Statistiche GP d'Australia: la Honda torna sul podio in F1 dopo 11 anni

condivisioni
commenti
Statistiche GP d'Australia: la Honda torna sul podio in F1 dopo 11 anni
Di:
Tradotto da: Matteo Nugnes
18 mar 2019, 17:36

Ecco le statistiche più curiose del Gran Premio d'Australia, prima gara della stagione 2019 della Formula 1, nella quale la Honda ha ritrovato un podio che le mancava dal 2008.

Scorrimento
Lista

1/21

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lewis Hamilton ha firmato a Melbourne l'84esima pole position della sua carriera. Comanda sempre davanti a Michael Schumacher (68) ed Ayrton Senna (65) in questa statistica.

2/21

Foto di: Sutton Motorsport Images

Hamilton ottiene almeno una pole position da 13 stagioni consecutive, dal suo debutto nel 2007 (foto) al 2019. Ha eguagliato la striscia di Schumacher compresa tra il 1994 ed il 2006.

3/21

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Quella di quest'anno è stata l'ottava pole position di Hamilton ad Albert Park (in 13 partecipazioni). Ha eguagliato le otto pole di Schumacher a Suzuka (in 19 tentativi) e le otto di Ayrton Senna ad Imola (in 11 Gran Premi). Nessun pilota ha mai fatto nove pole position sullo stesso circuito.

4/21

Foto di: Rubio / Motorsport Images

Con 84 pole position al suo attivo, Hamilton ne ha conquistate da solo lo stesso numero degli altri 19 piloti in griglia sommate tra loro.

5/21

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Per il quarto anno consecutivo, Lewis Hamilton si è classificato secondo nel Gran Premio d'Australia dopo aver preso il via dalla pole position.

6/21

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Valtteri Bottas ha conquistato la quarta vittoria della sua carriera in F1, eguagliando Dan Gurney, Bruce McLaren ed Eddie Irvine.

7/21

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Bottas si è imposto con un vantaggio di 20"886 su Hamilton, il più grande distacco tra il vincitore ed il secondo classificato dal GP di Russia del 2016 (in quel caso vinse Nico Rosberg con 25"022 su Hamilton).

8/21

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Ogni volta che una squadra ha piazzato una doppietta a Melbourne, è diventata campione del mondo e il vincitore della gara ha conquistato il titolo. Sarà di buon auspicio per Bottas? Ecco i precedenti:

2016 - Nico Rosberg precede Lewis Hamilton (Mercedes)
2015 - Lewis Hamilton precede Nico Rosberg (Mercedes)
2009 - Jenson Button precede Rubens Barrichello (Brawn)
2004 - Michael Schumacher precede Rubens Barrichello (Ferrari)
2000 - Michael Schumacher precede Rubens Barrichello (Ferrari)
1998 - Mika Hakkinen precede David Coulthard (McLaren)
1996 - Damon Hill precede Jacques Villeneuve (Williams)

9/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Bottas è il primo finlandese a comandare la classifica iridata dopo la vittoria del suo connazionale Kimi Raikkonen al Gran Premio d'Australia 2013... Proprio il giorno del debutto in F1 di Bottas.

10/21

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Bottas ha ottenuto il suo 11esimo giro più veloce in gara. Il finlandese ha eguagliato John Surtees in questa classifica.

11/21

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Hamilton, Bottas e Verstappen hanno conquistato rispettivamente il 135esimo, il 31esimo ed il 23esimo podio della loro carriera. Hamilton rimane secondo nella classifica assoluta dietro a Michael Schumacher (155), mentre Bottas raggiunge Jack Brabham e Verstappen invece James Hunt, Michele Alboreto e Jacques Villeneuve.

12/21

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Soprattutto, Verstappen ha regalato alla Honda il suo primo podio da quello di Rubens Barrichello nel Gran Premio di Gran Bretagna del 2008. Si tratta del 175esimo podio in Formula 1 per il motorista giapponese.

13/21

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Quello di Melbourne è anche il sesto podio consecutivo per Max Verstappen, che quindi ha infilato la miglior serie della sua carriera.

14/21

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Verstappen ha totalizzato 106 punti negli ultimi sei Gran Premi (media 17,67) contro i 120 di Hamilton, gli 84 di Vettel, i 76 di Vettel, i 69 di Raikkonen ed i 36 di Ricciardo.

15/21

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Con l'ottavo posto di Kimi Raikkonen, l'Alfa Romeo ha conquistato i suoi primi punti in Formula 1 dal Gran Premio d'Europa del 1984, quando Riccardo Patrese si piazzò sesto.

16/21

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Con il nono posto, Lance Stroll ha regalato i suoi primi punti in Formula 1 alla scuderia Racing Point.

17/21

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Daniil Kvyat ha conquistato dei punti in tutti i GP d'Australia a cui ha partecipato con la Toro Rosso (2014, 2017 e 2019), ma mai con la Red Bull (2015 e 2016).

18/21

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Daniel Ricciardo non è ancora diventato il primo australiano a salire sul podio nella gara di casa (almeno ufficialmente, perché c'era salito prima della squalifica del 2014, e anche Mark Webber dopo il quinto posto ottenuto nel 2002 con la Minardi).

19/21

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Ventesimo ed ultimo, Robert Kubica ha firmato il peggior risultato in qualifica della sua carriera, proprio nel weekend del suo ritorno in Formula 1.

20/21

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Con 26 punti, frutto della vittoria e del giro più veloce in gara, Valtteri Bottas è salito al decimo posto nella classifica dei piloti con più punti nella storia della Formula 1, scavalcando Daniel Ricciardo (989 contro 986).

21/21

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Otto squadre diverse in zona punti, tutte tranne McLaren e Williams: non accadeva dal Gran Premio di Germania del 2018 e anche in quel caso mancavano all'appello McLaren e Williams.

Prossimo Articolo
Honda più rilassata dopo il podio di Verstappen. Tanabe: "Ma il gap dai top team è chiaro"

Articolo precedente

Honda più rilassata dopo il podio di Verstappen. Tanabe: "Ma il gap dai top team è chiaro"

Prossimo Articolo

Fotogallery: l'Alfa Romeo Racing nel Gran Premio d'Australia

Fotogallery: l'Alfa Romeo Racing nel Gran Premio d'Australia
Carica commenti