Svolta Honda: apre alle consulenze esterne per uscire dalla crisi

Nei test in Bahrain erano presenti alcuni tecnici esterni che hanno supportato quelli giapponesi sul fronte elettronico e sembrano essersi visti i primi risultati con gli 81 giri completati da Vandoorne senza troppi intoppi.

E’ arrivata una svolta importante nel programma Honda Formula 1. Dopo il fallimentare avvio del Mondiale 2017 i vertici del programma della casa giapponese hanno deciso di rivedere la loro posizione sul fronte delle consulenze esterne, sempre ostentato sin da quando nel 2015 iniziarono il ciclo ‘ibrido’ tra moltissime difficoltà. Alla luce della disastrosa situazione attuale è stato messo da parte l’orgoglio nipponico, ed è arrivato il via-libera alla collaborazione con personale esterno.

I primi passi sono stati mossi nei test disputati in Bahrain martedì e mercoledì scorsi. Nel box McLaren erano presenti (in borghese) dei tecnici esterni che hanno supportato gli ingegneri giapponesi in particolar modo sul fronte elettronico.

E forse non è una coincidenza che Stoffel Vandoorne sia riuscito a percorrere ben 81 giri nella giornata che ha concluso le prove di Al Sakhir. Voci di paddock confermano che il cambio di posizione della Honda sia arrivato come ultima chance in alternativa ad uno stop che in Giappone è stato per la prima volta preso in considerazione.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso , Stoffel Vandoorne
Team McLaren
Articolo di tipo Ultime notizie