Ferrari: a Barcellona nuove ali e diverso cofano motore

Nella seconda sessione di test collettivi in programma da mercoledì sulla pista catalana, la SCuderia porterà un pacchetto aerodinamico che è stato pensato per l'Australia. E' possibile che ci sia anche una modifica alla sospensione posteriore dopo il cedimento sulla Haas di Magnussen, visto che i bracci sono uguali.

Ferrari: a Barcellona nuove ali e diverso cofano motore
Carica lettore audio

La Ferrari nel secondo test invernale di Barcellona è destinata a cambiare faccia: come avevamo anticipato su Motorsport.com sulla pista di Montmelò farà il suo debutto il pacchetto aerodinamico con il quale la Scuderia andrà a disputare la prima gara del mondiale 2020 in Australia.

Non aspettatevi modifiche drastiche sulla SF1000: tanto per essere molto chiari, non dobbiamo pensare che ci possa essere un musetto stretto, seguendo il disegno di Mercedes e Red Bull.

La Rossa in Spagna porterà due ali nuove (anteriore e posteriore) per incrementare il carico (quella davanti che è stata usata nel test 1 era la stessa della presentazione di Reggio Emilia), e mostrerà un cofano motore che è già un’evoluzione di quello molta rastremato con il quale la Ferrari ha girato nei primi tre giorni catalani.

E non è affatto escluso che ci sia un intervento sulla sospensione posteriore, dopo il cedimento che si è verificato sulla Haas di Kevin Magnussen venerdì, quando il danese è andato a sbattere alla curva 7 dopo un testacoda dovuto alla rottura di un cinematismo in carbonio.

Siccome le sospensioni della VF-20 sono le stesse anche di Ferrari SF1000 e Alfa Romeo C39, è normale che il problema sia stato affrontato e risolto dall’ufficio tecnico di Maranello per evitare che possa ripetersi.

La Scuderia, dunque, andrà a cercare qual è il vero potenziale della Rossa con strategie più spinte nel giro secco per scoprire qual è il vero valore della SF1000, monoposto che finora ha suscitato non pochi dubbi…

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
1/14

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari e Norbert Vettel
Sebastian Vettel, Ferrari e Norbert Vettel
2/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
3/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Ferrari SF1000, dettaglio dell'ala anteriore
Ferrari SF1000, dettaglio dell'ala anteriore
4/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Ferrari SF1000, dettaglio dell'ala posteriore
Ferrari SF1000, dettaglio dell'ala posteriore
5/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
6/14

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
7/14

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastien Vettel, Ferrari
Sebastien Vettel, Ferrari
8/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari in garage
Charles Leclerc, Ferrari in garage
9/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Dettaglio del volante di Charles Leclerc, Ferrari
Dettaglio del volante di Charles Leclerc, Ferrari
10/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Ferrari SF1000, dettaglio tecnico
Ferrari SF1000, dettaglio tecnico
11/14

Foto di: Giorgio Piola

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
12/14

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari in garage
Charles Leclerc, Ferrari in garage
13/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Ferrari SF1000, dettagli posteriore
Ferrari SF1000, dettagli posteriore
14/14

Foto di: Ferrari

condivisioni
commenti
Racing Point attacca: "Sono altri che non rispettano le regole!"
Articolo precedente

Racing Point attacca: "Sono altri che non rispettano le regole!"

Prossimo Articolo

Ferrari: a Barcellona inizia Vettel e finisce Leclerc

Ferrari: a Barcellona inizia Vettel e finisce Leclerc
Carica commenti