Stroll: il problema non è il COVID ma il... mal di pancia

Otmar Szafnauer ha spiegato come il problema di salute che ha costretto Stroll a saltare qualifiche e gara del Nurburgring sia legato ad un virus intestinale che lo ha debilitato.

Stroll: il problema non è il COVID ma il... mal di pancia

Nel corso della giornata del sabato in casa Racing Point si sono vissuti momenti frenetici. Lance Stroll, infatti, non ha preso parte alle prove libere del mattino (le uniche disputate al Nurburgring dopo la cancellazione dei due turni del venerdì) a causa di non meglio identificati problemi fisici ed il canadese è stato costretto a saltare anche la sessione di qualifiche lasciando il proprio posto in vettura a Nico Hulkenberg.

Ovviamente ci si è chiesto quali fossero i problemi di salute di Stroll, ed il primo pensiero è caduto su un eventuale contagio da COVID-19, ma a fare chiarezza è stato Szafnauer.

“Non si sentiva bene già dalla Russia. Credo che avesse un po' di raffreddore. All'inizio abbiamo pensato ad effettuare il tampone. L'abbiamo testato più volte ed è risultato negativo tre o quattro volte. Non ha i classici sintomi del COVID-19”.

“Ieri sera aveva mal di stomaco, è rimasto seduto sul wc un sacco di tempo e non riusciva a scendere e stare abbastanza a lungo all’interno di un’auto da corsa. Non so se sia dipeso da qualcosa che ha mangiato o da un virus specifico. A breve dovremo affrontare una doppia trasferta e preferisco che sia pronto per quella”.

“Ovviamente speravamo che si riprendesse. Aveva sintomi simili a quelli dell’influenza e non stava bene. Non riusciva neanche a fare esercizio fisico. Abbiamo un dottore che si sta prendendo cura di lui e quando potrà tornerà a casa”.

Szafnauer ha poi dichiarato come la decisione di non far salire Stroll in vettura è stata presa poco prima del via delle libere e per questo motivo Hulkenberg non era ancora in circuito.

“Lance sino a trenta minuti prima delle FP3 voleva scendere in pista, ma poi ha pensato che avrebbe dovuto affrontare sia le qualifiche che la gara in queste condizioni e non era per nulla contento di ciò. Sperava di essere in grado di uscire dal bagno ed entrare in vettura, ma tutto è successo poco prima del via delle Libere 3, altrimenti avremmo avvisato Hulkenberg con un giorno di anticipo e gli avremmo consentito di girare nelle FP3”.

Szafnauer ha poi spiegato di sapere che Hulk fosse a Colonia per un impegno già preso con la TV: “Era già per strada perché avrebbe dovuto commentare per RTL. Lo so perché sono in contatto con lui. Per questo motivo l’ho chiamato e gli ho chiesto quanto fosse lontano dalla pista”.

“E' stata una richiesta enorme e siamo solo grati che sia riuscito a rientrare nel 107%, è quello che volevamo. Ha fatto qualche giro e se domani farà una buona partenza avrà una possibilità di andare a punti”.

“Rispetto alla vettura che ha guidato l’ultima volta abbiamo apportato alcune modifiche e Nico è rimasto sorpreso dai cambiamenti. Ha detto che sentiva la vettura diversa e deve abituarsi. Nel complesso, però, era soddisfatto dell’equilibrio generale”.

Szafnauer ha poi spiegato perché non è stato scelto Stoffel Vandoorne: “Era nel paddock ed aveva già un test COVID negativo, ma noi avevamo già il sedile di Nico con noi e conoscevamo già le regolazioni della pedaliera. Se avessimo chiamato Stoffel avremmo dovuto effettuare tutte queste operazioni, mentre così è stato facile”.

Nico Hulkenberg, Racing Point RP20, nell’abitacolo
Nico Hulkenberg, Racing Point RP20, nell’abitacolo
1/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Racing Point, entra nell’abitacolo
Nico Hulkenberg, Racing Point, entra nell’abitacolo
2/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Otmar Szafnauer, Team Principal e CEO, Racing Point
Otmar Szafnauer, Team Principal e CEO, Racing Point
3/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Prova di pit stop per Sergio Perez, Racing Point RP20
Prova di pit stop per Sergio Perez, Racing Point RP20
4/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point RP20
Sergio Perez, Racing Point RP20
5/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point RP20
Sergio Perez, Racing Point RP20
6/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point
Sergio Perez, Racing Point
7/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point
Sergio Perez, Racing Point
8/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point
Sergio Perez, Racing Point
9/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Prova di pit stop per Sergio Perez, Racing Point RP20
Prova di pit stop per Sergio Perez, Racing Point RP20
10/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point RP20
Sergio Perez, Racing Point RP20
11/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, Romain Grosjean, Haas VF-20, e Sergio Perez, Racing Point RP20
Charles Leclerc, Ferrari SF1000, Romain Grosjean, Haas VF-20, e Sergio Perez, Racing Point RP20
12/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Racing Point
Nico Hulkenberg, Racing Point
13/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Racing Point RP20
Nico Hulkenberg, Racing Point RP20
14/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Racing Point RP20
Nico Hulkenberg, Racing Point RP20
15/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Racing Point RP20
Nico Hulkenberg, Racing Point RP20
16/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Racing Point RP20
Nico Hulkenberg, Racing Point RP20
17/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Racing Point RP20
Nico Hulkenberg, Racing Point RP20
18/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Racing Point RP20
Nico Hulkenberg, Racing Point RP20
19/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Racing Point RP20
Nico Hulkenberg, Racing Point RP20
20/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Racing Point RP20
Nico Hulkenberg, Racing Point RP20
21/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Racing Point, entra nell'abitacolo
Nico Hulkenberg, Racing Point, entra nell'abitacolo
22/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Fotogallery F1: le Qualifiche del GP dell'Eifel
Articolo precedente

Fotogallery F1: le Qualifiche del GP dell'Eifel

Prossimo Articolo

Mekies: "La Ferrari ha iniziato la risalita dal fondo"

Mekies: "La Ferrari ha iniziato la risalita dal fondo"
Carica commenti
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021