Stoffel Vandoorne stupisce all’esordio sulla MP4-31

A dispetto dell’arrivo in extremis sul circuito di Al Sakhir, il belga della McLaren ha completato una giornata di lavoro impaccabile. E senza un piccolo errore sarebbe già a ridosso di Button.

“Diciamo così: da quando ho ricevuto la telefonata della McLaren ieri sera in Giappone…le cose intorno a me sono diventate un po’ più frenetiche”. Stoffel Vandoorne è arrivato sul paddock di Al Sakhir alle dieci del mattino, ed ovviamente è stato il primo pilota ad entrare nel paddock. “Quando mi hanno confermato cha avrei corso in Bahrain - ha raccontato Stoffel - ho iniziato a ricevere molte telefonate dagli ingegneri della McLaren, poi mi hanno inviato tutti i files contenenti le informazioni sui comandi del volante, e tutte le indicazioni su ciò che si può dire dire via-radio e ciò che invece è stato proibito. Ho avuto da fare in aereo mentre volavo da Tokio a Dubai! Credo che stanotte dormirò meglio”.

Potrà fare sonni tranquilli Vandoorne, perché la sua prima giornata di prove al volante della McLaren è stata decisamente positiva. Stoffel non aveva mai guidato la MP4-31, ed il tempo per familiarizzare è stato davvero poco. Eppure, a dispetto dell’esordio ad “esprienza-zero”, nella FP2 quando il belga è sceso in pista con le gomme supersoft ha impressionato. Il cronometro lo ha confermato undicesimo a sette decimi dal compagno di squadra Button, ma il divario è imputabile ad un errore commesso alla prima staccata. I parziali del secondo e terzo settore sono risultati identici a quelli di Button, una cosa che impressionato anche la stessa McLaren.

“È stata una giornata davvero intensa – ha confermato Vandoorne – abbiamo cercato di fare più giri possibili, così come prove di pit-stop e partenza. Tutte cose molto importanti con cui ho dovuto cercare di familiarizzare il più in fretta possibile. Ma inutile che dica di quanto sia contento di avere questa opportunità. Non è la situazione ideale quella di saltare in macchina con qualche ora di preavviso, ma finora tutto è andato bene. Penso che domani potrò fare qualche ulteriore passo avanti”. L’esordio del belga è diventato uno degli argomenti “top” del weekend in Bahrain. Un osservato speciale, con tanto di tutor davvero d’eccezione ai box: Fernando Alonso. Ma lo spagnolo avrà davvero interesse a dispensare qualche buon consiglio ad un ragazzo che si è presentato con il piglio dei grandi?

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Bahrain
Sub-evento Venerdì, prove libere 2
Circuito Bahrain International Circuit
Piloti Stoffel Vandoorne
Team McLaren
Articolo di tipo Ultime notizie