Mick Schumacher a Maranello, ma non per la FDA

Il figlio di Michael ieri ha preparato il test di ieri a Monza con la F.4 della PreMa, il team con cui correrà nel 2016

Mick Schumacher, 16enne figlio del sette volte campione del mondo di F.1, è stato a Maranello. Tutto vero, ma non ha avuto contatti per entrare nella Ferrari Driver Academy. Ha fatto un passaggio dalla Gestione Sportiva, dopo essere stato a pranzo al Montana con Luca Baldisserri che la FDA la dirige, ma solo per conoscere alcune persone che collaborano con la PreMa, la squadra che quasi sicuramente lo farà correre l’anno prossimo in Formula 4 (ieri ha effettuato un test a Monza).

“Baldo” è stato per anni l’ingegnere di pista di papà Schumi nell’epopea iridata della Ferrari e ha mantenuto, quindi, un legame particolare con la famiglia, per cui non deve sorprendere che abbia accolto il figlio di Michael.

Il nome di Mick, almeno per il momento, non rientra nei piani della Ferrari, tanto più che il giovane tedesco ha bisogno di fare ancora esperienza in Formula 4: la stagione 2015 è stata condizionata dalla frattura alla mano rimediata al Red Bull Ring, dopo il successo iniziale a Oschersleben che lo aveva proiettato agli onori della cronaca mondiale. E non è escluso che Schumi jr possa correre nella serie tricolore nella squadra che ormai è controllata da Laurence Stroll.

Il papà canadese di Lance sta allargando i suoi interessi e vuole mettere un piede anche in F.1: sta trattando l’acquisto di quote della Williams (dopo aver rifiutato l’acquisto della Sauber), dove il figlio potrebbe diventare il test driver al posto di Susie Wolff che ha annunciato il suo ritiro dalle corse. Il giovane è stato a Grove accompagnato proprio da Luca Baldisserri per definire quale potrebbe essere il ruolo attivo di Lance. Una strana uscita dall’orbita del Cavallino rampante che può fare presupporre importanti cambiamenti nei piani 2016 della FDA…

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Mick Schumacher
Team Prema Powerteam
Articolo di tipo Curiosità