Formula 1
09 mag
Prossimo evento tra
61 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
93 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
100 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
110 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
117 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
131 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
145 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
173 giorni
02 set
Prossimo evento tra
180 giorni
09 set
Prossimo evento tra
187 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
201 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
208 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
215 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
229 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
236 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
272 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
281 giorni

Ferrari: un problema di lubrificazione ha fermato Vettel

La Scuderia ha sostituito la power unit sulla SF1000 di Sebastian: il tedesco è stato invitato ad accostare la Rossa per una perdita d'olio vista in telemetria che ha evitato il cedimento del 6 cilindri. Il guaio non è parso preoccupante, tant'è che Alfa Romeo e Haas non hanno accusato problemi nei tre giorni.

Ferrari: un problema di lubrificazione ha fermato Vettel

L’imperturbabilità di Mattia Binotto è ammirevole. Al team principal va riconosciuta l’enorme capacità di saper affrontare le cose negative esattamente come se fossero positive. Riesce sempre a trasmettere una dose di ottimismo, un atteggiamento che è in netto contrasto con chi l’aveva preceduto al timone della Scuderia.

La Ferrari si è nascosta, ormai questo è palese. Il vero valore della SF1000 lo vedremo solo la prossima settimana, quando anche la Rossa, dopo aver svolto tutte le prove aerodinamiche e di set up, si dedicherà alla ricerca del tempo con il serbatoio vuoto e le gomme morbide.

Leggi anche:

Il giudizio sulla macchina del Cavallino è sospeso, non è giusto lasciarsi andare a considerazioni su una monoposto che non è stata mai portata al limite, visto che i tre giorni di collaudo sono serviti a scandagliare i diversi comportamenti della Rossa al variare del carico di carburante e delle diverse regolazioni delle sospensioni e aerodinamiche.

Se il campanello d’allarme non è suonato per la mancanza delle prestazioni, è scattato per l’affidabilità. A Sebastian Vettel si è... rotto il motore in mattinata dopo 40 giri percorsi.

Il tedesco ha accusato un calo di potenza e ha accostato la Rossa alla curva 12 su indicazione della squadra: Sebastian ha fermato immediatamente la vettura a bordo pista così da ridurre al minimo le conseguenze del guasto e permettere uno studio approfondito del problema.

È uscito con cautela dall’abitacolo, lasciando presagire un guaio all’ibrido, ma poi si è accucciato per guardare il retrotreno, prima di tornare ai box con una macchina di servizio.

I tecnici del Cavallino hanno spedito la power unit subito a Maranello per scoprire cosa abbia provocato lo stop, ma le indicazioni emerse dalla telemetria hanno indicato al “muretto” dentro i box che a cedere non è stato niente dell’ibrido, ma qualcosa del motore termico.

 

Considerando che la stagione deve essere completata con tre unità, è evidente che questo problema debba preoccupare. Perché è arrivato dopo appena 1.368 km di vita quando un motore dovrebbe durare quasi 5 mila km (7 GP).

Eppure nel paddock non si sono viste facce troppo corrucciate: pare ci sia stato un guaio nell’impianto di lubrificazione e ci sia stata una perdita d’olio che è stata individuata in tempo per evitare la “cottura” del 6 cilindri.

Potrebbe essersi rotta una banale fascetta e se così fosse non sarebbe niente di grave. Del resto Haas e Alfa Romeo non hanno accusato problemi di power unit su monoposto che sono meno estreme della Rossa.

Il dato positivo di giornata è che la SF1000 si è arrampicata in vetta alla classifica delle velocità massime: Vettel, infatti, ha toccato i 329 km/h alla speed trap, diventando il più rapido dei tre giorni non appena la vettura è stata un po' scaricata aerodinamicamente.

