Spa, Libere 3: Raikkonen a sorpresa, Ferrari davanti alla Red Bull!

La Ferrari svetta nella terza sessione di prove libere del GP del Belgio con Raikkonen, unico pilota che va sotto il muro di 1'38". Ricciardo è staccato di un paio di decimi dalla Rossa, mentre la Mercedes ancora si nasconde...

La Ferrari ha deciso di stupire tutti con Kimi Raikkonen: il finlandese nel secondo tentativo di qualifica ha centrato un eccellente 1'47"974 (unico che ha sfondato il muro dell'1'48") nella terza sessione di prove libere del GP del Belgio. A Maranello hanno reagito alle difficoltà di ieri quando la Rossa prendeva un secondo dalle Red Bull Racing.

La Ferrari ha beneficiato di due aspetti: ieri la SF16-H era palesemente troppo scarica aerodinamicamente: veloce nel T1 e T3, ma troppo penalizzata nel tratto centrale della pista. Sull'ala posteriore sono state cambiate le paratie laterali introducendo quella con quattro soffiaggi orizzontali in luogo dei due di ieri. La SF16-H ha migliorato di sette decimi, beneficiando anche di una temperatura che è risultata 9 gradi più basso rispetto al pomeriggio di ieri. Insomma, a Maranello hanno reagito alle difficoltà del venerdì. Basterà?

Raikkonen ha messo Daniel Ricciardo a 215 millesimi, ribaltando il tavolo. L'australiano con gomme Supersoft e in assetto da qualifica ha ottenuto un buon 1'48"189, che ha di nuovo acceso le polemiche sul diffusore posteriore della RB12 che ondeggia quando sale sui cordoli, mostrando un'anomala flessibilità che coinvolge anche l'alettone. C'è chi ritiene che i tecnici di Milton Keynes cerchino di far stallare proprio l'ala posteriore sui rettilinei, ottenendo velocità massime che non venivano raggiunte in passato, nonostante il motore Renault che non è certo la power unit più potente.

Nella classifica dell'ultimo turno di libere non compare Max Verstappen: l'olandese, che era il più veloce ieri, dopo aver effettuato delle prove aerodinamiche con vernice flow viz verde si è dovuto fermare ai box per un problema al cambio che, pare, debba essere sostituito (in questo caso il rookie pagherebbe cinque posizioni sulla griglia dopo le qualifiche).

E così alle spalle di Ricciardo spunta Sebastian Vettel con l'altra SF16-H staccato di tre decimi dal brillante compagno di squadra, sempre molto in palla a Spa. In quarta posizione è apparso Valtteri Bottas con i 1'48"504 che si è trascinato dietro un Lewis Hamilton che si è tolto il gusto di provare un solo giro da qualifica alla fine del turno, manifestando dei problemi al retrotreno. L'inglese, in realtà, ha simulato il primo stint di gara con le gomme medie, dedicandosi alla messa a punto della gara, tralasciando il giro secco. Il campione del mondo ha omologato un terzo motore, accumulando 55 posizioni in griglia di penalizzazione. In realtà scatterà dalla pit lane, fermandosi in qualifica dopo la Q1...

La Williams con il finlandese ha dato segni di risveglio dopo l'encefallogramma piatto di ieri, anche se Felipe Massa è solo ottavo. E Nico Rosberg? Si è nascosto: il tedesco non ha svuotato il serbatoio quando ha usato un treno di Supersoft, tanto che le ha prese anche dalla Force India di Nico Hulkenberg, settima.

La top ten è stata completata da Sergio Perez con la seconda Force India seguito da Romain Grosjean con la prima Haas. Il lamentoso Esteban Gutierrez, dopo aver tentato la qualifica con le Supersoft, è rimasto in traiettoria al Raidillon nel giro di rallentamento e ha costretto Pascal Wehrlein ad andare sull'erba mentre era lanciato in pieno per evitare un brutto tamponamento.

Il messicano è stato messo sotto investigazione perché il tedesco ha rischiato davvero grosso in uno dei punti più difficili del tracciato. Merita una reprimenda se non una penalizzazione. Lo stesso si può dire per Kevin Magnussen che ha chiuso Sebastian Vettel prima di Blanchimont: anche il ferrarista ha messo la Ferrari nell'erba per evitare un brutto contatto. Due piloti che meritano una penalizzazione, perché con la sicurezza non si scherza.

Cla#PilotaChassisMotoreGiriTempoGapDistaccokm/h
1 7  Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 11 1'47.974     233.522
2 3  Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 18 1'48.189 0.215 0.215 233.058
3 5  Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 12 1'48.297 0.323 0.108 232.826
4 77  Valtteri Bottas  Williams Mercedes 17 1'48.504 0.530 0.207 232.382
5 44  Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 20 1'48.635 0.661 0.131 232.101
6 27  Nico Hulkenberg  Force India Mercedes 12 1'48.739 0.765 0.104 231.880
7 6  Nico Rosberg  Mercedes Mercedes 19 1'48.742 0.768 0.003 231.873
8 19  Felipe Massa  Williams Mercedes 21 1'48.783 0.809 0.041 231.786
9 11  Sergio Perez  Force India Mercedes 12 1'48.915 0.941 0.132 231.505
10 8  Romain Grosjean  Haas Ferrari 16 1'49.272 1.298 0.357 230.748
11 14  Fernando Alonso  McLaren Honda 9 1'49.453 1.479 0.181 230.367
12 21  Esteban Gutierrez  Haas Ferrari 16 1'49.631 1.657 0.178 229.993
13 22  Jenson Button  McLaren Honda 10 1'49.665 1.691 0.034 229.922
14 20  Kevin Magnussen  Renault Renault 11 1'49.716 1.742 0.051 229.815
15 94  Pascal Wehrlein  Manor Mercedes 15 1'49.761 1.787 0.045 229.720
16 26  Daniil Kvyat  Toro Rosso Ferrari 9 1'50.023 2.049 0.262 229.173
17 55  Carlos Sainz Jr.  Toro Rosso Ferrari 9 1'50.078 2.104 0.055 229.059
18 30  Jolyon Palmer  Renault Renault 11 1'50.241 2.267 0.163 228.720
19 12  Felipe Nasr  Sauber Ferrari 13 1'50.420 2.446 0.179 228.349
20 31  Esteban Ocon  Manor Mercedes 18 1'50.693 2.719 0.273 227.786
21 9  Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 5 1'51.319 3.345 0.626 226.505
22 33  Max Verstappen  Red Bull TAG 2

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Belgio
Circuito Spa-Francorchamps
Piloti Kimi Raikkonen
Team Mercedes , Red Bull Racing , Ferrari
Articolo di tipo Prove libere