Formula 1
G
GP del Portogallo
02 mag
Gara in
20 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
24 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
63 giorni
G
GP di Francia
27 giu
Gara in
76 giorni
04 lug
Prossimo evento tra
80 giorni
G
GP di Gran Bretagna
18 lug
Gara in
97 giorni
G
GP d'Ungheria
01 ago
Gara in
111 giorni
G
GP del Belgio
29 ago
Gara in
139 giorni
05 set
Gara in
146 giorni
12 set
Gara in
153 giorni
G
GP della Russia
26 set
Gara in
167 giorni
G
GP di Singapore
03 ott
Prossimo evento tra
171 giorni
G
GP del Giappone
10 ott
Gara in
181 giorni
G
GP degli Stati Uniti
24 ott
Race in
196 giorni
G
GP del Messico
31 ott
Gara in
203 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Gara in
244 giorni

Test Barcellona, Day 3: Mercedes durissima, Ferrari fragile

Bottas avvicina il record della pista, Hamilton secondo: la W11 fa paura pur senza cercare la prestazione estrema. Ferrari fa 100 giri con Vettel, ma rompe un motore. Bene Renault e Racing Point.

Test Barcellona, Day 3: Mercedes durissima, Ferrari fragile

La Mercedes non lascia. Anzi, raddoppia. Valtteri Bottas ha ottenuto il miglior tempo assoluto dei Test 1 2020 svolti e finiti oggi al Montmelo di Barcellona nel corso della mattinata grazie al crono di 1'15"732 ottenuto con mescole C5 (le SuperSoft), avvicinando il record della pista firmato dallo stesso finnico nelle Qualifiche del Gran Premio di Spagna del 2019.

Il tempo firmato da Valtteri non è più stato battuto ed è rimasto al top della classifica generale. L'unico ad avvicinarlo a parità di gomme è stato Lewis Hamilton nel pomeriggio, anche se il britannico è parso molto più concentrato a provare il passo gara con gomme C3 (medie). Proprio il ritmo di Lewis è stato impressionante sia per tempi che per costanza di rendimento. La W11 impressiona per solidità - ha fatto quasi 500 giri in 3 giorni, la più attiva in pista - e anche per prestazioni, pur non essendo probabilmente messa alla frusta in maniera importante.

Se Mercedes ride, Ferrari ha qualche grattacapo in più. Sebastian Vettel è stato fermato nel corso della mattinata da un guasto al motore termico della SF1000. Per questo motivo il motore è stato smontato e spedito a Maranello per le opportune verifiche. Vettel è tornato in pista al pomeriggio con un motore nuovo, dedicandosi ai long run. Il suo passo con gomme C2 non ha entusiasmato (1'22" costante), ma la quantità di benzina rimane un aspetto celato e non è possibile dare un giudizio più approfondito sul lavoro del tedesco. La nota positiva è che, nonostante la rottura del motore, la SF1000 sia comunque riuscita a raggiungere i 100 giri fatti in giornata. Inoltre, dopo 2 giorni in cui le velocità di punta sono state ben al di sotto delle aspettative, oggi la SF1000 ha toccato i 329 km/h, firmando la velocità di punta massima in questi test. E' chiaro che in Ferrari sia stato un lavoro ben diverso dai giorni passati

Mercedes è la conferma, mentre Renault e Racing Point sono state le vere sorprese del test e della giornata. Esteban Ocon ha sfoderato un'ottima prestazione con gomme C4 (Soft), le stesse usate da Lance Stroll che gli è arrivato appena alle spalle. Il francese ha portato la R.S.20 in terza posizione. Ottima prestazione anche per Daniel Ricciardo. L'australiano non ha impressionato per il settimo posto finale, bensì per il passo gara con le C2, che si è spesso aggirato sul tempo di 1'21". Daniel ha causato anche l'ultima delle 4 bandiere rosse, a causa di una prova di pescaggio.

Leggi anche:

Stroll, con la RP20, è quarto, a 2 decimi dal francese, confermando che la "W10 vestita di rosa" è una macchina da tenere più che in considerazione. Non è un fuoco di paglia, sarà una monoposto da tenere in considerazione. Sarà da tenere d'occhio a partire dalla prossima settimana anche l'AlphaTauri, perché con Daniil Kvyat ha mostrato di essere ottima sul giro secco. Sarà interessante capire come la AT01 si comporterà sul passo gara. Pierre Gasly, che ha sostituito Kvyat nel pomeriggio, ha inanellato 59 giri (contro i 62 del compagno di squadra), ottenendo il decimo tempo con gomme C2.

Dopo l'exploit di ieri di Kimi Raikkonen, il quale ha firmato il miglior tempo usando un set di C5, oggi Antonio Giovinazzi ha rafforzato la tre giorni di test dell'Alfa Romeo Racing. Il pugliese è stato autore del sesto tempo assoluto, in un pomeriggio in cui si è dedicato anche alla simulazione del passo gara. Notevole anche il suo impegno in pista, perché oggi è stato il più attivo con ben 152 giri compiuti. In pratica più di 2 GP.

Le Red Bull hanno continuato a lavorare soprattutto con le C2, le gomme dure. Infatti sia Verstappen che Albon hanno ottenuto i rispettivi tempi migliori proprio con quella mescola. La RB16 appare già molto solida, così come il motore Honda, che ha aumentato la potenza così come hanno svelato i piloti e il team stesso.

Appena fuori dalla Top 10 Carlos Sainz. Sia lui che Lando Norris hanno lavorato sulle lunghe distanze, dunque non ingannino i due tempi lontani dai migliori. La MCL35 sembra nata bene, ma ci vorranno conferme e sarà dunque giusto attendere il prossimo test prima di dare sentenze definitive sulla monoposto di Woking.

