Steiner: “Dai rally alla F1 grazie a Lauda che mi ha voluto”

Intervista esclusiva a Gunther Steiner. L'attuale Team Principal Haas di Formula 1 ha alle spalle una ricca carriera, che va a toccare praticamente tutti i maggiori campionati del globo: dal WRC - in cui ha lavorato con McRae e Sainz - al DTM, passando per Nascar e, ovviamente, la F1

Carica lettore audio

C'è chi, il nome di Gunther Steiner, ha imparato a conoscerlo dopo la serie "Drive to Survive" targata Netflix. Il manager altoatesino, però, è molto più di quella figura vulcanica ed istrionica emersa grazie alla piattaforma di streaming.

Nato a Merano, il 7 aprile del 1965, Steiner si fa apprezzare nel mondo dei rally dove lavora a stretto contatto alla corte di Wilson con due leggende come Colin McRae e Carlos Sainz, per poi trasferirsi in Formula 1 voluto direttamente da Niki Lauda in Jaguar.

Dopo un passaggio nella prima, embrionale Red Bull, ed un approdo negli USA, torna alla luce il colpo di fulmine con la Formula 1 nella neonata Haas. 

condivisioni
commenti
Steiner: “L'idea Haas da una chiacchierata con Domenicali”
Articolo precedente

Steiner: “L'idea Haas da una chiacchierata con Domenicali”

Prossimo Articolo

F1: terzo pilota, aspetto da non sottovalutare in era COVID

F1: terzo pilota, aspetto da non sottovalutare in era COVID