Steiner: "Per Haas sarà impossibile prendere punti in tutte le gare"

Gunther Steiner, team principal della scuderia Haas F1, dice che il team americano non ha ancora posto un obiettivo chiaro per il primo anno: "Abbiamo fatto bene nelle prime gare, ma non potremo ripeterci per 21 GP".

L'inizio di stagione del team Haas F1 nel Circus iridato continua a tenere banco. Inutile negarlo, l'avvio del team statunitense nella stagione d'esordio nel Mondiale è stato entusiasmante, grazie al sesto posto centrato in Australia e al quinto in Bahrain portati a casa da Romain Grosjean.

Nonostante l'avvio folgorante, in casa Haas tutti predicano calma, perché le prime due gare non saranno lo specchio dell'andamento di questo Mondiale. La VF-16 ha mostrato di essere competitiva, veloce, ma anche fragile, soprattutto nelle mani di Esteban Gutierrez. Il team, inoltre, è formato da persone che hanno già esperienza in F.1, ma gli automatismi in certi frangenti dei fine settimana non sono ancora messi a punto.

Per questo motivo Gunther Steiner, team principal della scuderia americana, mette le mani avanti e ricorda che sarà impossibile vedere almeno una VF-16 sempre tra i pimi 10 in questa stagione.

"Stiamo ancora cercando di capire quali possano essere le nostre aspettative per questa stagione d'esordio in F.1", ha dichiarato il team principal di Haas F1 a Motorsport.com. "Credo che il quinto e il sesto posto a oggi centrati siano un po' sopra le aspettative e il nostro reale valore. Noi lo sappiamo e non è quello che sognamo fare quinto o sesto tutte le gare. Ma possiamo lottare per la zona punti".

"Non ci sono aspettative se avessimo iniziato il Mondiale finendo fuori dai punti. Ma ogni giorno ci alziamo e il nostro obiettivo è cercare di finire a punti. E questi arriveranno. Ci saranno gare in cui finiremo a punti e saremo a metà classifica. Bisogna però sapere e dire che finire sempre in quinta e in sesta posizione non potrà accadere".

Sino a ora le strategie in gara sono state perfette

Nelle prime due gare della stagione, il team Haas F1 ha dato prova di essere in grado di leggere al meglio le varie situazioni di gara. E' anche attraverso le giuste strategie scelte in Australia e in Bahrain che Romain Grosjean è riuscito a portare a casa i 18 punti attuali.

"Questi risultati sono stati una combinazione di più fattori", ha proseguito Steiner. "E' questione di lettura dei dati e di esperienza. Siamo un team nuovo, ma possiamo contare su persone che hanno grande esperienza nel Circus iridato. Per ora abbiamo fatto due arrivi su due a punti, ma certamente non riusciremo a fare tutto ciò per 21 gare. Dobbiamo stare attenti prima di definirci come geni. Nelle prime due gare abbiamo ideato buone strategie, e questa è una cosa ottima, ma dobbiamo provare a farlo per 21 Gran Premi. Siappiamo che non riusciremo a farlo per tutto l'anno".

Sviluppi simili a quelli dei team rivali

"Penso che i team con cui lottiamo abbiano un programma di aggiornamenti delle rispettive vetture piuttosto simile al nostro", ha affermato il manager altoatesino. Non lottiamo con Red Bull, Ferrari e Mercedes. Siamo in lotta con i team di metà classifica, che si trovano nella stessa situazione tecnica ed economica".

"Certamente porteremo sviluppi, ma la quantità di questi che utilizzeremo è ancora da decidere. Vogliamo montare sulla vettura cosa che funzionano e che ci permettano di aumentare le nostre prestazioni. Non abbiamo fretta nel dover produrli o montarli in macchina. Ad oggi non abbiamo ancora portato nulla, ma abbiamo già investito milioni di dollari sulla nostra monoposto".

"Sappiamo che questa vettura potrà andare ancora più forte di quanto ha fatto sino a ora. Non abbiamo ancora capito tutto riguardo le sue potenzialità. Abbiamo ancora molto lavoro da fare per migliorarla e sfruttare al massimo quello che già abbiamo", ha concluso Steiner.

Informazioni aggiuntive di Adam Cooper

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP della Cina
Circuito Shanghai International Circuit
Piloti Romain Grosjean , Esteban Gutiérrez
Team Haas F1 Team
Articolo di tipo Intervista