Ferrari: un problema di lubrificazione ha fermato Vettel

La Scuderia ha sostituito la power unit sulla SF1000 di Sebastian: il tedesco è stato invitato ad accostare la Rossa per una perdita d'olio vista in telemetria che ha evitato il cedimento del 6 cilindri. Il guaio non è parso preoccupante, tant'è che Alfa Romeo e Haas non hanno accusato problemi nei tre giorni.

Ferrari: un problema di lubrificazione ha fermato Vettel

L’imperturbabilità di Mattia Binotto è ammirevole. Al team principal va riconosciuta l’enorme capacità di saper affrontare le cose negative esattamente come se fossero positive. Riesce sempre a trasmettere una dose di ottimismo, un atteggiamento che è in netto contrasto con chi l’aveva preceduto al timone della Scuderia.

La Ferrari si è nascosta, ormai questo è palese. Il vero valore della SF1000 lo vedremo solo la prossima settimana, quando anche la Rossa, dopo aver svolto tutte le prove aerodinamiche e di set up, si dedicherà alla ricerca del tempo con il serbatoio vuoto e le gomme morbide.

Leggi anche:

Il giudizio sulla macchina del Cavallino è sospeso, non è giusto lasciarsi andare a considerazioni su una monoposto che non è stata mai portata al limite, visto che i tre giorni di collaudo sono serviti a scandagliare i diversi comportamenti della Rossa al variare del carico di carburante e delle diverse regolazioni delle sospensioni e aerodinamiche.

Se il campanello d’allarme non è suonato per la mancanza delle prestazioni, è scattato per l’affidabilità. A Sebastian Vettel si è... rotto il motore in mattinata dopo 40 giri percorsi.

Il tedesco ha accusato un calo di potenza e ha accostato la Rossa alla curva 12 su indicazione della squadra: Sebastian ha fermato immediatamente la vettura a bordo pista così da ridurre al minimo le conseguenze del guasto e permettere uno studio approfondito del problema.

È uscito con cautela dall’abitacolo, lasciando presagire un guaio all’ibrido, ma poi si è accucciato per guardare il retrotreno, prima di tornare ai box con una macchina di servizio.

I tecnici del Cavallino hanno spedito la power unit subito a Maranello per scoprire cosa abbia provocato lo stop, ma le indicazioni emerse dalla telemetria hanno indicato al “muretto” dentro i box che a cedere non è stato niente dell’ibrido, ma qualcosa del motore termico.

 

Considerando che la stagione deve essere completata con tre unità, è evidente che questo problema debba preoccupare. Perché è arrivato dopo appena 1.368 km di vita quando un motore dovrebbe durare quasi 5 mila km (7 GP).

Eppure nel paddock non si sono viste facce troppo corrucciate: pare ci sia stato un guaio nell’impianto di lubrificazione e ci sia stata una perdita d’olio che è stata individuata in tempo per evitare la “cottura” del 6 cilindri.

Potrebbe essersi rotta una banale fascetta e se così fosse non sarebbe niente di grave. Del resto Haas e Alfa Romeo non hanno accusato problemi di power unit su monoposto che sono meno estreme della Rossa.

Il dato positivo di giornata è che la SF1000 si è arrampicata in vetta alla classifica delle velocità massime: Vettel, infatti, ha toccato i 329 km/h alla speed trap, diventando il più rapido dei tre giorni non appena la vettura è stata un po' scaricata aerodinamicamente.

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista
1/18

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista
2/18

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista
3/18

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista
4/18

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista
5/18

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
6/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
7/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, torna in garage

Sebastian Vettel, Ferrari, torna in garage
8/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari e Norbert Vettel

Sebastian Vettel, Ferrari e Norbert Vettel
9/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000
10/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
11/18

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000 nel garage

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000 nel garage
12/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000 nel garage

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000 nel garage
13/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000
14/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastien Vettel, Ferrari

Sebastien Vettel, Ferrari
15/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastien Vettel, Ferrari

Sebastien Vettel, Ferrari
16/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
17/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
18/18

Foto di: Erik Junius

condivisioni
commenti
Pirelli proverà nei Test 2 di Barcellona nuove gomme per Zandvoort

Articolo precedente

Pirelli proverà nei Test 2 di Barcellona nuove gomme per Zandvoort

Prossimo Articolo

DAS: sollevati dubbi sulle regole del parco chiuso?

DAS: sollevati dubbi sulle regole del parco chiuso?
Carica commenti
Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede" Prime

Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede"

La Formula 1 arriva in Francia, sul tracciato del Paul Ricard. Franco Nugnes e Giorgio Piola, analizzano con la lente d'ingrandimento i primi e nuovi dettagli tecnici presenti sulle monoposto.

Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1 Prime

Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1

Lo spagnolo ha parlato con Motorsport.com del suo ritorno in Formula 1, smentendo le critiche che lo hanno accompagnato negli ultimi appuntamenti e puntando con decisioni ad un futuro di successi grazie anche alla rivoluzione regolamentare.

Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door" Prime

Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Mara Sangiorgio, giornalista e pit reporter per la Formula 1 di Sky Sport. Una grande passione per la scrittura che l'accompagna sin da quando era solo una bambina, la conduce alle porte degli studi giornalistici. Dall'Italia a New York, Mara muove i primi passi dentro il mondo dei suoi sogni. Mai avrebbe pensato di raccontare lo sport, fino a quando...

Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri” Prime

Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri”

Torna l'appuntamento fisso della rubrica del mercoledì mattina firmata Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano dell'imminente Gran Premio di Francia di Formula 1, dove il medico andrà a monitorare una nuova serie di parametri non solo dei piloti

Formula 1
16 giu 2021
F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti Prime

F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti

Le monoposto di Formula 1 sono diventate troppo grosse e pesanti e questo si è visto non solo a Monaco, circuito ormai troppo stretto per le moderne monoposto, ma anche a Baku dove i problemi alla gomme sono derivati anche dagli enormi sforzi richiesti alle gomme.

Formula 1
15 giu 2021
F1 2021: si scaldano i motori... via Play Station Prime

F1 2021: si scaldano i motori... via Play Station

Andiamo a dare uno sguardo da vicino alle prime immagini in-game di F1 2021, nuovo videogame ufficiale della Formula 1 ambientato in questa stagione

Formula 1
15 giu 2021
AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità Prime

AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità

Il team diretto da Franz Tost con il podio di Pierre Gasly a Baku si è portato al quinto postonella classifica del mondiale Costruttori. Anche l'esuberante Yuki Tsunoda, il talentuoso rookie giapponese, comincia a contribuire alla causa, dopo troppi errori. A Faenza assolvono al meglio il ruolo di junior team e, pur con alti e bassi, possono sfidare due marchi ufficiali come Aston Martin e Alpine disponendo di risorse molto inferiori.

Formula 1
14 giu 2021
F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare Prime

F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare

In questa stagione la Formula 1 sta cercando di rispettare il calendario previsto con 23 appuntamenti, ma l'espansione dei gran premi ha un costo umano che alla lunga non potrà più essere sostenibile.

Formula 1
14 giu 2021