Strategie F1: la pioggia variabile impazzita, altrimenti un pit stop

In caso di GP di Francia asciutto la Pirelli prevede una sola sosta passando dalle medie alle hard o viceversa. Ma adesso al Paul Ricard piove per cui i parametri sono destinati a cambiare.

Strategie F1: la pioggia variabile impazzita, altrimenti un pit stop

Il Gran Premio di Francia non sembra presentare grandi incognite sul fronte delle strategie. Come previsto alla vigilia della tappa del Paul Ricard saranno le mescole più dure a tenere banco nei 53 giri in programma oggi, tendenza confermata nella sessione Q2 di ieri superata dai primi dieci piloti della griglia di partenza con gomme medie.

Le simulazioni Pirelli prevedono per chi scatterà con gomme medie un primo stint di gara con una percorrenza da 18 a 25 giri, finestra nel quale dovrebbe avvenire il pit-stop per il passaggio alla hard.

Con questo set di pneumatici non sono previsti problemi per arrivare alla bandiera a scacchi, ipotesi avvalorata dai dati emersi nelle simulazioni gara completate venerdì.

L’unica incognita (minima) è rappresentata da un degrado maggiore del previsto legato alla pioggia caduta durante la scorsa notte, ma si è trattato di una precipitazione leggera che non dovrebbe aver tolto la gomma depositata sull’asfalto nelle giornate di venerdì e sabato. In ogni caso, qualora diventasse necessaria una seconda sosta, i piani prevedono un set di gomme soft per coprire gli ultimi dieci giri in programma.

Più interessante è invece la strategia di chi partirà dalla sesta fila in giù. In questo caso l’opzione di prendere il via con le hard è una possibilità interessante, e permetterà di valutare in gara l’utilizzo nel secondo stint un set di medie o soft. Secondo Pirelli le gomme ‘bianche’ dovrebbero permettere di coprire i primi 36 giri di gara, con un secondo stint consigliato su gomme media.

Tutti i piloti hanno a disposizione un set di hard nuovo, mentre nella top-10 il solo Perez può contare su un treno di medie nuove. Il messicano non ha però a disposizione set di soft nuove al contrario dei suoi avversari diretti.

Naturalmente lo scenario cambierà se la pioggia che sta cadendo adesso sul Paul Ricard dovesse proseguire nel primo pomeriggio, visto che l'asfalto asciuga molto in fretta con il vento di Mistral, ma le condizioni di grip tornano alla pista green vista venerdì nelle prove libere quando non c'era la minima aderenza.

condivisioni
commenti
Mercedes: ecco come è stato modificato il brake magic

Articolo precedente

Mercedes: ecco come è stato modificato il brake magic

Prossimo Articolo

Formula 1: La griglia di partenza del GP di Francia

Formula 1: La griglia di partenza del GP di Francia
Carica commenti
BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021
Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA Prime

Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA

Emerson Fittipaldi non è stato soltanto uno dei più grandi talenti mai apparsi in Formula 1, ma ha scritto pagine di storia indelebili anche in IndyCar. Nigel Roebuck ne ripercorre la carriera attraverso le parole del brasiliano.

Formula 1
16 set 2021
Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia" Prime

Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia"

In questa nuova puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Federica Masolin, giornalista e presentatrice della Formula 1 di Sky Sport. Federica si racconta, ripercorrendo gli anni di una carriera in giro per il mondo, di una vita piena di passioni e viaggi. Da piccola, il suo desiderio era diventare una rockstar. Poi, l'amore per lo sport le ha fatto cambiare idea...

Formula 1
16 set 2021