Spa, Libere 2: Raikkonen mette in fila le due Mercedes. Vettel è solo quinto

condivisioni
commenti
Spa, Libere 2: Raikkonen mette in fila le due Mercedes. Vettel è solo quinto
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
24 ago 2018, 14:43

Il finlandese svetta con la Ferrari nella seconda sessione di prove libere del GP del Belgio e si lascia alle spalle Hamilton e Bottas. Vettel, quinto nel giro secco, è stato molto consistente nel long run. Verstappen è quarto con la Red Bull.

La Ferrari svetta anche nella seconda sessione di prove libere del GP del Belgio: in mattinata era stato Sebastian Vettel a svettare, mentre nel pomeriggio in cima alla tabella dei tempi si è portato Kimi Raikkonen. Il finlandese con la gomma Supersoft ha colto un 1'43"355, arrivando già nel primo giorno ad appena otto decimi dal record del tracciato di Spa-Francorchamps che è detenuto da Hamilton in 1'42"553 con la Mercedes W08 l'anno scorso.

Iceman nella simulazione della qualifica ha potuto apprezzare le qualità del nuovo motore 3 del Cavallino montato in Belgio e Kimi è riuscito a completare un giro quasi perfetto che lo ha portato a segnare i migliori intertempi nel primo e terzo settore con l'ala posteriore più scarica, uguale a quella che Vettel aveva utilizzato nel primo turno.

La pista nei boschi delle Ardenne ben si adatta alle caratteristiche di guida di Raikkonen che è parso particolarmente a suo agio anche nella simulazione di gara, segno che la SF71H si vuole confermare la monoposto più veloce alla ripresa del campionato dopo la meritata sosta estiva.

Raikkonen si è messo alle spalle le due Mercedes con Lewis Hamilton ad appena 168 millesimi dalla Rossa, mentre Valtteri Bottas ha pagato un distacco più netto di oltre quattro decimi. Le frecce d'argento non sono parse particolarmente a loro agio nel giro secco: specialmente l'inglese ha patito un fastidioso sovrasterzo all'uscita delle curve. La W09, dunque, non è ancora a posto con la gomma Supersoft, vale a dire la mescola più morbida proposta dalla Pirelli.

In quarta posizione si è inserito Max Verstappen con la Red Bull: la RB14 che gira con un'alettone posteriore praticamente piatto (il DRS è praticamente inutile!) paga quasi sette decimi dalla vetta, rivelando che la monoposto di Milton Keynes non sembra reggere il passo di Ferrari e Mercedes, visto che Daniel Ricciardo ha chiuso al sesto posto e ha lasciato quasi nove decimi anche con la macchina che non ha mostrato i problemi al motore che lo avevano afflitto nel primo turno.

Fra i due piloti di Christian Horner si è infilato Sebastian Vettel: il tedesco non ha affatto entusiasmato. E' finito nel traffico con la Supersoft nuova e quando si è rilanciato si è lamentato dell'assetto posteriore. Il quattro volte campione del mondo non ha ancora trovato la giusta messa a punto della SF71H per la qualifica, mentre nel passo gara si è rivelato un... martello anche con la gomma Medium, la meno favorevole per la Rossa.

Dietro a top 6 si rivede la Force India, ma questa volta è Sergio Perez a primeggiare fra gli "altri" con un 1'44"662 che è a 1"3 dalla testa, ma ha permesso al messicano di rifilare a Carlos Sainz, ottavo con la Renault, ben quattro decimi.

E' interessante segnalare la crescita della Sauber con Marcus Ericsson, nono, in 1'45"537, davanti a Charles Leclerc per meno di un decimo. La macchina svizzera sponsorizzata Alfa Romeo sembrano in grado di ambire alla Q3, mentre ha deluso l'altra squadra con motore Ferrari, vale a dire la Haas 12esima con Romain Grosjean e 14esima con Kevin Magnussen.

Nico Hulkenberg con la seconda Renault è 11esimo: il tedesco ha lasciato a Sainz tre decimi nel giro secco. In difficoltà anche Esteban Ocon con la seconda VJM11: il francese, che di solito rivaleggia con Perez, ha collezionato un distacco di 1"3 dal compagno. E' il chiaro segno che c'era qualcosa che non andava...

Rispetto al mattino si è ridimensionata la Toro Rosso 15esima con Pierre Gasly e 17esima con Brendon Hartley. Fra i due piloti della coppia di Faenza c'è Fernando Alonso con la McLaren. Lo spagnolo ha fatto subito meglio del pilota di casa, Stoffel Vandoorne. Il belga ha perso la prima parte del turno per dei problemi meccanici e ha concluso ultimo dietro alle due Williams di Sergey Siroktin e Lance Stroll. La squadra di Woking sta sacrificando un talento sull'altare di Lando Norris?

Cla # Pilota Chassis Motore Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 7 Finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 29 1'43.355     243.959
2 44 United Kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 28 1'43.523 0.168 0.168 243.563
3 77 Finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 29 1'43.803 0.448 0.280 242.906
4 33 Netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 25 1'44.046 0.691 0.243 242.338
5 5 Germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 31 1'44.129 0.774 0.083 242.145
6 3 Australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 31 1'44.250 0.895 0.121 241.864
7 11 Mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 27 1'44.662 1.307 0.412 240.912
8 55 Spain Carlos Sainz Jr.  Renault Renault 29 1'45.481 2.126 0.819 239.042
9 9 Sweden Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 24 1'45.537 2.182 0.056 238.915
10 16 Monaco Charles Leclerc  Sauber Ferrari 25 1'45.622 2.267 0.085 238.722
11 27 Germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 28 1'45.753 2.398 0.131 238.427
12 8 France Romain Grosjean  Haas Ferrari 29 1'45.817 2.462 0.064 238.283
13 31 France Esteban Ocon  Force India Mercedes 24 1'45.935 2.580 0.118 238.017
14 20 Denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 29 1'46.078 2.723 0.143 237.696
15 10 France Pierre Gasly  Toro Rosso Honda 33 1'46.080 2.725 0.002 237.692
16 14 Spain Fernando Alonso  McLaren Renault 28 1'46.153 2.798 0.073 237.528
17 28 New Zealand Brendon Hartley  Toro Rosso Honda 35 1'46.337 2.982 0.184 237.117
18 35 Russian Federation Sergey Sirotkin  Williams Mercedes 35 1'46.451 3.096 0.114 236.863
19 18 Canada Lance Stroll  Williams Mercedes 34 1'46.470 3.115 0.019 236.821
20 2 Belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Renault 25 1'46.496 3.141 0.026 236.763

 

 

Prossimo Articolo
Ferrari: sulla Rossa c'è un bel tributo per le vittime del ponte di Genova

Articolo precedente

Ferrari: sulla Rossa c'è un bel tributo per le vittime del ponte di Genova

Prossimo Articolo

Vettel cauto sulla nuova power unit: "Siamo fiduciosi, ma ne sapremo di più dopo Monza"

Vettel cauto sulla nuova power unit: "Siamo fiduciosi, ma ne sapremo di più dopo Monza"
Carica commenti