Una delle note dolenti della giornata è la Haas. Romain Grosjean non è andato oltre i 48 giri compiuti, ma peggio è andata a Kevin Magnussen, che nel pomeriggio è andato a sbattere non violentemente contro le barriere per il cedimento di una componente della sospensione posteriore destra della sua VF-20. Questo ha causato la terza bandiera rossa di giornata e ha costretto il team a chiudere in anticipo i suoi test. Per la cronaca, Magnussen ha chiuso la giornata in ultima posizione, preceduto anche dalla Williams FW43 del debuttante Nicholas Latifi. Il canadese ha provocato la seconda bandiera rossa della giornata, fermando la vettura di Grove sul rettilineo principale nel corso della mattinata.

Test 1 Barcellona - Classifica Day 3

Pos. Pilota Vettura Team Gomme
1 Bottas Mercedes C5 1m15.732s
2 Hamilton Mercedes C5 1m16.516s
3 Ocon Renault C4 1m17.102s
4 Stroll Racing Point C4 1m17.338s
5 Kvyat AlphaTauri C4 1m17.427s
6 Giovinazzi Alfa Romeo C4 1m17.469s
7 Ricciardo Renault C3 1m17.574s
8 Verstappen Red Bull C2 1m17.636s
9 Albon Red Bull C2 1m18.154s
10 Gasly AlphaTauri C2 1m18.213s
11 Sainz McLaren C2 1m18.274s
12 Grosjean Haas C3 1m18.380s
13 Vettel Ferrari C3 1m18.384s
14 Norris McLaren C3 1m18.454s
15 Latifi Williams C3 1m19.004s
16 Magnussen Haas C2 1m19.708s

 

condivisioni
commenti
Magnussen: sulla Haas si è rotta la sospensione posteriore

Articolo precedente

Magnussen: sulla Haas si è rotta la sospensione posteriore

Prossimo Articolo

Ferrari: l'esca Mercedes non agita, la Rossa non si sa

Ferrari: l'esca Mercedes non agita, la Rossa non si sa
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento Test I di Febbraio a Barcellona
Sotto-evento Venerdì
Autore Giacomo Rauli
Come la rapida ascesa di Kimi influì sulla carriera di Heidfeld Prime

Come la rapida ascesa di Kimi influì sulla carriera di Heidfeld

L'ascesa di Kimi Raikkonen come stella della Formula 1 fin dagli albori rimane una delle leggendarie storie del 2001, ma le sue imprese hanno avuto un impatto indesiderato sulle prospettive del suo compagno di squadra in Sauber. Vent'anni dopo il suo primo podio in F1 al GP del Brasile, ecco come Iceman ha influito sulla carriera di Nick Heidfeld.

F1: quanto è più veloce di una MotoGP, LMP1 o IndyCar? Prime

F1: quanto è più veloce di una MotoGP, LMP1 o IndyCar?

Siamo abituati a considerare la Formula 1 come la categoria regina dell'automobilismo, quella capace di raggiungere le velocità più elevate in assoluto. Ma sarà davvero così? Andiamo a scoprirlo in questa classifica...

Mercedes: il limite allo sviluppo può diventare un incubo Prime

Mercedes: il limite allo sviluppo può diventare un incubo

La Mercedes è andata via dal Bahrain con la consapevolezza di non avere tra le mani la monoposto di riferimento in griglia, e i limiti allo sviluppo potrebbero trasformare questa stagione in un incubo.

Formula 1
10 apr 2021
Jacques Villeneuve, cinquant'anni...mondiali Prime

Jacques Villeneuve, cinquant'anni...mondiali

Il 9 aprile del 1971 nasce Jacques Villeneuve, Campione del Mondo di Formula 1 1997. Andiamo a rivivere i suoi primi due anni nella massima serie, quelli che lo hanno accompagnato ad entrare nell'elenco delle leggende del Motorsport...

Formula 1
9 apr 2021
Basso Rake: come i regolamenti hanno "penalizzato" la W12 Prime

Basso Rake: come i regolamenti hanno "penalizzato" la W12

Andiamo a scoprire ed analizzare come le modifiche regolamentari al fondo ed al pavimento delle monoposto abbiano influito negativamente sulle performance della Mercedes W12, nonostante la vettura abbia vinto con Lewis Hamilton la gara di apertura in Bahrain

Formula 1
8 apr 2021
Mercedes: il basso rake non funziona o è questione di... fondo? Prime

Mercedes: il basso rake non funziona o è questione di... fondo?

La squadra campione del mondo ha vinto con Hamilton il primo GP 2021, ma è indubbio che la W12 non ha dato l'impressione di essere stata la monoposto più competitiva in Bahrain. Anche l'Aston Martin è parsa sotto tono dopo il cambio delle norme aerodinamiche: i tecnici hanno parlato di particolari difficoltà con l'assetto Rake, mentre la sensazione è che i problemi stiano altrove.

Formula 1
7 apr 2021
Ceccarelli: “Quando i piloti di F1 non curavano la preparazione” Prime

Ceccarelli: “Quando i piloti di F1 non curavano la preparazione”

Torna la rubrica del mercoledì mattina di Motorsport.com. In compagnia del Direttore Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine, in questa puntata di Doctor F1 andiamo a conoscere i segreti dietro la preparazione atletica richiesta a ciascun pilota di Formula 1

Formula 1
7 apr 2021
Piola: "Le F1 2021 giuste le vedremo a Barcellona" Prime

Piola: "Le F1 2021 giuste le vedremo a Barcellona"

Ancora un po' di pazienza e la F1 torna in pista. Nell'attesa del weekend di Imola, andiamo ad analizzare i possibili scenari futuri al netto di quanto visto al GP del Bahrain, in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola

Formula 1
5 apr 2021