Steiner: "Haas è stata vicina a chiudere. Ora pensiamo al 2022"

Gunther Steiner, team principal della Haas, ha rivelato che il team è stato molto vicino a chiudere qualche mese fa a causa della volontà di Gene Haas di non voler più investire sulla squadra. Il 2021 sarà un anno di transizione per tutti, piloti compresi.

Steiner: "Haas è stata vicina a chiudere. Ora pensiamo al 2022"

“Non voglio spendere altri soldi in questa squadra”. Gene Haas lo scorso anno era stato categorico in merito alla volontà di non investire ulteriori capitali nel programma Formula 1, una presa di posizione che ha messo a rischio il futuro del team. Quella che era stata riportata come un’indiscrezione, è stata confermata oggi a Sakhir da Gunther Steiner nella tradizionale conferenza stampa del giovedì.

“Ne parlai con Gene – ha commentato Steiner – e quella è stata effettivamente la sua decisione. Non so dirvi quanto abbiamo davvero rischiato di chiudere, ma onestamente credo ad un certo punto ci stiamo stati abbastanza vicini”. A salvare il progetto Haas F1 è stata l’iniezione di capitali garantita da Nikita Mazepin e uno sponsor (1 & 1 Ionos) legato a Mick Schumacher, anche se Steiner ha smentito che quest’ultima sia un’operazione ufficialmente legata al pilota tedesco.

“Non esiste un collegamento diretto tra 1 & 1 e Schumacher – ha spiegato il team principal della Haas – ma ovviamente 1 & 1 è felice che Mick sia con noi, e la sua presenza ci ha aiutato a concludere l’accordo. Ma non è stata una trattativa diretta tra la società e Mick, non è una sua sponsorizzazione”.

Steiner ha confermato che le monoposto che vedremo in pista questo fine settimana a Sakhir saranno identiche alla specifica vista nei test, chiarendo che in generale non ci saranno cambiamenti nell’arco del campionato. “È previsto un piccolo sviluppo ad Imola – ha chiarito – e sarà l’ultimo su questo progetto. Ma non si tratta di grandi cambiamenti, solo piccole componenti che non sono arrivate in tempo per la prima gara”. Un aspetto che, almeno per il momento, non influirà sugli obiettivi dei due piloti, pronti al loro esordio nel Mondiale.

“I target per Mick e Nikita sono quelli di portare la monoposto sotto la bandiera a scacchi – ha concluso Steiner – cercando di sfruttare ogni giro a disposizione per fare esperienza. Il loro obiettivo principale quest’anno è imparare, familiarizzare e crescere, per essere pronti a capitalizzare il tutto nel 2022, stagione in cui speriamo di poter avere a disposizione una monoposto migliore. Il 2021 lo vedo per la squadra come un anno di transizione, ne siamo coscienti e non è un problema. La squadra sta facendo i suoi sforzi, ma sono tutti concentrati sulla monoposto 2022”.

condivisioni
commenti
Aston Martin AMR21: come tenere la... bocca (più) chiusa
Articolo precedente

Aston Martin AMR21: come tenere la... bocca (più) chiusa

Prossimo Articolo

Mercedes: packaging più estremo della power unit

Mercedes: packaging più estremo della power unit
Carica commenti
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021