secondo Nikolaz Tombazis era necessaria per Hamilton a Singapore e non per Verstappen in Brasile. Capiamo perché...

F1 | Audi: factory più grande e tante assunzioni a Neuburg

La Casa degli Anelli è partita con i lavori di ampliamento della sede tedesca di Neuburg dove nasceranno le power uniti che debutteranno in F1 nel 2026 montate sui telai che saranno prodotti a Hinwil. La nuova struttura, denominata F7.2, di oltre 3 mila mq, ospiterà i banchi prova: sarà ultimata nel 2024, ma comincerà ad essere operativa da marzo. L'organico entro metà 2023 sarà portato a oltre 300 dipendenti.

F1 | Mondiale 2023: già cancellato il Gran Premio di Cina

La Formula 1 ha annunciato questa mattina la cancellazione del GP di Cina a causa delle restrizioni imposte dal governo locale. Si cerca l'evento che potrà sostituirlo e mantenere così il Mondiale 2023 a 24 gare: può essere Portimao.

F1 | Brawn: "La F1 non abbia paura di ridurre l'uso del DRS"

Ross Brawn si è schierato contro l'attuale utilizzo del DRS che rende i sorpassi troppo semplici e vorrebbe che l'ala mobile fosse utilizzata solo per consentire a chi segue di avvicinarsi alla vettura che precede.

F1 | Qualifiche: se si causa una rossa si perde il tempo migliore

Nella prossima F1 Commission dovrebbe essere discussa la proposta di cancellare il miglior tempo della sessione al pilota che provoca una bandiera gialla o rossa per evitare i "furbi". L'episodio di Perez a Monte Carlo ha continuato a produrre scorie nocive per cui si vorrebbe trovare un deterrente che eviti situazioni imbarazzanti per la F1.

F1 | Ferrari: perché Maranello non è più la... terra promessa?

Mattia Binotto è stato l'ultimo esponente del Cavallino che è diventato capo dopo una carriera interna: la Scuderia sembra non avere figure adatte (se escludiamo Coletta che è concentrato sul programma della 499P per il mondiale Endurance) per cui la caccia al team principal avviene fuori. E si scopre che la Ferrari non è più un ambito punto di approdo, visto che diversi manager hanno preferito declinare con un no alla chiamata. Frederic Vasseur resta la candidatura più realistica in un quadro confuso.

F1 | McLaren: Alex Palou sarà terzo pilota nella stagione 2023

Alex Palou sarà il terzo pilota e prima riserva del team McLaren nella stagione 2023 di Formula 1 quando la IndyCar non correrà contemporaneamente alla massima serie a ruote scoperte del motorsport.

Formula 1
1 dic 2022

F1 | Con l'aerodinamica attiva arriva il DRS "inverso"?

Con le novità regolamentari previste per il 2026 si potrebbe utilizzare l'aerodinamica attiva per rallentare il leader della gara ed evitare che prenda il largo regalando così uno spettacolo migliore in pista. Parola di Ross Brawn.

Formula 1
1 dic 2022