Suzuka, Libere 2: nel diluvio sbuca la Mercedes di Hamilton

condivisioni
commenti
Suzuka, Libere 2: nel diluvio sbuca la Mercedes di Hamilton
Di:
6 ott 2017, 06:41

Solo cinque piloti hanno chiuso un tempo nel secondo turno di prove libere del GP del Giappone che è stato accorciato di 45 minuti dalla direzione gara. Hamilton ha preceduto le due Force India di Ocon e Perez e le due Williams.

La pioggia ha condizionato la seconda sessione di prove libere del GP del Giappone: il turno è parttito con 45 minuti di ritardo, mentre l'orologio della direzione gara aveva iniziato il regolare count down, perché c'erano dei veri e propri torrenti che attraversavano la pista.

Poi le condizioni sono leggermente migliorate (si è ridotta la portata della pioggia) e Charlie Whiting ha dato l'ok ai piloti che volevano girare: solo cinque piloti hanno chiuso almeno un giro cronometrato, mentre sono stati quattordici quelli che hanno coperto almeno un installation lap, mentre sono sei quelli che hanno preferito mantenere i motori spenti, vale a dire Max Verstappen e Daniel Ricciardo (Red Bull), Romain Grosjean e Kevin Magnussen (Haas), Valtteri Bottas (Mercedes) e Pierre Gasly (Toro Rosso).

Fra i "coraggiosi" il più veloce è stato Lewis Hamilton con la Mercedes W08 dotata di gomme full wet: l'inglese ha girato in 1'48"719 lasciando a 799 millesimi Esteban Ocon con la Force India, mentre il compagno di squadra del francese nell'unica tornata cronometrata non ha voluto prendere rischi pagando un distacco dalla vetta di 2"6.

I due piloti della Williams che completano la lista sono ancora più staccati: Lance Stroll ha fatto un dritto alla curva 1 e il canadese, dopo aver perso la FW40 per l'aquaplaning in frenata, è riuscito a controllare la monoposto di Grove evitando l'impatto contro le barriere, rovinando però il fondo.

I due piloti ferraristi si sono limitati a fare un installation lap con la SF70H: ricordiamo che Sebastian Vettel è stato il più veloce in mattinata. Con la pista asciutta il tedesco aveva preceduto la Mercedes di Lewis Hamilton e la Red Bull di Daniel Ricciardo. Il muretto Ferrari ha preferito tenere fermo il pilota tedesco che era intenzionato ad andare in pista ed è rimasto a lungo nell'abitacolo.

Il rischio che piova anche domani ha spinto il team del Cavallino e molte altre squadre a risparmiare gli pneumatici full wet visto che ogni pilota può disporre solo di tre treni di blu per il week end.

Ha coperto due giri Carlos Sainz: lo spagnolo, dopo aver sbattuto violentementte all'uscita della Curva 11 nella prima sessione, è tornato in pista nel pomeriggio per verificare che i meccanici della Toro Rosso avessero riparato a regola d'arte la STR12 che era molto danneggiata nella parte anteriore.

Le previsioni meteo danno per possibile la pioggia anche per le libere di domani, ma con un'intensità molto minore rispetto a oggi, mentre le qualifiche dovrebbero disputarsi con un asfalto asciutto. Si spiega come mai molti piloti hanno preferito di non prendere rischi.

Lewis Hamilton ha simulato alcune partenze scattando con la seconda marcia per evitare il pattinamento sull'acqua della sua Mercedes. ll team di Brackley sta aspettando che arrivino dei pezzi nuovi che saranno montati solo domani, proprio come la squadra di Maranello che ha visto arrivare delle casse mentre era in corso il secondo turno.

I veri valori li scopriremo solo domani, anche se la Ferrari è parsa molto competitiva sull'asciutto sia sul giro secco sia nella simulazione dei gara. La squadra di Maranello ha voglia di raccogliere su una pista, che sulla carta è più adatta alla Mercedes, alcuni punti che sono andati persi a Singapore e Sepang...

Cla#PilotaChassisMotoreGiriTempoGapDistaccokm/h
1 44 united_kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 4 1'48.719     192.286
2 31 france Esteban Ocon  Force India Mercedes 3 1'49.518 0.799 0.799 190.883
3 11 mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 3 1'51.345 2.626 1.827 187.751
4 19 brazil Felipe Massa  Williams Mercedes 3 1'52.146 3.427 0.801 186.410
5 18 canada Lance Stroll  Williams Mercedes 4 1'52.343 3.624 0.197 186.083
6 7 finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 1        
7 27 germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 1        
8 30 united_kingdom Jolyon Palmer  Renault Renault 1        
9 9 sweden Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 3        
10 5 germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 1        
11 14 spain Fernando Alonso  McLaren Honda 2        
12 94 germany Pascal Wehrlein  Sauber Ferrari 2        
13 55 spain Carlos Sainz Jr.  Toro Rosso Renault 1        
14 2 belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Honda 1      



Prossimo Articolo
Renault ufficializza Budkowski come direttore esecutivo. Da aprile?

Articolo precedente

Renault ufficializza Budkowski come direttore esecutivo. Da aprile?

Prossimo Articolo

Vettel: "Prima o poi mostreremo il nostro valore anche domenica"

Vettel: "Prima o poi mostreremo il nostro valore anche domenica"
Carica commenti