Marko attacca il DAS: il divieto FIA 2021 è scattato subito

La Red Bull vuole intervenire per vietare subito la soluzione Mercedes che permette di variare la convergenza anteriore. L'idea è stata presentata alla FIA a metà dello scorso anno e la Federazione Internazionale ha scritto subito una norma per vietarla nel 2021. Per evitare i costi o per i dubbi sulla sicurezzaa?

Marko attacca il DAS: il divieto FIA 2021 è scattato subito

Quando nella mattinata di ieri sulla Mercedes di Lewis Hamilton è emersa la presenza del sistema DAS, nel paddock di Barcellona è iniziato un rapido tam-tam.

Gli avversari del team campione del mondo si sono divisi, c’è stato chi ha giudicato con ammirazione l’idea partorita dal gruppo di lavoro guidato da James Allison, e chi si è affrettato a leggere il regolamento passando poi la palla agli uffici legali, non convinto della legalità del dispositivo.

Il primo a commentare con i media è stato Helmut Marko, che ha giudicato il DAS una sorta di sospensione attiva nei suoi effetti:
“Se l’utilizzo di questo sistema cambia l’altezza da terra, anche nell’ordine di una misura piccolissima, allora deve essere vietato perché corrisponde al comportamento di una sospensione attiva”.

Queste le prime battute a caldo, ma le discussioni sono proseguite e ovviamente sono ancora in corso.

Partiamo da un punto fermo: non sta alla Mercedes dimostrare la regolarità del suo dispositivo, quanto agli avversari riuscire a trovare una chiave di lettura del regolamento che possa mettere in dubbio la legalità del sistema.
“Ora ci poniamo molte domande – commentava ieri nel paddock di Montmelò un addetto ai lavori – ma sono tutti quesiti che sicuramente sono già stati discussi ed analizzati nei chiarimenti tra Mercedes e FIA. Se hanno avuto l’okay a montare in macchina questo dispositivo, credo che i tecnici della Federazione Internazionale abbiano ricevuto delle risposte esaurienti”.

Nella caccia all’articolo del regolamento che potrebbe mettere in crisi la legalità del DAS, l’unico aspetto che sembra avere dei margini di discussione (anche se al momento appaiono ridotti) è quello legato alla sicurezza.

La FIA sembra essersi riservata delle valutazioni finali su questo fronte, ma intanto è arrivata la conferma che il sistema DAS sarà esplicitamente vietato nel regolamento tecnico 2021.

Il regolamento tecnico 2021 della FIA è stato pubblicato a novembre e se l'articolo10.5 cita che "...il riallineamento delle ruote sterzanti, definito dagli attacchi interni della sospensione che rimangono a una distanza fissa uno dall'altro, deve essere definito in modo unico da una sola posizione del volante".

 

Questo è il segno che gli uomini Mercedes avevano presentato l'idea del DAS a Nikolas Tombazis ben prima, tanto che i commissari della Federezione Internazionale avevano fatto in tempo a inserire una specifica norma che avrebbe vietato la soluzione che vivrà, dunque, solo un anno. Un intervento rapido che rafforza l'ideaa di chi ha intenzione di far valere le ragioni di sicurezza nel tentativo di bandire la soluzione geniale.

La notizia è stata vista come una carta in più da giocare da parte degli avversari della Mercedes, ma sembra anche una decisione per stroncare sul nascere una corsa verso un sistema non certo economico in un momento di svolta verso il budget cup.

Lo sterzo della Mercedes F1 W11
Lo sterzo della Mercedes F1 W11
1/8

Foto di: Giorgio Piola

Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W11
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W11
2/8

Foto di: Giorgio Piola

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
3/8

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
4/8

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1 nel garage
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG Petronas F1 nel garage
5/8

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

James Allison, Technical Director, Mercedes AMG in conferenza stampa
James Allison, Technical Director, Mercedes AMG in conferenza stampa
6/8

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
7/8

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Toto Wolff, Executive Director (Business), Mercedes AMG seduto al muretto dei box
Toto Wolff, Executive Director (Business), Mercedes AMG seduto al muretto dei box
8/8

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

 

condivisioni
commenti
Ferrari: Vettel fermo, si è rotto il motore della SF1000

Articolo precedente

Ferrari: Vettel fermo, si è rotto il motore della SF1000

Prossimo Articolo

Red Bull: un braccio unico nella sospensione anteriore?

Red Bull: un braccio unico nella sospensione anteriore?
Carica commenti
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021