Sirotkin ha un problema con il sedile: "Correre è stato molto doloroso"

condivisioni
commenti
Sirotkin ha un problema con il sedile: "Correre è stato molto doloroso"
Di:
Tradotto da: Matteo Nugnes
14 mag 2018, 09:32

Sergey Sirotkin dice di aver trovato il sedile della sua Williams molto scomodo e che per questo ha faticato molto a raggiungere la bandiera a scacchi del GP di Spagna.

Sergey Sirotkin, Williams FW41
Sergey Sirotkin, Williams FW41, Fernando Alonso, McLaren MCL33
Sergey Sirotkin, Williams FW41, Brendon Hartley, Toro Rosso STR13
Sergey Sirotkin, Williams FW41, Esteban Ocon, Force India VJM11
Sergey Sirotkin, Williams FW41, Brendon Hartley, Toro Rosso STR13
Sergey Sirotkin, Williams FW41
Sergey Sirotkin, Williams FW41, precede Brendon Hartley, Toro Rosso STR13

Sirotkin ha preso il via dalla 19esima posizione sulla griglia di Barcellona a causa di una penalità di tre posizioni rimediata in Azerbaijan, ed è stato ultimo per la maggior parte della corsa, dopo essere riuscito fortunatamente ad evitare il contatto con Romain Grosjean al primo giro.

"E' la gara più dura che abbia mai fatto finora" ha detto. "Non la chiamerei nemmeno una gara, davvero".

"Ho fatto una buona partenza e, ovviamente, alla curva 3 ho trovato davanti a me l'incidente di Grosjean, quindi non sono più riuscito a vedere dove stessi andando".

"Poi ho iniziato a lottare con... Diciamolo in questo modo per non turbare nessuno, il problema è che non ero per niente comodo con il sedile".

"E' un problema che abbiamo fin dall'inizio dell'anno e non abbiamo mai avuto l'opportunità di migliorare la situazione. Oggi abbiamo fatto un po' di cambiamenti, ma non sono sicuro che li abbiamo fatti nel modo giusto".

"Quindi è stata davvero dura, ero proprio in difficoltà a rimanere in macchina".

"Su questa pista non è facile sorpassare e non stavamo facendo la miglior gara, inoltre ero veramente scomodo. Anzi, forse dovrei dire di più, perché era veramente doloroso".

"Non è stato sicuramente di aiuto alla gara, alla mia concentrazione, e quindi ho fatto anche un errore al restart dopo la Virtual Safety Car, finendo in testacoda. A quel punto ho solo pensato a 'sopravvivere' fino alla fine".

Il testacoda, seguito da un pit stop precauzionale per montare delle gomme nuove, ha rimesso nuovamente Sirotkin sul sentiero dei leader e quindi alle prese con tante bandiere blu da rispettare.

Questo quindi lo ha lasciato in 14esima ed ultima posizione, staccato di tre giri dal vincitore Lewis Hamilton, ma di anche dalla Sauber di Marcus Ericsson che lo ha preceduto.

Sirotkin però ha concluso la sua disamina spiegando che forse sono già state trovate delle soluzioni per migliorare l'ergonomia dell'abitacolo della sua Williams, un problema che appunto si trascina dietro fin dai test pre-campionato.

"Siamo stati 40 minuti nel box e forse abbiamo già trovato alcuni aspetti su cui lavorare per migliorare la situazione" ha detto. "Quindi penso che per Monaco avrò molti meno problemi rispetto a quelli che ho avuto qui".

Prossimo Articolo
Ferrari: l'affidabilità è il vero problema che preoccupa Maranello

Articolo precedente

Ferrari: l'affidabilità è il vero problema che preoccupa Maranello

Prossimo Articolo

Specchietti Ferrari banditi, ma quelli Force India e Red Bull sono legali?

Specchietti Ferrari banditi, ma quelli Force India e Red Bull sono legali?
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Spagna
Location Circuit de Barcelona-Catalunya
Piloti Sergey Sirotkin
Team Williams
Autore Stuart Codling
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie