Test Barcellona, Giorno 2: Mercedes nella sabbia per la terza bandiera rossa!

condivisioni
commenti
Test Barcellona, Giorno 2: Mercedes nella sabbia per la terza bandiera rossa!
Di:
15 mag 2019, 11:44

Mazepin è finito nella sabbia alla curva 11 con la W10 a un quarto d'ora dalla bandiera a scacchi del mattino. In precedenza si erano fermati anche Latifi con la Williams e Ticktum con la Red Bull. Il più veloce resta Magnussen con la Haas avvicinato da Fuoco con la Ferrari.

Nikita Mazepin ha posto fine alla mattinata della seconda giornata di test collettivi a Barcellona. Il russo ha imposto l'esposizione della bandiera rossa a un quarto d'ora dalla fine del turno antimeridiano con un'uscita nella sabbia alla curva 11 con la Mercedes W10: il giovane non ha brillato per la sua prestazione (è settimo con 1'19"146), ma sicuramente ha destato sensazione che sia arrivato a completare 82 giri prima di finire nella via di fuga.

Mazepin si è fermato dopo aver percorso 16 tornate in più di un GP di Spagna: i tecnici della Mercedes stanno controllando la freccia d'argento per verificare se ci sono stati dei danni, mentre il pilota non ha avuto alcun problema.

Il più veloce resta Kevin Magnussen con la Haas accreditata di 1'18"101 nel corso dei 45 giri coperti dal danese che capeggia la graduatoria dell'inizio del turno. Kevin è stato avvicinato dalla Ferrari di Antonio Fuoco: il calabrese è arrivato ad appena 81 millesimi dalla "Ferrarina" con 1'18"182. L'italiano ha completato 60 tornate senza problemi, dovendo riprendere il ritmo con una F1 che non guidava dal 2016.

Antonio Fuoco, Ferrari SF90

Antonio Fuoco, Ferrari SF90

Photo by: Joe Portlock / LAT Images

Fuoco ha guidato una Rossa strumentata con diversi misuratori di altezza sull'ala anteriore (due a sbalzo di ogni paratia laterale, e uno sulla punta del profilo principale) per analizzare come cambia il comportamente della SF90 al variare dell'assetto Rake. La sensazione è che sotto analisi non sia tanto la sospensione anteriore, quanto la variazione del comportamento aerodinamico della macchina alle diverse altezze.

Ala anteriore della Ferrari SF90

Ala anteriore della Ferrari SF90

Photo by: Mark Sutton / Sutton Images

Ala anteriore della Ferrari SF90

Ala anteriore della Ferrari SF90

Photo by: Mark Sutton / Sutton Images

La Ferrari ha rivelato un'ottima efficienza aerodinamica che consente le migliori velocità massime in fondo al dritto, ma manifesta una evidente carenza di carico verticale. E' per questo che le gomme fanno fatica ad andare in temperatura oppure c'entrano anche le geometrie della sospensione anteriore inadeguate a quest gomme Pirelli? A Maranello si macerano nei dubbi in cerca di una risposta.

La seconda giornata di test è stata caratterizzaa da ben tre bandiere rosse e l'uscita di Mazepin è stata solo l'ultima della mattinata: le due precedenti sono state causate da problemi di natura meccanica. Ad aprire la sequenza è stato Dan Ticktum con la Red Bull RB15 che si è ammutolita alla curva 10, seguito a distanza di pochissimo tempo da Nicholas Latifi che ha accostato la sua Williams FW42 subito dopo l'uscita dai box per un guaio tecnico.

Per la Red Bull si tratta del secondo intoppo in questi test: ieri Pierre Gasly ha dovuto rinunciare all'ultima ora di lavoro per un cedimento della trasmissione. Oggi è toccato a Dan che ha patito anche lui una rottura...

Fra un'interruzione e l'altra Alexander Abon è riuscito a portare la Toro Rosso al terzo posto davanti all'Alfa Romeo di Kimi Raikkonen che si è bloccata a 1'18"578, di poco avanti alla Ferrari SF90 di Charles Leclerc che ha messo insieme 73 giri con la monoposto che il Cavallino ha messo a disposizione della Pirelli per lo sviluppo delle gomme 2021 (e mescole 2021). Il monegasco sta facendo test cechi, non sapendo quali gomme gli vengono montate.

Pos. Pilota Vettura Tempo Giri
1 Kevin Magnussen Haas VF-19-Ferrari 1’18″101 45
2 Antonio Fuoco Ferrari SF90 1'18"182 60
3 Alexander Albon Toro Rosso STR14-Honda 1'18"263 41
4 Kimi Raikkonen Alfa Romeo C38-Ferrari 1'18"578 47
5 Charles Leclerc Ferrari SF90 1'18"666 73
6 Nicholas Latifi Williams FW42-Mercedes 1'18"915 51
7 Nikita Mazepin Mercedes W10 1'19"146 82
8 Jack Aitken Renault R.S.19 1'20"684 42
9 Oliver Turvey McLaren MCL 34-Renault 1'20"712 52
10 Dan Ticktum Reb Bull RB15-Honda 1'20"883 45
11 Lance Stroll Racing Point RP19-Mercedes 1'21"196 53
12 Nick Yelloly Racing Point RP19-Mercedes 1'21"224 20
Prossimo Articolo
Ottieni i posti migliori per il GP di Francia

Articolo precedente

Ottieni i posti migliori per il GP di Francia

Prossimo Articolo

Arrivabene non rinnega la Rossa: "La Ferrari va sostenuta nei momenti difficili"

Arrivabene non rinnega la Rossa: "La Ferrari va sostenuta nei momenti difficili"
Carica commenti