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista
1/18

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista
2/18

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista
3/18

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista
4/18

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 fermo in pista
5/18

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
6/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
7/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, torna in garage

Sebastian Vettel, Ferrari, torna in garage
8/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari e Norbert Vettel

Sebastian Vettel, Ferrari e Norbert Vettel
9/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000
10/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
11/18

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000 nel garage

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000 nel garage
12/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000 nel garage

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000 nel garage
13/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000
14/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastien Vettel, Ferrari

Sebastien Vettel, Ferrari
15/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastien Vettel, Ferrari

Sebastien Vettel, Ferrari
16/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
17/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
18/18

Foto di: Erik Junius

condivisioni
commenti
Pirelli proverà nei Test 2 di Barcellona nuove gomme per Zandvoort

Articolo precedente

Pirelli proverà nei Test 2 di Barcellona nuove gomme per Zandvoort

Prossimo Articolo

DAS: sollevati dubbi sulle regole del parco chiuso?

DAS: sollevati dubbi sulle regole del parco chiuso?
Carica commenti
Aston Martin AMR21: è l’arma di Vettel per tornare grande? Prime

Aston Martin AMR21: è l’arma di Vettel per tornare grande?

L'Aston Martin AMR21 è la monoposto che segna il rientro del costruttore inglese in Formula 1. I punti di contatto con Mercedes W11 e W12 sono evidenti, a prima vista, ma andando nello specifico vediamo come certe soluzioni abbiano preso direzione propria. Sarà la monoposto che permetterà a Sebastian Vettel di potersi rilanciare dopo ultime stagioni opache in Ferrari?

Alpine A521: può essere l’arma vincente di Alonso? Prime

Alpine A521: può essere l’arma vincente di Alonso?

L'Alpine A521 succede alla Renault R.S.20, andando a riprenderne molti dei punti di forza senza tuttavia evolverli. Andiamo a conoscere più da vicino il team di Enstone che riporta in F1 Fernando Alonso e che, in questa stagione, sarà diretto da Davide Brivio

F1 Stories: Lella Lombardi, l'unica Prime

F1 Stories: Lella Lombardi, l'unica

Il 3 marzo del 1992 ci lasciava Lella Lombardi, l'unica donna a conquistare punti nella storia della Formula1. Riviviamo la sua storia, la sua impresa, e il suo più grande amore: le corse.

Formula 1
3 mar 2021
Mercedes W12: estremizzare per continuare a dominare Prime

Mercedes W12: estremizzare per continuare a dominare

La Mercedes W12 è una monoposto che va ad estremizzare alcuni concetti visti sulla W11 ma anche sulla concorrenza. Gli attenti uomini guidati da James Allison sono andati alla ricerca del carico perduto - per motivi regolamentari - al retrotreno, massimizzando l'effetto Coanda. Ma non solo...

Formula 1
3 mar 2021
I 10 punti interrogativi sulla stagione 2021 di Formula 1 Prime

I 10 punti interrogativi sulla stagione 2021 di Formula 1

23 gare sono troppe? La Red Bull riuscirà a lottare con la Mercedes? Sainz sarà al livello di Leclerc in Ferrari? Karun Chandhok ha analizzato i 10 punti interrogativi della stagione 2021 di Formula 1.

Formula 1
2 mar 2021
Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo Prime

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

Formula 1
1 mar 2021
Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1 Prime

Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1

L’accordo che McLaren ha concluso l'anno scorso con MSP Sports Capital, che aiuterà il team di Formula 1 a corto di liquidità a pagare per i tanto necessari aggiornamenti delle infrastrutture, punta anche al futuro della Formula 1 stessa, come analizza Stuart Codling di GP Racing.

Formula 1
1 mar 2021
F1 Stories: W01, la prima Mercedes di Schumacher Prime

F1 Stories: W01, la prima Mercedes di Schumacher

La W01 è la monoposto che rappresenta il ritorno della firma Mercedes in Formula 1, un'assenza che perdurava dal lontano 1955. Ma è anche la vettura che accompagna il ritorno della leggenda Schumacher in un campionato del mondo, nel 2010.

Formula 1
1 mar 2021