Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
FP1 in
108 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
122 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
150 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
157 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
171 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
FP1 in
206 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
213 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
227 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
241 giorni

Strategie GP Canada: favorito chi parte con le Medie, ma occhio a Verstappen!

condivisioni
commenti
Strategie GP Canada: favorito chi parte con le Medie, ma occhio a Verstappen!
Di:
9 giu 2019, 15:12

Ferrari e Mercedes possono scattare con le gomme gialle e fare l'unica sosta fra il giro 30 e 35, ma nel paddock temono il pilota Red Bull che potrebbe scattare con le Hard scombussolando tutti i piani.

Sul fronte pneumatici le strategie di gara del Gran Premio del Canada non sono così scontate. L’unico dato certo è che chi potrà prendere il via con un set di mescole medie sarà nella situazione ideale (almeno sulla carta), ovvero meno esposto a rischi di degrado ed usura imprevista.

Tra chi scatterà nella top 10 nel gruppo medie ci sono le due Ferrari e le due Mercedes, più (forse) Verstappen, che non avendo passato il taglio della Q2 potrà scegliere con quale mescola scattare. Secondo le simulazioni della Pirelli le medie dovrebbero garantire dai 30 ai 35 giri, al termine dei quali si potrà puntare alla bandiera a scacchi senza problemi con le hard.

 

Nella top 10 ci saranno cinque piloti che scatteranno con le soft montate ieri in Q2, e per loro la prima fase di gara non sarà semplice. Sempre secondo la Pirelli lo stint per chi monterà questa mescola a serbatoi pieni non dovrebbe superare i dieci giri, al termine dei quali il passaggio alla hard è dato per scontato. Ma chi dovrà provare a percorrere 60 giri con le gomme più dure, non potrà tenere lo stesso ritmo che si potrà invece permettere chi monterà le hard 20 giri dopo.

La Pirelli lascia uno spiraglio anche alla possibilità di una gara a due soste, legata per lo più a vicende di gara imprevedibili, come eventuali safety car. In questo caso le due Ferrari potrebbero godere di un piccolo vantaggio rispetto alle Mercedes, avendo ancora a disposizione un set nuovo di gomme medie per entrambi i piloti.

Leggi anche:

Come preannunciato ci sarà poi la… variabile Verstappen. Max, a causa della penalità inflitta a Sainz e alla partenza dalla pit-lane di Magnussen, scatterà dalla nona posizione e potrà scegliere la mescola da montare al via. Nel paddock l’ipotesi più accreditata è che il pilota olandese possa partire con gomme hard, differenziando la sua strategia rispetto ai top team.

Verstappen ha poi a disposizione tre set di gomme soft ed un treno di medie usato tra cui scegliere per il secondo stint. A meno che Max non decida di partire subito all’assalto, montando un set di soft nuove al via, correndo però il rischio legato alla sosta anticipata di tornare in pista nel traffico di centro gruppo.

 
Prossimo Articolo
Pirelli piccata per le accuse di Marko sulle gomme 2019: sono state scelte da tutti i team

Articolo precedente

Pirelli piccata per le accuse di Marko sulle gomme 2019: sono state scelte da tutti i team

Prossimo Articolo

Allarme Mercedes: trovata e risolta una perdita idraulica sulla W10 di Hamilton

Allarme Mercedes: trovata e risolta una perdita idraulica sulla W10 di Hamilton
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP del Canada
Sotto-evento Gara
Location Circuit Gilles-Villeneuve
Autore Roberto Chinchero